Archivi Blog

BILANCIO POSITIVO PER I PRIMI RACING DAYS A SEPANG: RAIKKONEN: “CONCENTRATI SUL NOSTRO LAVORO”


intestazione

Anche il secondo test della stagione è concluso. Kimi Raikkonen traccia un bilancio dei suoi due giorni al volante della Ferrari F14 T:

“Non riesco ancora a dire quanto siamo veloci, è solo il secondo test della stagione ed è difficile capire quali sono i valori in campo. Una cosa è certa, via via che prenderemo confidenza con la vettura diventeremo sempre più veloci. Non credo che neanche il prossimo test in Bahrain sarà rivelatorio, per capirne di più bisognerà arrivare in Australia. La macchina è ancora un laboratorio, ci sono ancora diverse cose che dobbiamo finire di conoscere e di provare. Devo dire che prima di poterci dire al cento per cento pronti abbiamo ancora molto lavoro da fare”.

TEST PRE-CAMPIONATO F1/2014 BAHRAIN 19-22/02/14

Degli avversari il finlandese non si preoccupa più di tanto: “Certamente i team motorizzati Mercedes sono andati bene qui ma noi avevamo un programma e non è detto che quelli che hanno fatto i tempi migliori ne avessero uno uguale. Come detto questo è un test e nei test si provano cose, si farà sul serio da Melbourne in poi. A noi in questo momento non interessa perfezionare la velocità ma l’affidabilità per portare a termine senza problemi le prime gare. Anche i giri fatti con le gomme più morbide non erano finalizzati alla ricerca della prestazione ma a valutare quali assetti preparare in funzione di quel tipo di gomma. I long run fatti dagli altri non mi preoccupano, noi abbiamo i nostri programmi. I long run per noi sono previsti la settimana prossima”.
Il test si è concluso con un incidente, a cinque minuti dalla fine della sessione:

“A fine turno non si è trattato di un problema tecnico, sono semplicemente finito in testacoda alla curva 4, ho danneggiato la vettura ma non credo sarà un problema rimetterla a posto per la settimana prossima. Forse sono finito troppo largo su un cordolo, poi si è innescato un pattinamento che mi ha fatto perdere il controllo della vettura e ho sbattuto”.

Si sono chiusi con la più grande parata di Ferrari private mai vista in Malesia i primi Ferrari Racing Days organizzati nel Paese asiatico. Le vetture hanno girato a lungo, e a bassa velocità, per permettere al pubblico sulle tribune di godere appieno di questo magico spettacolo.

2014 Ferrari Challenge Round 1-Sepang-Race 2

Il ricordo nelle persone che sono giunte a Sepang è stato magico ma anche il resto dell’ultima giornata ha assicurato a tutti adrenalina, stile e divertimento. Ad aprire la giornata sono state ancora le esibizioni delle tre vetture di Formula 1 Clienti che hanno girato a lungo sulla pista ricreando alla perfezione l’atmosfera dei Gran Premi. Le due F2001 iridate con Michael Schumacher e la F2007 che ha vinto il titolo con Kimi Raikkonen hanno deliziato gli spettatori sotto l’occhio attento del collaudatore della Scuderia Ferrari Marc Gené. Dopo le Formula 1 l’adrenalina e lo stile in pista sono stati garantiti dalle vetture dei programmi XX, due FXX e sette 599XX, che hanno elettrizzato gli appassionati sugli spalti con il rombo dei motori e le loro prestazioni estreme.

OFFICIAL FERRARI PRESS NEWS

Annunci

MotoGP 2014: PRODUTTIVO SECONDO GIORNO DI TEST A SEPANG PER ALVARO BAUTISTA E SCOTT REDDING


Redding_0_hires

OFFICIAL GRESINI PRESS RELEASE – 5 Febbraio 2014

Sono proseguiti oggi a Sepang i test della MotoGP in preparazione del Campionato del Mondo 2014. I piloti del Team GO&FUN Honda Gresini, Alvaro Bautista e Scott Redding, hanno iniziato a lavorare sul set-up delle loro moto in una giornata molto calda, ottenendo buoni miglioramenti.

Nonostante un problema alla leva del freno che lo ha tenuto fermo per gran parte della mattinata, Alvaro Bautista è riuscito a completare 55 giri siglando nel finale un ottimo 2’00”897, già migliore del rilievo cronometrico registrato dallo spagnolo nelle qualifiche dello scorso Gran Premio della Malesia. Il suo lavoro si è concentrato sulle nuove gomme Bridgestone e sulla prova di due nuovi ammortizzatori della sospensione posteriore portati da Showa. Nell’altro lato del box, Scott Redding ha continuato il suo apprendistato sulla Honda RCV1000R “Open” abbassando il tempo ottenuto ieri di oltre un secondo, scendendo fino a 2’03”117 in 53 giri.

I test proseguiranno anche domani, per il terzo e ultimo giorno di prove al Sepang International Circuit.

ALVARO BAUTISTA (2’00″897 – 55 GIRI)
“Quella di oggi è stata una giornata molto produttiva, anche se non ho potuto girare per quasi tutta la mattina a causa di un problema alla leva del freno, risolto soltanto nel pomeriggio. Ho provato un paio di nuovi ammortizzatori Showa per la sospensione posteriore: uno di questi, in particolare, sembra funzionare bene con la nuova gomma portata da Bridgestone in questi test, perciò continueremo a lavorare su questa strada. Il bilancio quindi è positivo: tra l’altro ho segnato il mio miglior tempo nel pomeriggio, sicuramente non nelle condizioni migliori, con la pista molto calda e quando ero già abbastanza stanco fisicamente. Domani sono convinto che potremo migliorare ancora, sia in termini di feeling con la moto che come tempi sul giro”.

Bautista_3_hires

SCOTT REDDING (2’03″117 – 53 GIRI)
“Oggi è andata meglio, ho potuto fare molti giri e pian piano ci siamo avvicinati alle altre Honda ‘Production Racer’. Abbiamo lavorato molto sulla frenata e ora mi sento più a mio agio sulla moto. Le condizioni della pista e le temperature cambiano molto durante la giornata e ciò mi mette ancora un po’ in difficoltà, ma tutto sommato sono soddisfatto di come sta procedendo il mio apprendistato. Dal punto di vista della guida, sto imparando come gestire al meglio la moto nell’ultima parte della frenata e in uscita di curva. Domani cercheremo di migliorare ulteriormente”.

Redding_4_hires

FAUSTO GRESINI
“Oggi il nostro programma è proseguito in maniera positiva con entrambi i piloti: purtroppo Alvaro ha perso un po’ di tempo in mattinata, ma alla fine è riuscito ad ottenere un buon tempo e a mostrare un buon passo. Sono comunque convinto che domani potrà stare ancora più vicino ai primi. Abbiamo ancora tanto da fare, domani continueremo a lavorare sulle sospensioni e a provare le nuove gomme Bridgestone, sia quella da gara che quella più morbida, per tentare un primo ‘time attack’. Scott ha continuato il suo apprendistato e ha migliorato i suoi tempi, avvicinandosi alle altre ‘Production Racer’, anche se ovviamente si tratta di una moto tutta nuova sia per noi che per lui. L’importante adesso è continuare a lavorare con calma: diamoci il tempo, siamo soltanto al secondo giorno di test”.

Bautista_1_hires

English Version:

ALVARO BAUTISTA AND SCOTT REDDING CONTINUE PRODUCTIVE TEST IN SEPANG

The second day of testing in Sepang allowed both riders of the Team GO&FUN Honda Gresini, Alvaro Bautista and Scott Redding, to complete a positive day’s work on their bikes’ set-up, getting good improvements.

Despite a problem with the brake lever in the morning, Alvaro Bautista was able to complete 55 laps, posting in the latter part of the session an excellent 2’00”897, already better than the qualifying lap time recorded by the Spaniard in the last Malaysian Grand Prix. His work was focused on the new Bridgestone tyres and on two new rear suspension shock absorbers brought by Showa. On the other side of the box, Scott Redding continued his apprenticeship on the “Open” Honda RCV1000R, improving his times by over a second, going up to 2’03”117 in 53 laps.

Practice will resume tomorrow for the third and final day of testing at the Sepang International Circuit.

ALVARO BAUTISTA (2’00″897 – 55 LAPS)
“Today was a very productive day, even if I could not run for most of the morning due to problem with the brakes, that we solved only in the afternoon. I tried a couple of new Showa shock absorbers for the rear suspension: one of these, in particular, seems to work well with the new tyre that Bridgestone brought for this test, so we will continue to work in this direction. Despite the time lost during the morning, we are happy: moreover, I did my best time in the afternoon, certainly not in the best conditions, with the track very hot and when I was already a bit tired. Tomorrow I am convinced that we can improve, both in terms of feeling with the bike and lap times”.

SCOTT REDDING (2’03″117 – 53 LAPS)
“Today was a little better than yesterday: I could put in a lot of laps and we are slowly closing the gap to the other Honda ‘Production Racers’. We worked hard on the braking and now I feel more comfortable on the bike. The track conditions and temperatures change a lot during the day and this is making me struggling a little bit, but generally speaking I am satisfied with how my apprenticeship is progressing. From the riding point of view, I’m learning how to brake into the corner and getting the bike turned on exit. Tomorrow we will try to further improve it”.

FAUSTO GRESINI
“Today our program continued in a positive manner with both riders. Despite losing a bit of time in the morning, in the end Alvaro managed to set a good lap time, showing a good pace. I think that tomorrow he will be even closer to the fastest. We still have much to do, tomorrow we will continue to work on the suspension and we will try the new Bridgestone tyres, both the race and the softer tyre, for a first ‘time attack’. Scott continued his apprenticeship and has improved his time, closing the gap with the other ‘Production Racers’. The important thing now for him and for the team is to continue to work with calm: we are only on the second day of testing”.

MotoGP 2014: Marquez leads on opening day of Sepang test


header

2014 MotoGP™ Official Press Release

World Champion Marc Marquez topped the timesheets as this week’s Sepang Official MotoGP™ Test began today. The Repsol Honda Team rider led the way from Yamaha Factory Racing’s Valentino Rossi and Honda team-mate Dani Pedrosa, with leading Open rider Aleix Espargaro seventh for NGM Mobile Forward.

marc_high

valentino_high

Following the usual break for lunch in the middle of the day, the final of the eight hours saw track temperatures drop which allowed riders to push for quicker lap times. This duly saw Marquez post 2’00.286, half a second up on Rossi as both the Italian and Marquez’s team-mate Dani Pedrosa jumped ahead of Jorge Lorenzo’s Yamaha in the final minutes of the day. The top six was completed by GO&FUN Honda Gresini’s Alvaro Bautista and LCR Honda MotoGP’s Stefan Bradl.

stefan_high

At Repsol Honda, this year’s RC213V features a larger air intake in an attempt to increase top speeds and improve throttle response on the exit of corners, with Marquez posting the leading effort fresh from historically claiming the title in Valencia last year. In the Yamaha garage, Rossi continued to develop his working relationship with new Crew Chief Silvano Galbusera, who first worked alongside the nine-time World Champion for the post-race test after the final Grand Prix of 2013.

Much attention was on Ducati Team, with talk continuing to circulate that the outfit could elect to race under the new Open regulations this year; this would allow up to 24 litres of fuel as opposed to the 20 of the Factory Options, as well as working on engines during the season and not being limited by the new engine freeze. Also this season, all bikes in the field are running the spec ECU hardware for the first time; however Factory Options are free to use their own software, whereas Opens must adapt the spec software as supplied by Dorna Sports and Magneti Marelli.

The leading Open representative on this occasion was Forward’s Aleix Espargaro (seventh position), with Factory Option riders Andrea Iannone (Pramac Racing), Pol Espargaro and Bradley Smith (Monster Yamaha Tech3 team-mates) helping to complete the top ten. Colin Edwards (Forward) overcame early technical difficulties to finish 11th quickest, as Ducati Team filled spots 12 to 14 with Andrea Dovizioso, test rider Michele Pirro and Cal Crutchlow. The leading Honda RCV1000R customer bike was that of 2006 title winner Nicky Hayden (Drive M7 Aspar) in 17th place.

cal_high

At Paul Bird Motorsport, Michael Laverty (25th position) suffered a frustrating start to proceedings, plagued first by brake problems and then by an engine failure. All teams were present with the exception of IodaRacing, which plans to make its 2014 track debut at the second Sepang test which is to run at the end of the month.

Testing continues at the Sepang International Circuit over the next two days, again running between 10am and 6pm local time (GMT +8).

MotoGP 2014: MotoGP™ all set to touch down at Sepang


MotoGP_Info2014

MotoGP™ Official Test Sepang 1
Monday, 3rd February

Tomorrow will see the much-awaited opening MotoGP™ test of 2014 as the field gathers in Malaysia. For the first time this year, Factory and Open machines will share the track as riders and personnel get to grips with new teams.

Tuesday will see the much-awaited opening MotoGP™ test of 2014 as the field gathers in Malaysia. For the first time this year, Factory and Open machines will share the track as riders and personnel get to grips with new teams.

Following on from the post-Valencia Grand Prix test in November that saw new bikes break cover for the first time, 2014 testing now begins in earnest with the traditional early-year trip to the Sepang International Circuit on the outskirts of Kuala Lumpur.

Key terms this season are ‘Factory’ and ‘Open’, with the CRT label having now disappeared from the sport. Furthermore, the first Sepang gathering will mark one of only two occasions on which all teams and riders are able to share a race track for testing this pre-season, as the March Tyre Test at Phillip Island in Australia will feature only the official riders of the factory teams, with those in question then not taking part in the following test at the Losail International Circuit in Qatar.

At Sepang this week, Marc Marquez will continue development with Repsol Honda Team as he retains the number 93 plate, having elected not to take on the World Champion’s privilege of running number 1. On the other side of the garage, Dani Pedrosa will continue to adapt to no longer working directly with long-term mentor Alberto Puig. There are also staff changes for Valentino Rossi, as he resumes work with new Crew Chief Silvano Galbusera who replaces Jeremy Burgess.

For Ducati Team, 2014 is the start of a new era. Andrea Dovizioso reunites with former Monster Yamaha Tech3 team-mate Cal Crutchlow, as ex Aprilia guru Gigi Dall’Igna joins the outfit for what is hoped to be a dramatic turnaround in fortune over the next few seasons. The Italian, now in the role of General Manager for Ducati Corse, aims to start by improving communication between team members working at the circuits and those back at base in Bologna, Italy. Boosting the line-up for this test, Ducati Test Team rider Michele Pirro will also be in action at Sepang, as well as Yamaha Factory Test Team’s Katsuyuki Nakasuga and Wataru Yoshikawa plus HRC Test Team representative Kosuke Akiyoshi.

The satellite riders take on new challenges as well. LCR Honda MotoGP’s Stefan Bradl returns to Sepang for the first time since breaking his ankle during last year’s race meeting, while Tech3 field reigning Moto2™ World Champion Pol Espargaro – younger brother of Aleix – alongside Bradley Smith. Preparation for the test has been slightly disrupted for the French outfit, which two weeks ago suffered an untimely flood in its Bormes-les-Mimosas base. The satellites are completed by Alvaro Bautista with GO&FUN Honda Gresini and the Pramac Racing Ducati of Andrea Iannone. Both Gresini and Pramac have split their development, however, as second riders Scott Redding and Yonny Hernandez will race Open equipment. At the time same, Gresini is the only team on the grid to be competing with Showa suspension and Nissin brakes on both of its bikes.

For the first time ever, all bikes in the premier class are now running the Dorna-supplied electronic control unit (ECU) as part of the continued initiative to lower running costs in MotoGP™. Yet there are numerous subtle differences between Factory and Open specification bikes. The Open machines must also use the spec software supplied with the ECU by Italian firm Magneti Marelli, whereas Factory entrants are able to make use of their own programs. However, Open riders will be able to enjoy 12 engines per season, contrasting with the five powerplants of Factory bikes which are frozen in development and may not be modified during the season; with this in mind, engine management now becomes more critical than ever before. On top of this, Factories are constricted to running 20 litres of fuel across a race distance (one less than last year), while there are 24 for the Open riders.

Other exciting additions to the grid include four brand-new Honda RCV1000R customer bikes, to be ridden by Gresini’s Redding, Cardion AB Motoracing’s Karel Abraham and the Drive M7 Aspar Team pairing of Hiroshi Aoyama and 2006 World Champion Nicky Hayden, who is competing on a Honda motorcycle for the first time in over five years. NGM Mobile Forward racing is running an FTR-Yamaha package including a lease engine deal; with this, the outfit will have five Yamaha engines per rider across the season (three new units and two rebuilds). Within the team, Colin Edwards is joined by Aleix Espargaro.

A total of five rookies are on this year’s grid, with former Moto2™ rivals Pol Espargaro and Redding accompanied by Britain’s Leon Camier (British Supersport and British Superbike title winner of 2005 and 2009, respectively) with IodaRacing Project, although the team is not testing this week. Australian Broc Parkes has signed up with PBM – with the team this year racing two own-built bikes for the first time – while France’s Mike di Meglio returns from an injury-affected 2013 to make his premier class debut with Avintia Racing.

The first Official MotoGP™ Test of 2014 will run between Tuesday and Thursday, with the Sepang track open between 10am and 6pm local time (GMT +8).

MotoGP™ 2014 pre-season testing schedule:

1.Feb 4-6: Sepang 1
2.Feb 26-28: Sepang 2
3.Mar 3-5: Phillip Island (Tyre Test)
4.Mar 7-9: Losail

MotoGP 2013: Valencia test commences with Lorenzo on top


motogp_info2013_header_0
VAL.160401

MotoGP™ Official Test at Ricardo Tormo
Mon, 12 November 2013
Report day 1/3

After his stunning win at Valencia in the final race of the season on Sunday it was Jorge Lorenzo who topped the timesheet again on Monday in the first day of 2014 ‘pre-season’ testing.

jorge_high_test_1024

Lap times of course do not mean a great deal at this stage, with some riders swapping machinery, many tweaking set-up and some joining new teams, but Lorenzo set the standards again – with a 1’31.257 late in the day. That lap was quicker than anyone went in Sunday’s race and came on the 2013 YZR-M1, although Lorenzo also has a 2014 development Yamaha available this week.

On the other side of the Yamaha Factory Racing box Valentino Rossi spent the day working with new Crew Chief Silvano Galbusera. The Doctor’s best time of the day was just 0.093s off Lorenzo’s best, also coming on his 2013 bike, though he too is already using the 2014 development M1.

Repsol Honda’s new World Champion Marc Marquez and his colleague Dani Pedrosa were both at the circuit but did not test on Monday – though they are expected on track on Tuesday as the battle to stay ahead of Yamaha continues.

Stefan Bradl was the fastest Honda rider on track on Monday, using his RC213V from this season to set the third best time of the day – 0.5s off Lorenzo’s pace.

New Ducati recruit Cal Crutchlow has taken Italian Crew Chief Daniele Romagnoli with him from Tech 3 to the Italian factory Ducati and the pair were working alongside new Ducati Corse General Manager Gigi Dall’Igna for the first time on Monday.

Crutchlow matched Ducati’s Sunday race pace, and was sixth overall just over 0.1s (check) behind new Ducati teammate Andrea Dovizioso who was fifth best. Dovizioso lapped in a similar pace to fourth fastest rider of the day, Andrea Iannone on the Pramac Racing Ducati.

Ducati Test Team rider Michele Pirro was 0.6s behind Crutchlow in seventh, just ahead of Yonny Hernandez – who was confirmed today to remain as Iannone’s teammate in the Pramac Racing Team permanently during the 2014 season.

Moto2 World Champion Pol Espargaro rode his first laps on his new Monster Yamaha Tech 3 MotoGP bike, in tenth spot on the timesheet, with a lap around two seconds off Lorenzo’s pace. His new teammate Bradley Smith sat things out and expects to get through all his test work for this week on Tuesday.

The new Honda RCV1000R was used for the first time by the GO&FUN Honda Gresini team as Scott Redding also got his 2014 MotoGP preparations underway, the Englishman ending up 11th overall. Cristian Gabarrini from HRC got Redding’s initial feedback on the new prototype, which the teams will adapt to over the winter.

Hiroshi Aoyama officially joined the Power Electronics Aspar team on Monday, but with Aspar only having one of their new Hondas ready for today, Nicky Hayden will have to wait until Tuesday to ride it. Aoyama was ninth best on the timesheet, 1.8s down on Lorenzo’s P1 pace.

Mike di Meglio has not ridden since the Brno Moto2™ race due to serious injury, but he was back on track today testing with the Avintia Blusens team.

Randy de Puniet should be testing with the PBM team on Tuesday as they look to confirm direction for next season, with the 2014-spec ART being prepared for the Frenchman on Monday.

The testing action at the Ricardo Tormo circuit will continue on Tuesday and Wednesday (10am-5pm both days). Live video coverage will be available again through motogp.com on Tuesday (11am-2pm).

cal_high_1024

pol_high_test_1024

scott_high_1024

cal2_high_1024

MotoGP 2013: Marquez heads test as Hernandez joins Pramac


motogp_info2013_header_0

MotoGP Official Test at Misano Report
Mon, 16 September 2013

Marc Marquez was quickest in Monday’s post-race test at Misano World Circuit Marco Simoncelli. As the championship leader moved ahead of Jorge Lorenzo, Suzuki continued its programme ahead of a MotoGP™ return and Yonny Hernandez made his first appearance in Ignite Pramac Racing colours.

marc_1024_1

The full day of testing gave those present a perfect opportunity to put right what had not worked over the San Marino Grand Prix race weekend, as well as trialing new and updated components both for the rest of this season and for 2014. For the record, Marquez’s last-gasp lap of 1’33.264 demoted Lorenzo by two tenths of a second, with Valentino Rossi completing the top three on the second Yamaha Factory Racing bike.

jorge_1024

rossi_1024

For Repsol Honda Team, the programme revolved around a non-liveried evolution bike of the one first sampled in the Aragon test that followed the Catalan GP in June; this was the first time that particular version of the machine had been ridden, as rain had prevented Casey Stoner from doing so at his last Motegi test. Marquez and Dani Pedrosa also worked with the current bike, focusing on a new swingarm and new rear shocks.

Suzuki stuck to their usual plan in terms of rider roles, with Randy de Puniet serving as the main tester alongside Nobuatsu Aoki. Ahead of the company’s return to the World Championship in 2015, running at Misano is likely to come as a great help in order to extract data from a new track in a bid to define chassis development to a greater level; the marque continues to test with Mitsubishi ECU software for the time being, but is working with the Magneti Marelli spec system back at base. Individually, Suzuki will continue testing at Misano across Tuesday and Wednesday.

There was a new challenge for Yonny Hernandez, as the Colombian is now riding for Pramac Racing Team to cover for the injured Ben Spies. He used the test as an opportunity to adapt to the bike ahead of the Aragon race, while teammate Andrea Iannone looked into Brembo brake discs and smaller components, experimenting with settings ahead of specific upcoming race events. Brakes was also the prime focus for Ducati Team, with Nicky Hayden and Andrea Dovizioso then looking into both software development and clutch settings. Michele Pirro was back in Ducati Test Team colours, sharing his bike with Franco Battaini to analyse a 2014-spec engine plus new software, in order to share feedback with engineers who continue to work on the development of next year’s machine.

GO&FUN Honda Gresini’s Alvaro Bautista made the top five, placing the emphasis on Showa front forks and his Nissin brakes, as he and LCR Honda MotoGP’s Stefan Bradl sandwiched Pedrosa into sixth position. In Bradl’s case, the workload consisted of mapping and bike geometry, including suspension modifications. At Avintia Blusens, Hector Barbera resumed work with the new pneumatic valve engine, having suffered chatter during Sunday’s race, while teammate Hiroshi Aoyama began the day with his more conventional engine that had failed during Free Practice on Friday.

The timesheet was completed by Michele Magnoni, currently competing in the Superstock 1000 championship. The Italian rode Lukas Pesek’s Came IodaRacing Project machine and could soon become the team’s official reserve rider, while compatriot Claudio Corti was involved in trying out a Magneti Marelli ECU software upgrade at NGM Mobile Forward Racing; this was also run by Michael Laverty, who was otherwise kept highly occupied with back-to-back comparison runs between the PBM in-house bike and the ART machine previously ridden by Hernandez.

randy_1024

yonny_1024

Although Marquez shook things up by posting the eventual quickest time with the 2014 prototype Honda right before the chequered flag signaled the end of an eight-hour day, activities had started very calmly as the circuit had been left drenched by a heavy rainstorm during the night.

Jaguar XF Sportbrake….Oggi guido io


La redazione del programma televisivo Safe-Drive in collaborazione conl’ufficio stampa di Jaguar Italia, nell’ambito dell’iniziativa “Tester per un giorno”, hanno deciso di affidarmi il test-drive della station wagon della prestigiosa casa britannica.
Sentirsi un vero giornalista per un giorno non ha prezzo.

Roma 16 Aprile 2013

Di certo non potevo immaginare che la primavera potesse iniziare così.

Il 21 Marzo scorso ho infatti avuto la possibilità di effettuare il test-drive ufficiale della Jaguar XF Sportbrake, la lussosa e prestigiosa station wagon della casa britannica. Tutto è iniziato con una semplice mail nella quale la redazione del programma televisivo Safe-Drive (in collaborazione con l’ufficio stampa di Jaguar Italia, con il quotidiano online IlGiornale.it, e la nota rivista Automobilismo), mi proponeva di partecipare alla loro iniziativa Tester per un giorno, durante la quale la persona selezionata avrebbe effettuato un vero e proprio test-drive della vettura inglese.

Senza esitare aderisco all’iniziativa, e dopo qualche giorno arriva una telefonata dalla redazione di Safe-Drive che mi conferma che ero proprio io la persona selezionata per eseguire il test-drive, che avrei guidato per l’intera giornata la vettura e che, cosa a cui tenevo moltissimo, avrei scritto due articoli, uno per il quotidiano online IlGiornale.it, ed uno per la nota rivista del settore Automobilismo; inoltre il mio test-drive sarebbe andato anche in onda su Odeon TV all’interno di una delle puntate di Safe-Drive.
Sono stato sempre un appassionato di motori e giornalismo, quindi questa occasione rappresentava il coronamento di un mio grande sogno.

Finalmente arriva il 21 Marzo.
Partenza da Roma alle 6.50, ed arrivo a Milano alle 9.30; a venirmi incontro alla stazione di Milano c’è la deliziosa Jennifer Marfia, che mi accompagnerà, insieme a Diego Tamone e all’operatore televisivo Giuseppe Palazzolo, per l’intera giornata, “supportandomi” e “sopportandomi” in ogni frangente e situazione.
Finalmente è il momento di salire in macchina. Ad attendermi al parcheggio c’è la bellissima Jaguar XF Sportbrake 2.2 200CV Premium Luxury.

Analizziamo ora qualche caratteristica della vettura; la Jaguar si presenta ai nostri occhi come una station wagon dalle dimensioni molto generose;
misura infatti quasi 5 metri di lunghezza per una larghezza di circa 1.90 metri. Chiudo lo sportello ed inizia immediatamente la ricerca della posizione di guida ideale; io non sono alto, ma le innumerevoli regolazioni della vettura, ovviamente tutte azionabili elettricamente, mi consentono di raggiungere una posizione pressochè perfetta, garantendomi un’eccellente visibilità anteriore e posteriore. Quest’ultima è leggermente penalizzata dalle ridotte dimensioni del lunotto, ma i grandi specchi retrovisori e la telecamera posteriore sopperiscono egregiamente. Le immagini di quest’ultima sono visibili nel display a colori che si trova al centro della plancia e che ospita un vero e proprio sistema multimediale con navigatore satellitare, impianto audio e connessione Bluetooth per tutti i telefoni e smartphones di ultima generazione.

Sulla console centrale è presente il tasto Start&Stop…una leggera pressione ed il motore prende vita…e per magia il selettore del cambio automatico (8 rapporti selezionabili manualmente anche tramite le apposite leve poste dietro lo sterzo), appare sul tunnel centrale.
La versione da me testata è la 2.2 da 200CV, ma la Jaguar XF Sportbrake è disponibile anche in altre due motorizzazioni 3.0 V6 twin turbo rispettivamente da 240CV e 275CV; la station wagon britannica è disponibile esclusivamente con alimentazione a gasolio, e gli allestimenti disponibili sono Normale, Luxury, Premium Luxury e Portfolio.

Finalmente inzia l’avventura. Ad ospitare il mio test-drive è la meravigliosa cornice del parmense, ricca di borghi e castelli medioevali. Strade alberate, clima decisamente pimaverile e la mia (anche se solo per un giorno) Jaguar, sono gli ingredienti che accompagnerammo me e tutto lo Staff di Safe-Drive per l’intera giornata.

La prima tappa è il meraviglioso borgo di Fontanellato, dove inizia la mia presentazione e quella della vettura….la telecamera intimorisce, soprattutto per chi è abituato a stare dall’altra parte dell’obiettivo come me! Ma Jennifer, con la sua gentilezza e cordialità, riesce sempre a mettermi a mio agio.

Dopo essermi presentato e aver raccontato chi sono e cosa faccio, risaliamo in macchina per effettuare le riprese della vettura in movimento, stop per la pausa pranzo (come passa velocemente il tempo!!!), e poi di nuovo al volante per raggiungere un altro suggestivo borgo. Questa volta facciamo tappa a Rocca Bianca, ed è sempre il suo castello medioevale ad incorniciare la mia descrizione della Jaguar…questa volta però parleremo delle linee di questa station wagon che, a mio modesto modo di vedere, sono il suo vero punto di forza.

Esternamente la vettura presenta quattro grandi nervature, due delle quali prendono vita dalla parte centrale del cofano motore. Le altre due salgono raccordandosi con la parte alta della vettura fino a raggiungere la parte posteriore…è qui che la Jaguar offre il meglio di se. Il retro della vettura è elegante e sportivo al tempo stesso, ed il portellone, ad apertura e chiusura elettrica nasconde un vano di carico grande ed estremamente modulabile grazie all’abbattimento ripartito dei sedili posteriori.
La parte anteriore, invece, ospita i gruppi ottici dalle linee spigolose e moderne, a led per le luci diurne, allo XENO per l’illuminazione serale e notturna. Al centro del “muso” la mascherina con il logo Jaguar, un tocco di classicismo che spezza la modernità dei fari.

Ci spostiamo al centro della piazza di Rocca Bianca per chiudere le riprese di Tester per un giorno, ma la via di ritorno verso Milano mi da l’occasione di guidare ancora per un pò questa fantastica station wagon, apprezzandone le doti del propulsore che, con i suoi 200CV, è in grado di regalare ottime sensazioni di guida, soprattutto con l’ausilio del cambio in modalità sequenziale. Le accelerazioni non sono brucianti, manca un pò la sensazione di “attaccamento al sedile”, complice il peso non indifferente.

La sensazione generale è quella di aver guidato una vera ammiraglia, bellissima, comoda, silenziosa, potente e tecnologicamente all’avanguardia. La vettura è l’ideale per lunghi spostamenti, dove le sue doti di comodità e spazio, la rendono la compagna ideale per le vacanze e per i viaggi. E’ stata un’esperienza estremamente positiva, anche perché sentirsi un vero giornalista anche solo per un giorno non capita spesso.
Concludo con il dire che sotto le vesti di una “quasi comune” station wagon questa Jaguar XF Sportbrake nasconde una vera anima da giaguaro.

Un ringraziamento particolare va alla redazione di Safe-Drive ed in particolar modo a Jennifer, Diego e Giuseppe, che con la loro cordialità e professionalità hanno consentito la perfetta riuscita di questo servizio.

FIRMA_500

SUPERSTARSWORLD: NEI TEST UFFICIALI DI MONZA “VOLA” LA CHEVROLET CAMARO SUPERSTARS, LA MCLAREN AL TOP TRA LE GTSPRINT


DEBUTTO PIÙ CHE CONVINCENTE PER LA “MUSCLE CAR” AMERICANA DI FRANCESCO SINI, MENTRE IMPRESSIONANO LE VETTURE INGLESI DEL TEAM BHAITECH

Monza, 27 marzo 2013

Il SUPERSTARSWORLD entra nel vivo con i test ufficiali della SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES e della GTSPRINT che si sono svolti oggi sul circuito di Monza, tra poco più di una settimana sede del primo appuntamento della stagione 2013.

Tanti i piloti ed i team che hanno preso parte a questa giornata di prove, in cui ha spiccato la debuttante Chevrolet Camaro di Francesco Sini, che ha messo le ruote in pista per la prima volta proprio in questa occasione, impressionando favorevolmente tutti i presenti e gli addetti ai lavori, ottenendo il miglior tempo assoluto di 1’55”624. Subito dietro il pilota della Chevrolet si è attestato Andrea Larini, che quest’anno vestirà i colori del team Ferlito Motorsport al volante di una Jaguar XFR, vettura che sul circuito brianzolo si è sempre confermata tra le più veloci, come era già successo lo scorso anno con la vittoria in Gara 1 di Max Pigoli. Tra le novità viste anche la presenza di Luigi Ferrara sulla nuovissima Mercedes C63 AMG Coupè del team RRT, con cui ha fatto registrare pure lui ottimi responsi.

sini-camarojpg_resize

Presente anche il team Petri Corse con il campione SUPERSTARS Johan Kristoffersson, che quest’anno sarà chiamato a difendere il titolo al volante della Porsche Panamera, ed il suo neo-compagno di squadra Massimiliano Fantini. Sul circuito brianzolo è scesa in pista anche la Cadillac CTS-V della RC Motorsport con Roberto Benedetti, che ha messo alla frusta la vettura “made in USA” rinnovata proprio per la stagione 2013.

Nella GTSPRINT INTERNATIONAL SERIES ad impressionare sono state le McLaren del team Bhaitech con Giorgio Pantano ed il nippo-brasiliano Rafael Suzuki. Alle spalle delle velocissime MP4-12C si è confermato l’equipaggio del team Ferrari Ukraine (squadra che vanta il supporto tecnico della AF Corse) composto da Andrii Kruglyk e Ruslan Tsyplakov, accompagnati dal “driver coach” Raffaele Giammaria, il quale ha seguito dal muretto dei box i due piloti del Cavallino. Buona anche la prestazione di Mario Cordoni (Ferrari 458 Italia), campione in carica GTS3, e del compagno di squadra Massimo Mantovani, entrambi con i colori del team Ombra, mentre alcuni problemi nella sessione pomeridiana hanno costretto la Porsche 997 GTS3 di Glauco Solieri a terminare anzitempo i test. Presenti anche due 997 del team Petri Corse con l’equipaggio composto da Gianluca Carboni e Marco Cassarà ed il giovane pilota tedesco Thomas Schöffler, anche lui protagonista lo scorso anno nella SUPERSTARS alla guida di un Audi RS5.

mclaren-mp4-12_resize

Sempre nella GTSPRINT ha fatto la propria apparizione la Porsche della Heaven Motorsport, su cui si sono alternati il colombiano Steven Goldstein, campione 2012 del GTS Cup Trophy, e lo spagnolo Antonio De La Reina.

Banner

SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES: JOHAN KRISTOFFERSSON CON LA PANAMERA DEL TEAM PETRI CORSE PER LA STAGIONE 2013


IL CAMPIONE IN CARICA DELLA SERIE TARGATA SWR, PROTAGONISTA NEI TEST UFFICIALI DI MONZA DOVE HA PROVATO PER LA PRIMA VOLTA LA PORSCHE CON CUI DOVRÀ DIFENDERE IL TITOLO

Monza, 27 Marzo 2013

In occasione dei test ufficiali della SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES, di scena quest’oggi sul circuito di Monza, è stata annunciata un’importante novità: Johan Kristoffersson correrà sotto i colori del team Petri Corse per la stagione 2013.

Lo “svedese dallo sguardo di ghiaccio”, che nel 2012 aveva messo tutti dietro sia nella serie internazionale che in quella italiana, difenderà quest’anno il titolo al volante della Porsche Panamera S, vettura completamente riassemblata dalla compagine che fa capo a Simone Petri, che a sua volta schiererà anche due Porsche 997 nella GTSPRINT INTERNATIONAL SERIES.

johan-kristofferssonjpg_resize

La berlina tedesca tornerà quindi in pista dopo aver impressionato tutti nel 2010, anno in cui con Fabrizio Giovanardi era salita per ben quattro volte sul gradino più alto del podio. Al fianco di Kristoffersson ci sarà Massimiliano Fantini, anche lui presente nei test ufficiali al volante della seconda Panamera, con cui ha percorso una serie di tornate, nell’ottica di affinare la vettura per la prima gara di Monza in programma il prossimo 7 aprile.

“Ho mantenuto la promessa! Al volante della Panamera ho portato un vero campione – ha dichiarato Simone Petri, team manager del Petri Corse – Stiamo lavorando tantissimo per rendere la vettura competitiva. Monza è il nostro secondo test dopo quello di Cremona, dove abbiamo rivolto principalmente la nostra attenzione sull’assetto della vettura. Adesso dobbiamo concentrarci sul motore, anche se le caratteristiche delle nostre Porsche sposano maggiormente i circuiti guidati. A Monza non avremo vita facile”.

Dopo i primi giri abbiamo chiesto a Kristoffersson le sue impressioni sulla Panamera.

“Per me si tratta indubbiamente di una nuova sfida. Mi è piaciuto subito il modo di lavorare del team, molto professionale e con le idee ben chiare. Qui a Monza è stata la prima volta che ho potuto provare la Panamera, nei giorni scorsi avevamo esclusivamente predisposto il sedile e la pedaliera. Sicuramente non posso sbilanciarmi in un giudizio dopo pochi giri, ma penso che anche quest’anno potrò divertirmi. Ora siamo concentrati nel cercare di essere al massimo per la prima gara che è davvero vicina. Farò il possibile per difendere il titolo”.

Banner

SUPERSTARSWORLD IN PISTA PER I TEST UFFICIALI A MONZA IL 27 MARZO


TEAM E PILOTI DELLA SUPERSTARS E DELLA GTSPRINT SCALDANO I MOTORI IN VISTA DEL PRIMO APPUNTAMENTO STAGIONALE IN PROGRAMMA IL PROSSIMO 7 APRILE 

Superstars International Series

Roma 19 Marzo 2013

La data da ricordare è quella di mercoledì 27 Marzo, giorno in cui scenderanno in pista i protagonisti della SUPERSTARS e della GTSPRINT per i test ufficiali in programma sul circuito di Monza in vista del via della stagione 2013.

Una “prima” d’eccezione dunque con tante attese novità; si comincia dal debutto assoluto della nuovissima Chevrolet Camaro by Solaris Motorsport, portata in pista da Francesco Sini, vettura che predilige i tracciati veloci con curvoni in appoggio e ad ampio raggio proprio come Monza. Occhi puntati anche sulla Cadillac CTS-V del team RC Motorsport completamente rinnovata, dal telaio alle sospensioni, per essere ancora più competitiva già dal weekend inaugurale. Il “tempio della velocità” sposa perfettamente le caratteristiche tecniche della vettura a stelle e strisce, alla guida della quale ci sarà uno dei volti noti del SUPERSTARSWORLD, Roberto Benedetti.

La GTSPRINT INTERNATIONAL SERIES vede l’esordio delle McLaren MP4 schierate dalla Bhaitech Racing, squadra che per la stagione 2013 farà scendere in campo ben due vetture britanniche. Presente nei test ufficiali anche il Team Ombra Racing di Davide Mazzoleni, il quale nei mesi scorsi aveva preannunciato la preparazione di una seconda Ferrari 458 GTS3, oltre a quella del campione di classe Cordoni, pronta ad essere messa alla frusta già dalla prossima settimana. Sempre con una “Rossa” di Maranello prenderà parte alla sessione ufficiale il Team Ukraine con una 458 Italia.

Ferrarri Challenge

Ferrarri Challenge

I test ufficiali apriranno di fatto la nuova stagione 2013 del SUPERSTARSWORLD, che si preannuncia esaltante grazie ai numerosi “brand” pronti a darsi nuovamente battaglia in pista.

Per l’occasione, torna l’iniziativa FREETICKET che permette a tutti gli appassionati di accedere alle tribune centrali e vivere di persona le emozioni del SUPERSTARSWORLD. Prenotarsi e’ facile: basta andare sul sito http://www.superstarsworld.com completare l’apposito form, stampare il voucher che si riceverà sulla mail personale e presentarlo domenica 7 Aprile direttamente in autodromo.

freeticket

Dopo il successo dello scorso anno con ben 31.000 spettatori sugli spalti anche quest’anno è atteso lo stesso “bagno di folla”.

Banner

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: