Archivi Blog

GIANNI MORBIDELLI PARLA “DA CAMPIONE”: IL VINCITORE DELLA SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES 2013 RACCONTA LE SUE SENSAZIONI DOPO AVERE CONQUISTATO IL TITOLO A VALLELUNGA


Banner

IL PESARESE DELLA AUDI È STATO PROTAGONISTA DI UNA STAGIONE DIFFICILE MA ALLA FINE TRIONFALE

Roma, 16 ottobre 2013

Sei vittorie, una pole, due secondi ed altrettanti terzi posti. L’ultimo di questi messo a segno a Vallelunga, dove si è definitivamente laureato campione della INTERNATIONAL SERIES 2013. Quello conquistato sul circuito romano da Gianni Morbidelli, è stato il suo quinto titolo della SUPERSTARS. Il pesarese della Audi, attualmente secondo nella classifica della serie tricolore, a soli quattro punti dal leader Vitantonio Liuzzi (Mercedes), una volta di più si è confermato protagonista assoluto nel campionato riservato alle potenti V8. A Franciacorta, tra meno di due settimane, il 26 e 27 ottobre, l’ultimo atto di un’annata emozionante.

Ma intanto, proprio con Morbidelli, abbiamo provato a “visionare” velocemente il film di questa stagione…

“Il 2013 per noi era partito in salita. A Brno e allo Slovakia Ring ho dovuto incassare due ritiri. Questo ha permesso ai miei diretti rivali della “Mercedes” di guadagnare punti importanti e prendere nei miei confronti un buon vantaggio in campionato. Sicuramente si è trattato del momento più duro per la squadra Audi, ma ci siamo motivati a vicenda facendo anche forza sulle grandi potenzialità della vettura. Così sono arrivate una vittoria dopo l’altra, fino a giungere al penultimo appuntamento di Imola, dove io e Thomas Biagi ci presentavamo a pari punti. In Emilia siamo stati protagonisti di uno dei duelli più esaltanti di tutto l’anno e alla fine sono riuscito a spuntarla. Giungere all’ultimo appuntamento di Vallelunga con un divario di 33 lunghezze a mio favore, mi ha permesso di amministrare il terzo posto di Gara 1, che alla fine &e grave; stato sufficiente a consegnarmi il titolo con una gara d’anticipo”.

Quali sono state, in quel momento le tue sensazioni?

“È stato davvero emozionante, davanti ad un pubblico talmente numeroso, festeggiare una vittoria così prestigiosa come quella della serie internazionale. Ci tengo a sottolineare che questo risultato è frutto del lavoro di tutta la squadra, in cui ogni cosa ha funzionato sempre alla perfezione, anche grazie al forte legame di amicizia che ci unisce! Penso che ciò abbia rappresentato una marcia in più per tutti noi…”.

A Franciacorta potesti anche mettere a segno il titolo italiano SUPERSTARS. Sarebbe la tua stagione perfetta…

“Il titolo tricolore rappresenterebbe la famosa “ciliegina sulla torta”. Ci proveremo, ma l’importante in questa occasione sarà divertirmi”.

Cosa vorrà fare Gianni Morbielli dopo aver vinto il titolo?

“Paradossalmente questo è il momento più difficile, perché a riflettori spenti si deve lavorare molto per la stagione successiva. Ancora non so dove mi porterà il 2014. Ci sono diverse opzioni che sto valutando minuziosamente. Per il momento ho deciso di concedermi un bel po’ di sano golf, sport che pratico da diverso tempo e che mi aiuta molto in termini di concentrazione anche quando indosso la tuta ed il casco. Poi si vedrà…”.

MEDIA GALLERY

B10I9832

B10I9856

BO4I0006

BO4I9567

Logo2013

Annunci

A VALLELUNGA SFIDA FINALE PER LA STAGIONE 2013 DELLA SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES E DELLA GTSPRINT


Banner

IL TRACCIATO ROMANO INCORONERÀ I NUOVI CAMPIONI: LOTTA IN SUPERSTARS TRA MORIBIDELLI (AUDI) E BIAGI (MERCEDES). NELLA GTSPRINT CONFRONTO TEUTONICO TRA LA R8 LMS DI SCHOEFFLER E LA 997 GT3 DI SOLIERI… MA ATTENZIONE AI “TERZI INCOMODI”

Roma, 9 ottobre 2013

La SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES e la GTSPRINT sono pronte per l’epilogo della stagione 2013 sul tracciato di Vallelunga, con i giochi ancora aperti per il titolo in entrambe le serie.

superstars-international-seriesjpg

Nella SUPERSTARS, dopo la gara di Imola a portarsi in testa alla classifica internazionale è stato Gianni Morbidelli con la Audi RS5, che arriverà a questo ultimo appuntamento con 33 punti di margine sulla C63 AMG di Thomas Biagi, portacolori della squadra della Stella a Tre Punte (Mercedes AMG-Romeo Ferraris). Alle spalle dei due sfidanti – quattro titoli per l’ex F1 in SUPERSTARS e due per il pilota bolognese – è pronto a scendere in pista Vitantonio Liuzzi, terzo in campionato, anche lui al volante di una berlina di Stoccarda ufficiale con cui detiene la testa della classifica tricolore contesa proprio con Morbidelli e Biagi. Grande entusiasmo nel team Solaris Motorsport dopo il primo podio della Chevrolet Camaro conquistato sul tracciato del Santerno, dove sotto una pioggia incessante uno straripante Francesco Sini ha tagliato il traguardo in terza posizione. Team BMW Dinamic al completo sul tracciato romano, con Giovanni Berton vera rivelazione di questo 2013, dal momento che il veneto ha centrato fino ad ora due importanti successi, a Brno e allo Slovakia Ring. Sulle altre due M3 E92 della compagine capitanata da Maurizio Lusuardi, si vedranno nuovamente al via Max Mugelli e Mauro Trentin. Dopo aver convinto tutti in occasione del precedente appuntamento di Imola, confermata è la presenza Davide Di Benedetto, sempre su un’Audi RS5 ufficiale. A non mancare sarà anche la Caal Racing di Corrado Canneori, che affiderà come di consueto una Mercedes C63 AMG ad Andrea Bacci e l’altra a Leonardo Baccarelli. Completeranno lo schieramento la Chrysler 300 C di Alessandro Battaglin (Batt Promotion), la BMW M3 E92 di Gianni Giudici e la C63 AMG preparata dal R.R.T. di Giuseppe Cipriani.

In GTSPRINT sfida “Made in Germany” tra la Audi R8 LMS (Audi MTM) del tedesco Thomas Schoeffler e l’alfiere del Team Autorlando Sport, Glauco Solieri, su Porsche 997. Tra i due è pronto ad inserirsi anche l’ucraino Andrii Kruglyk (in coppia con Raffaele Giammaria) sulla Ferrari 458 Italia del Team Ukraine, squadra attualmente in vetta alla classifica Team con 195 punti, primato contesto proprio dalla Autorlando Sport, a quota 194, e dallo stesso Audi MTM (175 punti). Dopo il successo ottenuto a Imola, sempre tra le fila del team Audi MTM figurerà ancora lo svedese Johan Kristoffersson, mentre la compagine di Andrea Quadranti potrà contare anche su Ruslan Tsyplakov, anche lui su Ferrari 458 Italia GT3. Vettura portata in pista anche dall’Ombra Racing Team, che schiererà due equipaggi: Cordoni-Mantovani e Croce-Beretta, mentre è atteso anche il duo Garelli-Cerati in forze al team MP1 Corse. Ritorno sul tracc iato di “casa” per la Scuderia Baldini 27 Network con Lorenzo Casè e Paolo Ruberti, sempre su una Rossa del Cavallino, mentre nel GTS Cup Trophy al volante di una Ferrari 430 ci saranno Cesare Balistreri e Lorenzo Spagnoli. Nello stesso raggruppamento ci saranno anche due Porsche 997, la prima della Antonelli Motorsport con Cristian Passuti e Angelo Proietti, mentre Emanuele Romani guiderà una “supercar” di Stoccarda preparata dalla M Racing.

A rendere ancora più unico l’evento SWR sarà la Formula 3 European Series, campionato in cui Raffaele Marciello (pilota della Ferrari Driver Academy) e Felix Rosenqvist si giocheranno il tutto per tutto proprio in Italia.

“Siamo entusiasti della seconda gara italiana della FIA Formula 3 European Championship, che sarà disputata per l’appunto a Vallelunga – ha dichiarato Gerhard Berger, Presidente della FIA Single Seat Commission – Finalmente la Formula 3 tornerà sul tracciato romano dopo 30 anni. In termini di copertura TV e come presenza di pubblico sulle tribune è un vantaggio per la nostra categoria correre insieme all’ultimo round della SUPERSTARSWORLD, che in Italia rappresenta un grande evento. La maggior parte dei nostri piloti correrà per la prima volta su questo tracciato e questa sarà l’occasione giusta per imparare un nuovo circuito dove ci aspettiamo tre gare entusiasmanti. Saranno tutti emozionati per l’avvicinarsi del finale di stagione con il vincitore del titolo che verrà premiato con un test della Scuderia Ferrari F1”.

Appuntamento in TV per le dirette della SUPERSTARS su RAI SPORT 2 con Gara 1 alle ore 11.50 e Gara 2 alle 16.00. La GTSPRINT invece verrà proposta alle 17.20 ed alle 23.00 sempre sulla stessa emittente.

Dopo il successo dei 33.000 spettatori che hanno colorato le tribune del circuito situato alle porte di Roma nel 2012, anche quest’anno è partita la campagna del Free Ticket. Scaricando il voucher dal sito superstarsworld.com si avrà la possibilità di accedere liberamente alla tribuna e assistere ad uno degli eventi più seguiti del motorsport dei nostri tempi.

Logo2013

A DONINGTON LUIGI FERRARA CELEBRA IL SUO PRIMO SUCCESSO STAGIONALE NELLA SUPERSTARS CON LA MERCEDES C63 AMG COUPE’ DEL R.R.T.


Banner

GIOVANNI BERTON (BMW) E THOMAS BIAGI (MERCEDES) COMPLETANO IL PODIO DI GARA 1

Castle Donington, 1 settembre 2013

Grande prova di Luigi Ferrara nella prima gara SUPERSTARS del fine settimana di Donington. Il portacolori del team R.R.T. dopo aver messo a segno la pole, nonostante i problemi riscontrati nelle prove libere dove la squadra romana aveva dovuto addirittura sostituire il motore della Mercedes C63 AMG Coupé, è stato protagonista assoluto del primo start della giornata in cui ha tenuto il comando dal primo all’ultimo giro.

luigi-ferrara-donington-2013-01

Non poteva andare meglio di così a Giovanni Berton (BMW M3 Team BMW Dinamic), abile nello sfruttare una perdita d’olio della Lexus (MRT By Nocentini) di Diego Romanini, che ha permesso al pilota vento di sopravanzare i piloti che lo precedevano e di portarsi dritto verso la conquista della medaglia d’argento. Costante anche il leader della classifica internazionale Thomas Biagi, che con il terzo posto di oggi può festeggiare l’ottavo podio stagionale con la Mercedes C63 AMG ufficiale. Ottima la corsa di Gianni Morbidelli su Audi RS5 (Audi Sport Italia), che nonostante i 60 kg di zavorra e l’intervento del Bop è riuscito a chiudere sulla quarta piazza davanti all’ex F1 Tonio Liuzzi (Mercedes C63 AMG).

Da evidenziare sia la buona gara della Lexus di Diego Romanini, che aveva orbitato nella top-ten prima della rottura del motore nelle fasi finali della gara, sia la performance del debuttante Colin Turkington (BMW M3 Scuderia Giudici), sesto per quasi tutta la corsa prima di essere coinvolto in un contatto che ha visto chiudere anzitempo la sua gara.

CRONACA. Allo scattare del semaforo verde Ferrara tiene saldamente la prima posizione seguito dall’alfiere della Mercedes-AMG Romeo Ferraris Liuzzi e dalla BMW di Berton. Protagonista subito Biagi che scavalca la RS5 di Morbidelli che sfila così in quinta posizione proprio davanti al britannico Turkington. A farsi vedere è ancora Biagi, che all’ultima curva prima del rettifilo della partenza infila Berton e va a conquistare la terza posizione, durante la stessa manovra di sorpasso è scaltro anche Morbidelli che approfitta del largo della M3 del pilota del Team BMW Dinamic per sopravanzarlo. Poco dopo ad “infiammare” la tribuna davanti ai box è il contatto tra Andrea Bacci e Francesco Sini, con quest’ultimo costretto al ritiro dopo aver urtato la parte posteriore della Camaro. La muscle car ferma sull’erba chiama l’intervento in pista della safety-car, il tutto durante il quinto giro. Prima de llo sventolare della bandiera verde anche Domenico Schiattarella rientra in pit-lane per alcuni problemi al cambio della sua Lumina. Al restart Turkington passa la vettura gemella di Berton e si porta in sesta posizione, nel gruppo di testa invece Morbidelli restituisce il favore a Biagi e riconquista la terza piazza. Colpo di scena nelle battute finali con la Lexus che a seguito della rottura del motore perdeva olio in prossimità del tornantino stravolgendo le prime posizioni. Ferrara è bravo a tenere in pista la macchina e a mantenere la prima posizione, Berton riesce a passare sulla traiettoria giusta ed approfittando della confusione di alcune vetture costrette a manovre di contenimento per non insabbiarsi, si porta alle spalle della Mercedes Coupé. Biagi riprende la terza posizione seguito dal compagno di squadra Liuzzi. Ancora emozioni all’ultimo giro con Morbidelli su Liuzzi, con quest’ultimo costretto a cedere il passo al pesarese che chiude la gara così in quarta posizione.

Gara 1 (top 5):
1. Ferrara (Mercedes C63 AMG Coupé) 16 giri in 27’18.861;
2. Berton (BMW M3 E92) 1.874;
3. Biagi (Mercedes C63 AMG) 2.678;
4. Morbidelli (Audi RS5) 2.926;
5. Liuzzi (Mercedes C63 AMG) 5.202.

SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES: GIANNI MORBIDELLI PUNTA SUL PROSSIMO APPUNTAMENTO DI BRNO PER RIPORTARE SUL PODIO LA RS5 DEL TEAM AUDI SPORT ITALIA


Logo2013

IL PLURICAMPIONE SUPERSTARS AMBISCE AL TITOLO 2013 AL VOLANTE DELLA BERLINA DI INGOLSTADT

Roma, 24 aprile 2013

Quattro titoli nella SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES (due messi a segno proprio con i colori di Audi Sport Italia, nel 2007-2008): per Gianni Morbidelli quello nella categoria riservata alle vetture da oltre 500CV è un “capitolo” in cui rimangono ancora tanta pagine da riempire, dopo essere stato indiscusso protagonista anche nel corso della passata stagione in cui è riuscito a conquistare due strepitose doppiette sul circuito di Donington Park e nella prestigiosa cornice di Spa-Francorchamps.

L’ex pilota di F.1 (67 corse disputate nella massima categoria, con un’importante parentesi in Ferrari, sia come collaudatore, che in qualità pilota titolare nel Gran Premio d’Australia del 1991), anche quest’anno ha confermato la sua presenza nella serie organizzata da SWR, ancora al volante dell’Audi RS5 con cui ha già mostrato di fare sul serio in occasione dello “start” stagionale di Monza. Sul tracciato brianzolo, noto per non essere particolarmente adatto alle prestazioni della vettura della Casa dei quattro anelli, il driver pesarese ha ben impressionato per essersi portato a ridosso del podio in entrambe le gare.

gianni-morbidellijpg_resize

“Sulla carta Brno dovrebbe essere un circuito che si avvicina maggiormente alle caratteristiche tecniche della nostra vettura. – ha dichiarato Morbidelli – Ma ci renderemo conto del nostro vero potenziale solo una volta scesi in pista. A Monza le Mercedes hanno fatto vedere che avevano un passo in più e sono sicuro che avranno da dire la loro anche nei prossimi appuntamenti. Per questa stagione abbiamo ambizioni molto alte, nel 2012 ho collezionato belle vittorie, ma una serie di sfortune non mi hanno permesso di lottare per il titolo, adesso puntiamo al riscatto”.

Banner

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: