Archivi Blog

MotoGP 2014: ALVARO BAUTISTA E SCOTT REDDING CONCLUDONO I TEST DI SEPANG RACCOGLIENDO DATI PREZIOSI


0_bau_hires

OFFICIAL GRESINI PRESS RELEASE – 6 Febbraio 2014

Si è conclusa oggi la tre giorni di prove della MotoGP sul circuito di Sepang: sia Alvaro Bautista che Scott Redding hanno continuato il lavoro impostato nei primi due giorni, raccogliendo dati preziosi in vista dei test che si terranno a fine mese nuovamente sul tracciato malese.

In sella alla Honda RC213V, Bautista ha provato diverse soluzioni di assetto alla ricerca di un maggior grip al posteriore: al momento lo spagnolo sta infatti faticando a sfruttare al cento per cento le nuove gomme Bridgestone per la stagione 2014, anche se il team, supportato da Showa, ha già alcune idee per progredire in vista dei prossimi test. 2’00”788 il miglior giro di Alvaro, in 63 giri totali. Sulla Honda RCV1000R, Redding ha completato una sessantina di giri con un miglior tempo di 2’02”833; il rookie inglese ha affrontato il primo vero test in MotoGP senza errori, prendendo confidenza con la moto e migliorando gradualmente i tempi: a fine mese riprenderà il lavoro su assetto e elettronica.

Il Team GO&FUN Honda Gresini tornerà in azione a Sepang per la tre giorni di test programmata per il 26, 27 e 28 febbraio.

ALVARO BAUTISTA (2’00″788 – 63 GIRI)
“Oggi abbiamo proseguito il lavoro fatto nei primi due giorni di test, sostanzialmente i nostri sforzi si sono concentrati nuovamente sulle sospensioni alla ricerca di una maggiore aderenza al posteriore e di un miglior feeling generale con la moto. È stato fatto un piccolo passo avanti rispetto a ieri, però non riusciamo ancora a sfruttare al massimo le nuove gomme Bridgestone: al momento ci offrono meno grip rispetto a quelle dello scorso anno e di conseguenza non riesco ancora ad agire sull’acceleratore come vorrei. Nei test in programma a fine mese lavoreremo tanto su questo aspetto. Dovremo migliorare anche sulla velocità sul giro secco: questa mattina ho montato la gomma morbida ma anche in questo caso non siamo riusciti a sfruttarla e non sono stato velocissimo. Per quanto riguarda il passo gara invece sono abbastanza soddisfatto, essendo riuscito a fare molti giri consecutivi vicini al mio miglior tempo. Il bilancio comunque è positivo: c’è ancora tanto lavoro da fare, ma sia noi che Showa abbiamo raccolto dati importanti in vista dei prossimi test”.

SCOTT REDDING (2’02″833 – 60 GIRI)
“Oggi ho potuto compiere un altro passo in avanti, sto imparando pian piano a far scivolare la moto per farla curvare meglio e in generale mi sento più a mio agio mentre guido. Purtroppo le condizioni difficili della pista nel pomeriggio non mi hanno permesso di migliorare molto i miei tempi, ma sono contento di come è andato il mio primo test con il team: nelle prossime prove a fine mese ci concentreremo sulle sospensioni e sull’affinamento dell’elettronica, in particolare del controllo di trazione”.

3_red_hires

FAUSTO GRESINI
“Sono stati tre giorni di test importanti, anche se la classifica non ci rende giustizia: purtroppo nei primi due giorni il programma di lavoro con Bautista è proseguito un po’ a rilento e quindi in questa ultima giornata non siamo essere riusciti ad essere competitivi come ci aspettavamo, anche se Alvaro ha già messo in mostra un buon passo. Non sono comunque preoccupato, ci aspetta un altro test a fine mese nel quale cercheremo di migliorare, soprattutto nella ricerca di più grip. Riguardo a Scott, il bilancio è positivo: non va dimenticato che è soltanto all’inizio di questa avventura; tre giornate di test su una MotoGP in una pista come Sepang non sono facili per un debuttante, ma Redding è migliorato giorno dopo giorno senza fare errori. Ci vorrà ancora un po’ di tempo per vedere tutto il potenziale suo e della RCV1000R”.

English Version:

ALVARO BAUTISTA AND SCOTT REDDING CONCLUDE SEPANG TEST COLLECTING VALUABLE DATA

Team GO&FUN Honda Gresini completed today an exhaustive three days of testing at the Sepang International Circuit. Both Alvaro Bautista and Scott Redding continued the work set in the first two days, collecting valuable data ahead of the next test to be held later this month, again on the Malaysian track.

Aboard his Honda RC213V, Bautista tried different set-up solutions looking for more traction: the Spaniard is struggling a little bit with the new Bridgestone tyres for the 2014 season, although the team, together with Showa, has already some ideas to improve. Alvaro signed off the three days of testing putting in 63 laps with a best time of 2’00”788. Scott signed off the test putting in 60 laps setting a best time of 2’02”833; the English rookie faced his first real test in MotoGP without making mistakes, getting to grips with the bike and gradually improving his lap times: later this month he will resume work on bike set-up and traction control.

The Team GO & FUN Honda Gresini will return to action at Sepang for the three-day test scheduled on 26th, 27th and 28th of February.

ALVARO BAUTISTA (2’00″788 – 63 LAPS)
“Today we continued the work done in the first two days of testing: basically our efforts were focused again on the suspension, looking for more grip on the rear and for an overall better feeling with the bike. We made a small step forward, but at the moment we still can not take full advantage of the new Bridgestone tyres; we have less grip than last year and as a result I still can not open the throttle as I would like. Later this month, in the next tests, we will work hard on this aspect. We also need to improve the speed on the single lap: this morning I put on the softer tyre, but we were not able to exploit it, and I was not very fast. However, I’m quite happy of my race pace, as I was able to do many consecutive laps close to my best time. My opinion on this first test is positive: there is still much work to do, but the team and Showa have collected valuable data for the upcoming test”.

SCOTT REDDING (2’02″833 – 60 LAPS)
“Today I was able to take another step forward: I am learning how to slide the bike to get it turned on exit and in general I felt more at ease while riding. Unfortunately, the difficult conditions of the track in the afternoon did not allow me to improve a lot of my lap time, but I’m happy with how my first test with the team went; later this month we will come back in Sepang, and we will continue to work on the suspension and on electronic set-up refinement, in particular traction control”.

FAUSTO GRESINI
“It’s been an important three-day test, although the final classification does not do justice to us; unfortunately we lost a bit of time in the first two days with Bautista, so in this last day we were not be able to be as competitive as expected, although Alvaro already showed a good pace. Anyway I’m not worried, we have another test later this month in which we will try to improve, especially for rear grip. With respect to Scott, the balance is positive: we must not forget that it’s only the beginning of this adventure. Three days of testing on a MotoGP bike on a track like Sepang is not easy for a rookie, but Redding has improved day after day without doing mistakes. It will take a little more time to see his full potential”.

Annunci

MotoGP


Nicky Haiden

Alvaro Bautista

Valentino Rossi

MotoGP: 60 immagini per raccontare un’emozione…e per ricordare il SIC


Malesia – Domenica 23 Ottobre 2011.
Sulla griglia di Sepang Marco aveva un asciugamano in testa, ed in mano un cartello che riportava l’indirizzo del suo nuovo sito web, Kate era al suo fianco. Lui, sereno e sorridente come sempre, con la sua simpatia che lo ha sempre contraddistinto.

Semaforo verde…appena due giri. Ciao Marco…

Credetemi quando dico che ho i brividi in questo momento. Ho scritto queste prime righe provando la stessa identica sensazione di quasi un anno fa…si è passato quasi un anno, ma Marco è sempre nel mio cuore, e nel cuore di tutti noi.

Italia – Venerdì 14 Settembre 2012.
Siamo a Misano Adriatico, 11 mesi dopo, sul circuito che porta il nome di Marco Simoncelli. E’ la prima volta dopo il tragico evento che il circus della MotoGP approda sulla pista della riviera romagnola, culla del motociclismo italiano, e la presenza del SIC è forte e tangibile ovunque. Il paddock si riempie pian piano di anime che portano nel cuore il suo ricordo, il suo sorriso, le sue partite a scopone scientifico. Ho provato a contare i cappellini con il numero 58 e le magliette con la sua “capoccia” piena di capelli che non so neanche come entrassero in quel casco, ma non ci sono riuscito, erano tantissime le persone che portavano un suo segno.

In poche parole…Misano si riempie di Marco.

Il compito di noi fotografi è di documentare un evento attraverso le nostre immagini, di far sentire chi le osserva parte integrante di quel mondo; ma è anche compito nostro far emergere quelle emozioni, quelle sensazioni e quei ricordi, che sono legate ad una particolare gara…e questa è proprio una di quelle gare. Il weekend finisce con un podio meraviglioso, che al SIC sarebbe sicuramente piaciuto tantissimo. Dietro Jorge finiscono, in ordine, il suo grande amico ed idolo di sempre Valentino Rossi, ed Alvaro Bautista, pilota del Team Gresini con il quale Marco ha corso, e con il quale ha portato la Honda al secondo posto sul podio in Australia.

Anche Michele Pirro, altro pilota del Team Gresini, dedica a Marco il suo secondo posto nella graduatoria delle CRT, definendo “FANTASTICA” la giornata… E guarda caso…lo scorso anno a Valencia Michele vince anche l’ultima gara della Moto2.
Quando si dice… il destino, vero?

Michele Pirro - Team Honda Gresini

Ed è per questo che ho deciso, a distanza di quasi un anno, e nel circuito a lui intitolato, di dedicare una galleria di immagini alla gara di Misano Adriatico, con la speranza ed il desiderio che possano raccontare quello splendido weekend, e che ci facciano portare sempre nel nostro cuore il ricordo di quel ragazzo con il numero 58, umile, sempre con il sorriso in volto, sempre disponibile…e che amava quello che faceva.

Ciao SIC…sempre nel cuore

GALLERIA IMMAGINI

Questo slideshow richiede JavaScript.

ARTICOLO e FOTOGRAFIE: Felice Monteleone

MotoGP: tutto facile per Lorenzo, Pedrosa out


Gara particolare quella di Misano Adriatico, che anche prima della partenza regala forti emozioni. Daniel Pedrosa che scatta dalla Pole accusa qualche problema tecnico ed è costretto a schierarsi a fine griglia. Allo start è il maiorchino Jorge Lorenzo a prendere la testa della gara, posizione che manterrà “facilmente” fino alla fine dei 27 giri in programma. Il suo diretto antagonista Daniel Pedrosa, dopo poche curve viene toccato da Hector Barbera finendo nella ghiaia della Quercia (una delle curve del circuito) la sua rincorsa al leader della classifica iridata. Dopo qualche giro è anche il turno dell’Inglese Cal Crutchlow, che abbandona la gara per una caduta

Ma non finisce qui. Un telaio leggermente rinnovato e nuovi accorgimenti tecnici, portano la Ducati DesmoSedici ed il suo cavaliere Valentino Rossi sul secondo gradino del podio. Per parecchi giri dopo il via, il pilota di Tavullia è stato tallonato dal Tedesco Stefan Bradl che però ha visto vanificarsi tutti i suoi tentativi di attacco, cedendo la terza piazza al pilota Spagnolo del Team Gresini Alvaro Bautista che nel frattempo si era sbarazzato anche di Andrea Dovizioso;

Dopo questa vittoria Jorge Lorenzo porta a 38 punti il vantaggio sul suo diretto inseguitore Daniel Pedrosa. A sole cinque gare dalla fine del campionato, la lotta al titolo iridato rimane aperta e sicuramente le sorprese non mancheranno.

GP APEROL DI SAN MARINO E RIVERA DI RIMINI
Classifica dopo 27 giri:

1° Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – 42’49.836
2° Valentino Rossi – Ducati Team – 42’54.234 + 4.398
3° Alvaro Bautista – San Carlo Honda Gresini – 42’55.891 + 6.055

Marco Simoncelli sarà sicuramente felice di vedere sul podio del circuito a lui intitolato, il suo idolo ed amico, e la moto con la quale ci ha regalato tantissime emozioni.
Ciao SuperSIC…….

GALLERIA IMMAGINI

Questo slideshow richiede JavaScript.

ARTICOLO E FOTOGRAFIE: Felice Monteleone

MotoGP: a Misano nella prima giornata di prove libere vince il maltempo


Tredicesima tappa del Motomondiale a Misano Adriatico: La mancanza del SIC si avverte forte nell’aria, ed il meteo non favorevole condiziona le prima giornata di prove libere. La pioggia intermittente, ed il forte vento hanno di fatto reso inutili le due sessioni di prove. I Top Rider della MotoGP hanno girato pochissimo.

 

Venerdì 14 Settembre 2012
E’ stata una di quelle giornate da dimenticare, una di quelle nelle quali saresti voluto rimanere a letto al caldo sotto le coperte, una di quelle giornate praticamente inutili. Siamo nella riviera romagnola, a Misano Adriatico, e questa è l’analisi, ed il risultato finale, della prima giornata di prove libere della tredicesima tappa della MotoGP.
Al Misano World Circuit Marco Simoncelli pioggia e vento, veri protagonisti dell’intera giornata, hanno di fatto reso inutile le due sessioni di prove libere, durante le quali i Top Rider della MotoGP sono rimasti quasi tutti nei box. Solamente alcuni rappresentanti della categoria maggiore sono scesi in pista, più che altro per avere un primo contatto con la pista, lasciando il viscido asfalto ai piloti di Moto2 e Moto3, che hanno dato vita a due interessanti e combattute sessioni di prove.

Durante la prima sessione di prove della mattina, un timido Valentino Rossi si affaccia sulla pista di Misano, percorrendo pochissimi giri per poi rientrare ai box. Anche il suo compagno di squadra Nicky Hayden, reduce dall’incidente di Indianapolis, ha percorso pochi chilometri per poi rientrare; insieme a loro fanno capolino anche Ben Spies del Team Yamaha Racing Factory, e Karel Abraham con la sua Ducati del Team Cardion AB Motoracing.
Nella seconda sessione del pomeriggio, anche Stefan Bradl (Team LCR Honda), Alvaro Bautista (Team Gresini Honda) e Jonathan Rea (che sostituisce l’infortunato Casey Stoner), fanno la loro apparizione,seppur per pochissime tornate, sul circuito di Misano. I due contendenti al titolo mondiale (Jorge Lorenzo e Daniel Pedrosa) non sono scesi in pista in nessuna della due sessioni di prove.

In ogni caso, gli spettatori paganti hanno senza dubbio potuto apprezzare la “bagarre” tra i piloti delle due categorie inferiori.
Al momento le previsioni meteo fanno ben sperare per la giornata di domani, e sicuramente avremo modo di assistere a duelli molto interessanti.

ARTICOLO e FOTOGRAFIE: Felice Monteleone

MotoGP – Bautista and Lorenzo crash


motogp.com · Avaro Bautista, Jorge Lorenzo, San Carlo Honda Gresini, Yamaha Factory Racing, Assen RAC.

SUORCE & CREDITS: MOTOGP.COM

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: