Archivi Blog

SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES: JOHAN KRISTOFFERSSON CON LA PANAMERA DEL TEAM PETRI CORSE PER LA STAGIONE 2013


IL CAMPIONE IN CARICA DELLA SERIE TARGATA SWR, PROTAGONISTA NEI TEST UFFICIALI DI MONZA DOVE HA PROVATO PER LA PRIMA VOLTA LA PORSCHE CON CUI DOVRÀ DIFENDERE IL TITOLO

Monza, 27 Marzo 2013

In occasione dei test ufficiali della SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES, di scena quest’oggi sul circuito di Monza, è stata annunciata un’importante novità: Johan Kristoffersson correrà sotto i colori del team Petri Corse per la stagione 2013.

Lo “svedese dallo sguardo di ghiaccio”, che nel 2012 aveva messo tutti dietro sia nella serie internazionale che in quella italiana, difenderà quest’anno il titolo al volante della Porsche Panamera S, vettura completamente riassemblata dalla compagine che fa capo a Simone Petri, che a sua volta schiererà anche due Porsche 997 nella GTSPRINT INTERNATIONAL SERIES.

johan-kristofferssonjpg_resize

La berlina tedesca tornerà quindi in pista dopo aver impressionato tutti nel 2010, anno in cui con Fabrizio Giovanardi era salita per ben quattro volte sul gradino più alto del podio. Al fianco di Kristoffersson ci sarà Massimiliano Fantini, anche lui presente nei test ufficiali al volante della seconda Panamera, con cui ha percorso una serie di tornate, nell’ottica di affinare la vettura per la prima gara di Monza in programma il prossimo 7 aprile.

“Ho mantenuto la promessa! Al volante della Panamera ho portato un vero campione – ha dichiarato Simone Petri, team manager del Petri Corse – Stiamo lavorando tantissimo per rendere la vettura competitiva. Monza è il nostro secondo test dopo quello di Cremona, dove abbiamo rivolto principalmente la nostra attenzione sull’assetto della vettura. Adesso dobbiamo concentrarci sul motore, anche se le caratteristiche delle nostre Porsche sposano maggiormente i circuiti guidati. A Monza non avremo vita facile”.

Dopo i primi giri abbiamo chiesto a Kristoffersson le sue impressioni sulla Panamera.

“Per me si tratta indubbiamente di una nuova sfida. Mi è piaciuto subito il modo di lavorare del team, molto professionale e con le idee ben chiare. Qui a Monza è stata la prima volta che ho potuto provare la Panamera, nei giorni scorsi avevamo esclusivamente predisposto il sedile e la pedaliera. Sicuramente non posso sbilanciarmi in un giudizio dopo pochi giri, ma penso che anche quest’anno potrò divertirmi. Ora siamo concentrati nel cercare di essere al massimo per la prima gara che è davvero vicina. Farò il possibile per difendere il titolo”.

Banner

Annunci

Superstars International Series – Vallelunga Round


Superstars International Series – Vallelunga Round

Superstars International Series

Johan Kristoffersson – 2012 Superstars Champion

Thomas Biagi

Giancarlo Fisichella

Vitantonio Liuzzi

Andrea Larini

Thomas Schoffler

Gianni Morbidelli

Copyright 2012©FeliceMonteleone

Crutchlow the english recordman


giovedì, 6 settembre 2012
Il podio trovato dal pilota del team Monster Yamaha Tech3 a Brno segna un nuovo capitolo della storia del motociclismo britannico.

Tante belle gare, tante prestazioni convincenti e di livello, ma quello che Cal Crutchlow cercava da questa seconda stagione in MotoGP era il sapore del podio. Detto fatto perché a Brno il pilota inglese è diventato il primo di oltremanica a riuscirci da quando, nel 2002 si sono introdotti nel Campionato del Mondo i motori 4tempi. L’ultimo pilota britannico sul podio della classe regina era stato Jeremy McWilliams, terzo nella gara di Donington 2000, ai comandi di una Aprilia. Crutchlow diventa anche il secondo pilota inglese più giovane a trovare il podio della classe regina, alle spalle solo di Niall McKenzie a Laguna Seca nel 1988.

Sempre a Brno, il 35 di Yamaha, si era classificato in seconda posizione, risultato che pareggia quello di James Toseland nel 2008 in Qatar, al debutto. Considerando lo stato di forma, e le prestazioni importanti registrate anche nella giornata di test ufficiali sempre sul tracciato ceco, Crutchlow ha certamente le carte per ripetersi e migliorarsi, magari già a Misano.

Un altro obiettivo di Crutchlow sarà ridurre il vantaggio in classifica dal suo compagno di squadra Andrea Dovizioso, che per ora può gestire 28 lunghezze. Se Crutchlow dovesse superare l’italiano, o quantomeno sommare altri 19 punti da qui al termine della stagione, batterà il record del connazionale Niall McKenzie che nel 1990 fu 4º nel mondiale 500cc con 140 punti.

motogp.com · Crutchlow, recordman inglese.

SOURCE & CREDITS: MOTOGP.COM

=====================================================================

Thursday, 6 September 2012
At the Czech Grand Prix, Monster Yamaha Tech 3’s Cal Crutchlow finished on the podium for the first time in his MotoGP™ career, setting a new milestone as far as British achievements in the premier-class of Grand Prix go.

The Brit, who had been close to the podium earlier in the season and has consistently shown the pace to challenge for it finally broke his MotoGP™ podium duck to become the first British rider on the step since the four-stroke formula was introduced in 2002. The last British rider to finish on the podium in the premier-class was Jeremy McWilliams, who finished third in the 500cc race at the British Grand Prix at Donington Park in 2000 riding an Aprilia. Crutchlow’s feat also made him the youngest British rider to be on the podium in the premier-class of Grand Prix racing since Niall Mackenzie finished third at Laguna Seca in 1988.

In addition, his grid position of second in Brno was also the best qualifying performance by a British rider in the MotoGP class since James Toseland was second fastest qualifier on his GP debut in Qatar in 2008. And following on from his blistering form in the official MotoGP test in Brno after the race, where he topped the timesheets, the Brit will no doubt be hopeful of repeating, if not bettering, his achievement when the grid descends on Misano in just over a week’s time.

He will also be motivated by wanting to close the gap to fourth placed teammate Andrea Dovizioso, who currently lies 28 points ahead in the championship. If Crutchlow, on 122 points, manages to catch the Italian or score just 19 points more this season, he would have broken compatriot Niall Mackenzie’s 1990 points record when he finished fourth in the final 500cc championship table with a total of 140 points.

FULL ARTICLE:

motogp.com · Crutchlow re-writes the record books.

SOURCE & CREDITS: MOTOGP.COM

Life over the track


There is a life in the track. There are some elements that we often don’t view because our attention is all on the circuit. There are details that deserve the attention of our camera.
I like to call it “The life over the Track

C’è una vita nella pista. Ci sono alcuni elementi dei quali spesso neanche ci accorgiamo perchè la nostra attenzione è tutta sul circuito. Ci sono dettagli che meritano l’attenzione della nostra macchina fotografica. Tutto questo mi piace chiamarlo “La vita oltre la pista

Copyright©FeliceMonteleone

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: