Archivi Blog

LUIGI FERRARA RACCONTA LA SUA PRIMA VITTORIA STAGIONALE NELLA SUPERSTARS CON LA MERCEDES C63 AMG COUPÉ


Banner

L’ASSO DEL R.R.T. È CONCENTRATO SU IMOLA, DOVE PUNTA A BISSARE IL SUCCESSO DELL’INGHILTERRA

Roma, 4 settembre 2013

Il messaggio che arriva d’oltremanica è forte e chiaro: Luigi Ferrara c’è! Dopo aver impressionato tutti mettendo a segno la pole position al primo giro e per di più senza aver preso parte alle libere, il portacolori del R.R.T. ha portato sul gradino più alto del podio di Donington per la prima volta la Mercedes C63 AMG Coupè.

Sfortunata invece la seconda gara, dove la coupé tutta gialla è dovuta rientrare ai box per un inconveniente tecnico al motore.

luigi-ferrara-1024

Allo stesso Ferrara abbiamo chiesto di raccontarci il suo weekend inglese:

“Il fine settimana è iniziato veramente in salita. Abbiamo dovuto cambiare il motore della Mercedes per poter fare almeno le qualifiche, ma il team devo ammettere che ha fatto davvero un ottimo lavoro. Ho abbassato la visiera e mi sono giocato il tutto per tutto. Pole staccata con la bandiera a scacchi che stava ancora sventolando, ma sapevo che era troppo presto per festeggiare. Le gare della SUPERSTARS riservano sempre tante sorprese, quindi ero consapevole di dover sfruttare al massimo la partenza per cercare di staccare i miei rivali se volevo provare a vincere, e così è stato. Ultima curva del giro lanciato e gas spalancato per affrontare la prima staccata che può compromettere la tua gara al minimo sbaglio. Sono stato bravo e sono riuscito a rimanere davanti. Tanta paura invece su quella macchia d’olio lasciata dalla Lexus al tornantino, per un attimo ho immaginato di dover appendere la tuta senza il profumo dello spumante sop ra, ma ho tenuto la traiettoria giusta e sono andato a prendermi la vittoria. Quest’anno siamo stati perseguitati da problemi tecnici sulla nostra vettura, ma non ci siamo mai scoraggiati ed abbiamo continuato a lavorare duro. Ora penso ad Imola, circuito dove ho vinto in tante categorie. Spero di bissare la prestazione di Donington anche se purtroppo non possiamo giocarci il titolo, sfida che rimandiamo al 2014”.

“Abbiamo un pilota ed una vettura veloce – ha dichiarato Nico Caldarola (Team Manager R.R.T.) – tutti i nostri sforzi, sono stati finalmente ripagati. Credo nella SUPERSTARS, ed aver sviluppato in completa autonomia una vettura che sta iniziando a dare i frutti sperati mi inorgoglisce. Puntando su Ferrara quest’anno sapevo di fare la cosa giusta. Poter salire sul gradino più alto del podio dopo più di un anno ci da la carica per affrontare con la mentalità giusta gli ultimi due appuntamenti del 2013, dove scommetto che saremo ancora tra i protagonisti”.

Logo2013

Annunci

A DONINGTON LUIGI FERRARA CELEBRA IL SUO PRIMO SUCCESSO STAGIONALE NELLA SUPERSTARS CON LA MERCEDES C63 AMG COUPE’ DEL R.R.T.


Banner

GIOVANNI BERTON (BMW) E THOMAS BIAGI (MERCEDES) COMPLETANO IL PODIO DI GARA 1

Castle Donington, 1 settembre 2013

Grande prova di Luigi Ferrara nella prima gara SUPERSTARS del fine settimana di Donington. Il portacolori del team R.R.T. dopo aver messo a segno la pole, nonostante i problemi riscontrati nelle prove libere dove la squadra romana aveva dovuto addirittura sostituire il motore della Mercedes C63 AMG Coupé, è stato protagonista assoluto del primo start della giornata in cui ha tenuto il comando dal primo all’ultimo giro.

luigi-ferrara-donington-2013-01

Non poteva andare meglio di così a Giovanni Berton (BMW M3 Team BMW Dinamic), abile nello sfruttare una perdita d’olio della Lexus (MRT By Nocentini) di Diego Romanini, che ha permesso al pilota vento di sopravanzare i piloti che lo precedevano e di portarsi dritto verso la conquista della medaglia d’argento. Costante anche il leader della classifica internazionale Thomas Biagi, che con il terzo posto di oggi può festeggiare l’ottavo podio stagionale con la Mercedes C63 AMG ufficiale. Ottima la corsa di Gianni Morbidelli su Audi RS5 (Audi Sport Italia), che nonostante i 60 kg di zavorra e l’intervento del Bop è riuscito a chiudere sulla quarta piazza davanti all’ex F1 Tonio Liuzzi (Mercedes C63 AMG).

Da evidenziare sia la buona gara della Lexus di Diego Romanini, che aveva orbitato nella top-ten prima della rottura del motore nelle fasi finali della gara, sia la performance del debuttante Colin Turkington (BMW M3 Scuderia Giudici), sesto per quasi tutta la corsa prima di essere coinvolto in un contatto che ha visto chiudere anzitempo la sua gara.

CRONACA. Allo scattare del semaforo verde Ferrara tiene saldamente la prima posizione seguito dall’alfiere della Mercedes-AMG Romeo Ferraris Liuzzi e dalla BMW di Berton. Protagonista subito Biagi che scavalca la RS5 di Morbidelli che sfila così in quinta posizione proprio davanti al britannico Turkington. A farsi vedere è ancora Biagi, che all’ultima curva prima del rettifilo della partenza infila Berton e va a conquistare la terza posizione, durante la stessa manovra di sorpasso è scaltro anche Morbidelli che approfitta del largo della M3 del pilota del Team BMW Dinamic per sopravanzarlo. Poco dopo ad “infiammare” la tribuna davanti ai box è il contatto tra Andrea Bacci e Francesco Sini, con quest’ultimo costretto al ritiro dopo aver urtato la parte posteriore della Camaro. La muscle car ferma sull’erba chiama l’intervento in pista della safety-car, il tutto durante il quinto giro. Prima de llo sventolare della bandiera verde anche Domenico Schiattarella rientra in pit-lane per alcuni problemi al cambio della sua Lumina. Al restart Turkington passa la vettura gemella di Berton e si porta in sesta posizione, nel gruppo di testa invece Morbidelli restituisce il favore a Biagi e riconquista la terza piazza. Colpo di scena nelle battute finali con la Lexus che a seguito della rottura del motore perdeva olio in prossimità del tornantino stravolgendo le prime posizioni. Ferrara è bravo a tenere in pista la macchina e a mantenere la prima posizione, Berton riesce a passare sulla traiettoria giusta ed approfittando della confusione di alcune vetture costrette a manovre di contenimento per non insabbiarsi, si porta alle spalle della Mercedes Coupé. Biagi riprende la terza posizione seguito dal compagno di squadra Liuzzi. Ancora emozioni all’ultimo giro con Morbidelli su Liuzzi, con quest’ultimo costretto a cedere il passo al pesarese che chiude la gara così in quarta posizione.

Gara 1 (top 5):
1. Ferrara (Mercedes C63 AMG Coupé) 16 giri in 27’18.861;
2. Berton (BMW M3 E92) 1.874;
3. Biagi (Mercedes C63 AMG) 2.678;
4. Morbidelli (Audi RS5) 2.926;
5. Liuzzi (Mercedes C63 AMG) 5.202.

RUSLAN TSYPLAKOV E RICHARD WESTBROOK (FERRARI) DAVANTI A TUTTI ANCHE NEL SECONDO TURNO DI “LIBERE” DELLA GTSPRINT


Logo2013

IL TEAM UKRAINE SI ATTESTA COME LA SQUADRA DA BATTERE PER L’APPUNTAMENTO DI DONINGTON PARK

Donington Castle, 31 agosto 2013

In Inghilterra l’equipaggio Tsyplakow-Westbrook fa sul serio e dopo aver ben impressionato nel primo turno cronometrato della mattina, ha migliorato ulteriormente fermando le lancette sul miglior tempo di 1’28”565. Letteralmente “incollata” alla Ferrari 458 GT3 del Team Ukraine la Audi R8 LMS di Thomas Schöffler e Oliver Jarvis, staccata per soli nove millesimi.

tsyplakov-westbrook-01-donington2013

A conferma dell’ottimo stato di forma dei piloti della compagine ucraina, si aggiunge il terzo tempo conquistato da Andrii Kruglyk e Raffaele Giammaria, che insieme quest’anno hanno messo a segno un’importante vittoria sul tracciato di Brno. Quarto responso per la coppia Croce-Beretta sempre su Ferrari 458 GT3 (Ombra Racing Team), mentre sfila di una posizione rispetto al primo turno la Corvette Z06 R di Roberto Del Castello e Piero Necchi, quinti allo scadere del tempo.

Alcuni problemi allo splitter anteriore delle Porsche 997 di Gluaco Solieri hanno rallentato il portacolori del team Autorlando Sport che ha effettuato solo sei tornate.

Prove Libere 2 (top 5):
1. Tsyplakov-Westbrook (Ferrari 458 GTS3) 1’28”565;
2. Schöffler-Jarvis (Audi R8 LMS GTS3) 1’28”574;
3. Kruglyk-Giammaria (Ferrari 458 GTS3) 1’29”156;
4. Croce-Beretta (Ferrari 458 GTS3) 1’30”147.
5. Del Castello-Necchi (Corvette Z06 R GTS3) 1’31”046.

Banner

SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES: A DONINGTON VITANTONIO LIUZZI PRIMO NELLE PROVE LIBERE 2 DAVANTI AL COMPAGNO DI SQUADRA THOMAS BIAGI


Logo2013

COLIN TURKINGTON PORTA LA BMW DELLA SCUDERIA GIUDICI ALLE SPALLE DELLE MERCEDES UFFICIALI

Donington Castle, 31 agosto 2013

A Donington Vitantonio Liuzzi sale in cattedra nel secondo turno di prove libere e stacca il compagno di squadra Thomas Biagi per poco più di mezzo secondo. Dietro le due C63 AMG ufficiali (Mercedes-AMG Romeo Ferraris), il britannico Colin Turkington su BMW M3 E92 by Scuderia Giudici ha dato prova di essere particolarmente ispirato sul tracciato inglese dove è al debutto assoluto nella SUPERSTARS.

tonio-liuzzijpg-donington-2013

Non da meno è stata anche la prestazione di Francesco Sini, quarto con la Chevrolet Camaro (Solaris Motorsport) che sembra dare ottimi segnali di adattamento alla conformazione del circuito di Donington su cui la muscle car correrà per la prima volta proprio questo weekend. In ripresa Giovanni Berton quinto con la BMW M3 Team BMW Dinamic, che va a migliorare sostanzialmente i rilevamenti cronometrici fatti registrare nel turno precedente in cui era rimasto leggermente indietro. Alle spalle del pilota veneto si sono piazzati i due ex F1 Gianni Morbidelli (Audi RS5 Audi Sport Italia) e Domenico Schiattarella (Chevrolet Lumina), rispettivamente sesto e settimo al termine della sessione.

In evidenza anche Roberto Papini al rientro nella SUPERSTARS dopo più di un anno d’assenza, decimo con la Mercedes C36 AMG della Caal Racing con cui è stato preceduto dal compagno di squadra Andrea Bacci e dalla BMW M3 di Max Mugelli.

Da segnalare l’esposizione di una bandiera rossa da parte dei commissari di gara a seguito dell’arresto improvviso della Mercedes C63 AMG Coupé di Luigi Ferrara costretta al ritiro a causa di alcuni inconvenienti tecnici al motore.

Prove Libere 2 (top 5):
1. Liuzzi (Mercedes C63 AMG) 1’34”631;
2. Biagi (Mercedes C63 AMG) 1’35”157;
3. Turkington (BMW M3 E92) 1’35”228;
4. Sini (Chevrolet Camaro) 1’35”229;
5. Berton (BMW M3 E92) 1’35”889.

Banner

GTSPRINT INTERNATIONAL SERIES: A DONINGTON IL DUO TSYPLAKOV-WESTBROOK È IL PIÙ VELOCE AL TERMINE DELLE PROVE LIBERE 1


Logo2013

LA AUDI R8 LMS DI THOMAS SCHÖFFLER E OLIVER JARVIS INSEGUE LA ROSSA DI MARANELLO DEL TEAM UKRAINE

Donington Castle, 31 agosto 2013

E’ stata l’inedita coppia composta da Ruslan Tsyplakov e da Richard Westbrook a far segnare il migliore responso del primo turno di prove libere che ha dato il via al fine settimana di Donington.

Sul circuito d’oltremanica che ospita questo weekend il sesto degli otto doppi appuntamenti della GTSPRINT, i due piloti del Team Ukraine, che questo weekend può contare sull’esperienza dello stesso Westbrook, hanno stabilito il miglior tempo di 1’29.055 al volante della Ferrari 458 Italia GT3. Subito in evidenza anche Thomas Schöffler, il quale dovrà difendere il primato in classifica assieme ad un altro esordiente d’eccezione, l’inglese Oliver Jarvis. Alle spalle della R8 LMS Audi MTM si è portata l’altra Rossa di Maranello della compagine guidata da Andrea Quadranti affidata all’equipaggio formato da Andrii Kruglyk e Raffaele Giammaria.

tsyplakov-westbrook-donington2013

Pollice rivolto verso l’alto anche per la Corvette Z06 di Roberto Del Castello e Piero Necchi, quarti davanti alla Ferrari 458 Italia sempre in configurazione GT3 del Brasiliano Fernando Croce e del debuttante Matteo Beretta (Ombra Racing Team). Sesto tempo per la Porsche 997 di Glauco Solieri, che sul tracciato inglese dovrà faticare non poco per riconquistare il primo posto nella classifica generale, conteso proprio con Schöffler da cui è staccato per sole tre lunghezze. Bene anche l’altra coppia del Team Ombra Racing Cordoni-Mantovani (Ferrari 458 Italia) e Gianni Giudici (Ginetta G50 Scuderia Giudici), che hanno chiuso rispettivamente sul settimo ed ottavo responso della mattina.

Prove Libere 1 (top 5):
1. Tsyplakov-Westbrook (Ferrari 458 GTS3) 1’29”055;
2. Schöffler-Jarvis (Audi R8 LMS GTS3) 1’30”214;
3. Kruglyk-Giammaria (Ferrari 458 GTS3) 1’30”337;
4. Del Castello-Necchi (Corvette Z06 R GTS3) 1’30”993;
5. Croce-Beretta (Ferrari 458 GTS3) 1’31”032.

Banner

A DONINGTON PARK MERCEDES AL TOP CON BIAGI E LIUZZI DAVANTI A TUTTI NEL PRIMO TURNO DI PROVE LIBERE


Logo2013

BUONA LA PERFORMANCE DI FRANCESCO SINI, TERZO CON LA CAMARO DELLA SOLARIS MOTORSPORT

Castle Donington, 31 agosto 2013

Partito ufficialmente il weekend di Donington Park della SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES, con le due Mercedes C63 AMG di Thomas Biagi e Vitantonio Liuzzi ad imporre il ritmo sulle curve tecniche dello storico tracciato inglese.

Biagi, attuale leader della serie internazionale, ha chiuso in testa il primo turno di “libere”, dove a farsi trovare pronto è stato un velocissimo Francesco Sini, che con la Chevrolet Camaro della Solaris Motorsport si era portato alle spalle del portacolori della Mercedes-AMG Romeo Ferraris, per poi essere passato proprio negli ultimi secondi utili dall’altra berlina tedesca di Vitantonio Liuzzi.

thomas-biagi-donington-2013

A trovarsi subito a suo agio al volante della BMW M3 E92 (Scuderia Giudici) il debuttante Colin Turkington, atteso dai tanti fan locali già accorsi in autodromo che lo sosterranno per tutto il fine settimana. A piazzarsi quinto invece è stato Gianni Morbidelli alla guida della RS5 Audi Sport Italia, con cui il pluricampione SUPERSTARS ha collezionato la seconda doppietta dell’anno proprio nel round precedente di Portimão.

Bene anche Max Mugelli, al volante della prima delle M3 del Team BMW Dinamic con cui aveva occupato le posizioni di testa nelle fasi iniziali del turno cronometrato per poi chiudere sul sesto tempo. Settimo Luigi Ferrara con la Mercedes C63 AMG Coupé (R.R.T.), mentre a completare la top ten sono stati Mauro Trentin (BMW M3 Team BMW Dinamic), Domenico Schiattarella (Chevrolet Lumina Solaris Motorsport) e Andrea Bacci (Mercedes C63 AMG Caal Racing).

Prove Libere 1 (top 5):

1. Biagi (Mercedes C63 AMG) 1’34”917;
2. Liuzzi (Mercedes C63 AMG) 1’35”339;
3. Sini (Chevrolet Camaro) 1’35”844;
4. Turkington (BMW M3 E92) 1’35”932;
5. Morbidelli (Audi RS5) 1’36”139.

Banner

DOMANI PARTE IL WEEKEND DELLA SUPERSTARSWORLD SUL CIRCUITO DI DONINGTON PARK


Logo2013

SESTA TAPPA PER LE DUE SERIE INTERNAZIONALI PROMOSSE DALLA SWR CON I GIOCHI PER IL TITOLO SIA DELLA SUPERSTARS SIA DELLA GTSPRINT APERTI COME NON MAI

Castle Donington, 30 agosto 2013

Sesto atto della SUPERSTARSWORLD pronto ad andare in scena questo fine settimana sullo storico tracciato di Donington Park, dove dalla giornata di domani accenderanno i motori i bolidi da oltre 500 cavalli della SUPERSTARS e le vetture della GTSPRINT.

Lotta al vertice nella International Series tra la Mercedes C63 AMG ufficiale di Thomas Biagi e la Audi RS5 (Audi Sport Italia) di Gianni Morbidelli, che dopo ben quattro vittorie consecutive ha portato a sole tre lunghezze il distacco dal pilota bolognese. Anche Vitantonio Liuzzi (Mercedes AMG Romeo Ferraris) dalla terza posizione siede allo stesso tavolo dei contendenti al titolo 2013, dove oltre a Mercedes ed Audi figura anche la BMW con Giovanni Berton. Il giovane asso del Team BMW Dinamic, alla sua prima volta sul tracciato inglese dovrà guardarsi le spalle dagli attacchi di un velocissimo Luigi Ferrara, protagonista in questa stagione con l’unica Mercedes C63 AMG Coupè (R.R.T.). Dopo l’ottima performance di Zolder, rientra anche Domenico Schiattarella tra le fila della Solaris Motorsport di Roberto Sini, che metterà nuovamente a disposizione dell’ex F1 la Chevrolet Lumina oltre alla Camaro di Francesco Sini. Grande attesa per l&rsq uo;esordio nella serie dell’idolo locale Colin Turkington: il campione del BTCC sarà al volante di una M3 E92 della Scuderia Giudici, vettura che quest’anno è stata messa alla frusta da autentici assi del motorsport come Christian Klien e Renaud Kuppens. Sulla griglia di Donington torna in SUPESTARS Roberto Papini tra le fila della Caal Racing, la compagine guidata da Corrado Canneori oltre al pilota umbro potrà contare anche sulla vettura gemella (Mercedes C63 AMG) affidata ad Andrea Bacci. Pronte a scendere in pista anche le due BMW M3 di Max Mugelli e Mauro Trentin (Team BMW Dinamic), mentre a contendersi il primato nella classe Star Drivers saranno Gianni Giudici (BMW M3 Scuderia Giudici) e Francesco Ascani (BMW M3 Todi Corse). Confermano l’importante varietà di brand anche per la tappa d’oltremanica la Lexus ISF di Diego Romanini (MRT by Nocentini) e la Cadillac CTS-V della RC Motorsport.

STS-DONINGTON

In GTSPRINT duello Audi contro Porsche. In testa alla classifica generale il giovanissimo Thomas Schöffler, il quale con la R8 LMS della Audi MTM divisa questo fine settimana con l’esperto Oliver Jarvis, terzo anche quest’anno nella 24h di Le Mans proprio con una vettura di Ingolstadt, si trova davanti a Glauco Solieri (Porsche 997 Autorlando Sport) per soli tre punti. Pronta ad inserirsi tra le due GT tedesche la Corvette Z06 R della RC Motorsport di Roberto Del Castello e Piero Necchi, mentre sono pronte al via ben quattro Ferrari 458 Italia: due Rosse di Maranello schierate dal team Ombra Racing per il duo Cordoni-Mantovani e per Fernando Croce e l’esordiente Matteo Beretta. Altre due vetture di Maranello portano i colori del Team Ukraine, la prima per la coppia vincitrice del round di Brno composta dall’ucraino Andrii Kruglyk e dall’italiano Raffaele Giammaria e la vettura gemella di Ruslan Tsyplakov. Doppio impegno per Gianni Giudici ch e correrà anche nella GTSPRINT al volante di una Ginetta G50 GT4.

Copertura TV
Tanti gli appassionati inglesi attesi sulle tribune, ma per chi non potrà recarsi in autodromo questo fine settimana, tutte le gare della SUPERSTARSWORLD potranno essere seguite comodamente da casa su Motors TV UK in Inghilterra e su RAI SPORT 2 in Italia che propone il seguente palinsesto: collegamento con Gara 1 SUPERSTARS alle 19.00, mentre Gara 2 alle 20.00. Gara 1 GTSPRINT alle 21.05 e Gara 2 a partire dalle ore 22.20.

Banner

Spettacolo in Gara2 a Donington. Rea vincitore all’ultima curva


Jonathan Rea (Honda World Superbike Team) ha vinto nel finale la seconda gara del round di Donington, quinto del Campionato Mondiale eni Superbike, davanti a 48.500 spettatori.

Il campionato più spettacolare ha offerto uno show fantastico con cinque piloti di quattro Case diverse in lotta ad ogni curva. Il verdetto è arrivato all’ultima curva dell’ultimo giro: Marco Melandri (BMW Motorrad Motorsport) ha tentato l’attacco al compagno di squadra Leon Haslam, ma è finito largo creando scompiglio nel gruppo. Ne ha approfittato Jonathan Rea che, da quarto, ha prima infilato Max Biaggi (Aprilia Racing Team) e poi ha sfiorato Haslam facendogli perdere l’equilibrio. Haslam è a sua volta finito addosso a Melandri provocando la contemporanea uscita di scena delle due BMW che in gara 1 erano andate entrambe a podio……….

Articolo Completo: Jonathan Rea vince gara due all’ultima curva.

FONTE IMMAGINI e VIDEO: WORLDSBK.COM

Melandri e la sua BMW vincitori a Donington in Gara1


Marco Melandri (BMW Motorrad Motorsport) ha vinto a Donington la prima gara del quinto round del Campionato Mondiale eni FIM Superbike. E’ uno storico successo per la BMW che conquista la prima affermazione nel Campionato delle derivate dalla serie dove ha esordito nel 2009…..

Articolo Completo: Melandri scrive una nuova pagina di storia con la BMW.

FONTE e IMMAGINI e VIDEO: WORLDSBK.COM

SUPERBIKE NEWS


ll meteo sorride alla Superbike e sotto un cielo quasi sereno Jonathan Rea (Honda World Superbike Team) ha stabilito il giro veloce nella seconda e ultima sessione di prove libere in 1’28.857.

Il gruppo dei migliori si compatta ulteriormente: venerdi, dopo la qualifica uno, c’erano dodici piloti in un secondo, adesso i top ten sono divisi da appena cinque decimi. E’ un dato significativo perchè nelle libere 2 le squadre provano in configurazione da gara.

Avanza anche l’iridato Carlos Checa (Althea Racing) autore di un ottimo 1’28.905 davanti a Leon Haslam (BMW Motorrad), Jakub Smrz (Liberty Racing Team Effenbert) e Tom Sykes (Kawasaki Racing).

Articolo Completo: Jonathan Rea sale al vertice nelle seconde libere.

FONTE e IMMAGINI: WORLDSBK.COM

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: