Archivi Blog

MAX MUGELLI (BMW) LANCIA LA SFIDA PER IL PROSSIMO ROUND DI IMOLA DELLA SUPERSTARS DOVE PUNTA ANCORA AL PODIO


Banner

L’ALFIERE DEL TEAM BMW DINAMIC POSITIVO PER IL FINALE DI STAGIONE DELLA SERIE INTERNAZIONALE

Roma, 10 settembre 2013

L’ultimo appuntamento della SUPERSTARS di Donington Park, oltre a celebrare le vittorie di Luigi Ferrara (Mercedes C63 AMG Coupé R.R.T.) e di Gianni Morbidelli (Audi RS5 Audi Sport Italia), ha visto il ritorno sul podio di Max Mugelli che ha conquistato la terza posizione in Gara 2 alla guida di una BMW M3 E92 del Team BMW Dinamic.

max-mugelli-1024

l portacolori della Casa dell’Elica ha raccontato il suo weekend inglese e le sue aspettative sugli ultimi due appuntamenti di Imola (29 settembre) e Vallelunga (13 ottobre).

“Finalmente è arrivato il podio – ha esordito Max Mugelli – Dall’inizio di quest’anno sapevo che avevamo tutte le carte in regola per giocarci le prime tre posizioni, ma per una serie di sfortune non eravamo ancora riusciti a concretizzare il tanto lavoro svolto da me e dal team. Ci tengo a ringraziare il Team BMW Dinamic che ha preparato una vettura estremamente competitiva, lo testimonia il fatto che ad oggi non abbiamo riscontrato nessun problema tecnico. Con tutto me stesso ho cercato questo risultato, non è stato un momento facile per la mia carriera, ma in Inghilterra ho fatto vedere di cosa sono capace. In Gara 2 la mia M3 è stata la più veloce tra le BMW. Stare davanti al campione BTCC Colin Turkington, che a Donington giocava in casa, mi ha davvero stimolato per dare il massimo. Nelle prossime due tappe si torna in Italia, Imola e p oi Valleunga. Quest’ultima penso sia più adatta alle caratteristiche della nostra vettura, ma ce la metterò tutta per salire ancora sul podio a partire dal circuito del Santerno, dove do appuntamento a tutti i fan della SUPERSTARS”.

Logo2013

GTSPRINT INTERNATIONAL SERIES: PARTE IL “COUNTDOWN” PER LA GRANDE SFIDA DI BRNO DEL 19 MAGGIO DOVE SCENDERANNO IN PISTA PILOTI INTERNAZIONALI E NUOVI TEAM


Logo2013

OLTRE AI NUMEROSI “BRAND” GIA’ PRESENTI COME AUDI, CORVETTE, FERRARI, MASERATI E PORSCHE SI AGGIUNGONO PER LA TAPPA CECA LA BMW CON L’ALPINA B6 DEL TEAM RACING TREVOR E LA DODGE VIPER DELLA LMS RACING

Roma, 30 Aprile 2013

Dopo un entusiasmante avvio di stagione andato in scena sullo storico tracciato di Monza, dove si sono alternati sul gradino più alto del podio i due Talkanitsa (padre e figlio), su Ferrari 458 Italia AF Corse, ed il duo Del Castello-Necchi, su Corvette Z06 R (RC Motorsport), la GTSPRINT INTERNATIONAL SERIES è pronta ad affrontare il secondo appuntamento di questo 2013 nell’inedita cornice di Brno, il prossimo 19 maggio dove oltre alle numerose vetture già confermate altri team sono in via di definizione.

gtsprint-international-series_resize

Per l’occasione sono attese tante novità importanti: prenderà parte, infatti, per la prima volta alla serie targata SWR, la BMW Alpina B6 (Racing Trevor), che entrerà nel raggruppamento GTS Open, affidata alla coppia ungaro-slovacca composta da Attila Barta e Miro Konopka. Entrambi vantano una consolidata esperienza nelle gare endurance, con lo stesso Konopka autore della vittoria alla 24 Ore di Barcellona (Classe 997) messa a segno proprio lo scorso anno. Oltre alla vettura della Casa dell’Elica, si aggiungerà all’importante presenza di “brand” la Dodge Viper, che già nel 2012 aveva lasciato il segno in GTSPRINT con il finlandese Antti Buri, autore di una condotta perfetta a Spa-Francorchamps dove aveva chiuso Gara 2 davanti al campione in carica Andrea Palma. Sale l’attesa anche per la seconda Ferrari 458 Italia GTS3 che verrà portata in pista dal team Ombra Racing, che oltre a disporre di un equi paggio di peso come quello composto dal campione di classe Mario Cordoni e dal suo coéquipier Massimo Mantovani, vedrà nel proprio box una seconda 458 Italia per il sudamericano Fernando Croce, proveniente dal Campionato GT3 brasiliano a cui ha preso parte su Corvette lo scorso anno. Raddoppia anche il Team Ferrari Ukraine, già protagonista a Monza con i due ucraini Ruslan Tsyplakov e Andrii Kruglyk, che potranno contare sull’esperienza di Raffaele Giammaria, pronto ad indossare nuovamente tuta e casco per l’appuntamento di Brno. Nel GTSCup Trophy il team Heaven Motorsport farà scendere in pista una seconda Porsche 997 per l’italiano Stefano Sala e l’ecuadoriano Sebastian Merchan. Un’altra “supercar” della Casa di Stoccarda verrà schierata sulla linea di partenza dalla compagine bergamasca dell’Autorlando Sport, la quale vedrà al via anche il suo driver di punta Glauco Solieri.

Confermata invece la presenza di Roberto Del Castello, vincitore di Gara 2 di Monza al volante della Corvette Z06 della squadra romana RC Motorsport, così come la Ferrari 458 del Dino and Co Racing Team di Patrik Tkac e la vettura gemella di Lubomir Jakubik (Scuderia Praha). Dopo il podio conquistato sul tracciato brianzolo, tornerà in pista anche lo Swiss Team di Guido Bonfiglio alla guida della velocissima Maserati Granturismo MC GT3 il campione SUPERSTARS Max Pigoli e il toscano Andrea Dromedari. Non mancherà neppure l’Audi R8 del Team Audi MTM, con i due piloti tedeschi Oliver Mayer e il giovane Thomas Schöffler.

I numerosi fan della Serie sono dunque attesi per un intenso palinsesto di eventi sulle tribune e non solo. Anche in occasione del prossimo appuntamento, sarà presente l’imponente struttura del Paddock Show, luogo di intrattenimento e interazione tra il pubblico ed i campioni della GTSPRINT. Chi non potrà recarsi in autodromo, avrà la possibilità di seguire le gare comodamente da casa grazie alla copertura proposta da RAI SPORT.

Banner

GTSPRINT INTERNATIONAL SERIES: LO “SQUADRONE” AF CORSE PRONTO A SCENDERE IN PISTA A MONZA CON QUATTRO FERRARI 458 ITALIA


DOPO I TEST UFFICIALI DI MONZA, LA COMPAGINE DI AMATO FERRARI TORNERA’ SUL TRACCIATO BRIANZOLO PER LA PRIMA GARA STAGIONALE IL PROSSIMO 7 APRILE

Roma, 28 Marzo 2013

Lo “squadrone” della AF Corse è pronto ad inaugurare la stagione 2013 della GTSPRINT INTERNATIONAL SERIES con ben quattro Ferrari 458 Italia, tre GTS3 ed una GTS2.

gtsprint-international-series_resize

Proprio al volante di quest’ultima si alternerà la coppia bielorussa formata da Alexander Talkanitsa e Alexander Talkanitsa Jr. (rispettivamente padre e figlio), protagonisti nel Winter Series GT Open in cui hanno messo a segno da poco due vittorie su quattro. Oltre alla 458 GTS2, una delle GTS3 sarà affidata al consolidato duo composto da Claudio Sdanewitsch e Michele Rugolo, equipaggio di assoluto rilievo formato dal pilota tedesco e da quello italiano che dal 2011 si è messo in luce sempre nell’International GT Open. Una seconda rossa di Maranello, compresa nello stesso raggruppamento, vedrà alternarsi alla guida negli appuntamenti da 60’ della GTSPRINT, i tailandesi Pasin Lathouras e Tanakorn Ramindra.

Al volante dell’ultima 458 (GTS3), schierata dal Team Ferrari Ukraine (squadra che vanta il supporto tecnico della AF Corse), ci saranno invece Andrii Kruglyk e Ruslan Tsyplakov, che godranno del supporto di un pilota dalla grande esperienza: Raffaele Giammaria. Quest’ultimo nel ruolo di “driver coach” aiuterà l’equipaggio del team ucraino nelle preparazione della vettura, affiancandolo in tutti i weekend.

“Il format che avrà quest’anno la GTSPRINT ci piace molto. – ha dichiarato Amato Ferrari (Team Manager AF Corse) – Rientrare nuovamente a far parte della GTSPRINT INTERNATIONAL SERIES è indubbiamente una certezza dal punto di vista mediatico e della promozione. Sarà bello vedere ancora una volta Monza con gli spalti pieni di appassionati che sosterranno i nostri piloti”.

Banner

SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES: JOHAN KRISTOFFERSSON CON LA PANAMERA DEL TEAM PETRI CORSE PER LA STAGIONE 2013


IL CAMPIONE IN CARICA DELLA SERIE TARGATA SWR, PROTAGONISTA NEI TEST UFFICIALI DI MONZA DOVE HA PROVATO PER LA PRIMA VOLTA LA PORSCHE CON CUI DOVRÀ DIFENDERE IL TITOLO

Monza, 27 Marzo 2013

In occasione dei test ufficiali della SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES, di scena quest’oggi sul circuito di Monza, è stata annunciata un’importante novità: Johan Kristoffersson correrà sotto i colori del team Petri Corse per la stagione 2013.

Lo “svedese dallo sguardo di ghiaccio”, che nel 2012 aveva messo tutti dietro sia nella serie internazionale che in quella italiana, difenderà quest’anno il titolo al volante della Porsche Panamera S, vettura completamente riassemblata dalla compagine che fa capo a Simone Petri, che a sua volta schiererà anche due Porsche 997 nella GTSPRINT INTERNATIONAL SERIES.

johan-kristofferssonjpg_resize

La berlina tedesca tornerà quindi in pista dopo aver impressionato tutti nel 2010, anno in cui con Fabrizio Giovanardi era salita per ben quattro volte sul gradino più alto del podio. Al fianco di Kristoffersson ci sarà Massimiliano Fantini, anche lui presente nei test ufficiali al volante della seconda Panamera, con cui ha percorso una serie di tornate, nell’ottica di affinare la vettura per la prima gara di Monza in programma il prossimo 7 aprile.

“Ho mantenuto la promessa! Al volante della Panamera ho portato un vero campione – ha dichiarato Simone Petri, team manager del Petri Corse – Stiamo lavorando tantissimo per rendere la vettura competitiva. Monza è il nostro secondo test dopo quello di Cremona, dove abbiamo rivolto principalmente la nostra attenzione sull’assetto della vettura. Adesso dobbiamo concentrarci sul motore, anche se le caratteristiche delle nostre Porsche sposano maggiormente i circuiti guidati. A Monza non avremo vita facile”.

Dopo i primi giri abbiamo chiesto a Kristoffersson le sue impressioni sulla Panamera.

“Per me si tratta indubbiamente di una nuova sfida. Mi è piaciuto subito il modo di lavorare del team, molto professionale e con le idee ben chiare. Qui a Monza è stata la prima volta che ho potuto provare la Panamera, nei giorni scorsi avevamo esclusivamente predisposto il sedile e la pedaliera. Sicuramente non posso sbilanciarmi in un giudizio dopo pochi giri, ma penso che anche quest’anno potrò divertirmi. Ora siamo concentrati nel cercare di essere al massimo per la prima gara che è davvero vicina. Farò il possibile per difendere il titolo”.

Banner

GTSPRINT INTERNATIONAL SERIES: Il TEAM SWISS MASERATI CORSE PRONTO A SCHIERARE IN PISTA DA MONZA UNA GT MC3 PER L’EQUIPAGGIO COMPOSTO DA ANDREA DROMEDARI E MAX PIGOLI


LA VETTURA DELLA CASA DEL TRIDENTE SARÀ PRESENTE FIN DAL PRIMO APPUNTAMENTO STAGIONALE

Roma, 21 Marzo 2013

A poco più di due settimane dal primo semaforo verde dell’anno, la GTSPRINT INTERNATIONAL SERIES annuncia tra le tante squadre di rilievo a livello europeo pronte a scendere in pista in questo 2013, anche il Team Swiss Maserati Corse.

La compagine svizzera, con a capo Guido Bonfiglio, sarà presente già dalla gara inaugurale di Monza, schierando una Maserati GT MC3. La vettura modenese, che aveva esordito davanti ai 33.000 spettatori di Vallelunga mettendo subito a segno una strepitosa vittoria con Alessandro Pier Guidi, anche quest’anno prenderà parte alla serie targata SWR con un equipaggio di primo piano. Al via si alterneranno infatti Max Pigoli ed Andrea Dromedari, entrambe già compagni di squadra nel 2011 in SUPERSTARS.

Maserati-Gtmc3

Per Pigoli si tratterà di una nuova sfida dopo tanti anni passati nella serie internazionale in cui ha lasciato scritto il suo nome nell’albo d’oro nel 2006, quando ha conquistato il titolo con la Jaguar. Il suo coéquipier farà invece il suo ritorno nel campionato dopo avervi preso parte proprio nella prima edizione del 2010 con una Ferrari 430, chiudendo la stagione a ridosso della “top-ten”.

“Sicuramente sarà una nuova sfida. – ha commentato Max Pigoli – dopo tanti anni in SUPERSTARS, in cui non sono di certo mancate le soddisfazioni, quest’anno mi si è presentata una gran bella opportunità. Il prestigio del marchio Maserati mi dà uno stimolo in più nel cercare di dare il massimo. Non nascondo il nostro obiettivo, che è quello e di stare davanti e di fare tutta la stagione in GTSPRINT. Ho avuto modo di testare la GT MC3 al Mugello pochi giorni fa. Nonostante le condizioni atmosferiche non siano state dalla nostra parte, ho sentito da subito un ottimo feeling con la vettura. Le impressioni sono state tutte positive. Lunedì prossimo saremo a Vallelunga per un altro test e faremo il possibile per essere presenti anche il 27 ai test ufficiali di Monza”.

Non vedo l’ora di tornare a gareggiare in GTSPRINT. – ha esordito Andrea Dromedari – Nel 2010 potevo competere per la parte alta della classifica, ma episodi sfortunati non mi hanno permesso di mettere le mani sul titolo. Quest’anno sono agguerrito più che mai e non nascondo che sono in cerca della rivincita. La vettura ha tutti i presupposti per permettere che ciò avvenga. La potenza del motore è tanta, supera i 500 cavalli, con un’importante cilindrata di 4,7 litri. Al Mugello sono rimasto davvero impressionato, ma dobbiamo ancora affinare alcuni aspetti per essere competitivi al cento per cento. Sono contentissimo di avere Max come compagno di squadra, ci conosciamo da tempo ed oltre a trovarci perfettamente in sintonia professionalmente parlando siamo grandi amici. Dall’altro lato c’è anche il supporto di una squadra importante come il Team Swiss Maserati Corse, diciamo che ho a disposizione un “mix” perfetto per fare davvero bene in questo 2013”.

Banner

Max Biaggi saluta il mondo delle corse


Autodromo di Vallelunga: Roma 7 Novembre 2012

L’annuncio in conferenza stampa a Vallelunga: «E’ giusto lasciare spazio ai giovani, adesso voglio pensare alla mia famiglia»

Queste sono le parole del neo campione del mondo della categoria Superbike, con le quali Max Biaggi annuncia il suo ritiro dalle corse.
Il sentore c’era già stato leggendo alcuni sui Tweet sul famoso social network, ma oggi è arrivata la notizia ufficiale.
Max è stato ed è tuttora un pilota simbolo delle due ruote che lascerà un gran vuoto nel cuore di tutti i suoi tifosi. Max ha rinunciato alla firma del rinnovo del contratto con Aprilia, molto simile a quello dello scorso anno, anche a livello economico. Dalle sue parole si legge la voglia di affiancare la sua compagna ed i suoi due bimbi, ai quali dice di aver dedicato troppo poco tempo. Del resto come non biasimarlo.

Il Corsaro salirà per l’ultima volta in sella ad una moto da corsa a Latina in occasione di una gara di Supermoto, organizzata in onore di Marco Simoncelli, che fu anche suo compagno di squadra in sella all’Aprilia per una sola gara nel mondiale SBK ad Imola.
Max nasce a Roma il 26 giugno 1971, la sua carriera sportiva è lunga e ricca di successi: 4 titoli nella categoria 250 di cui tre con l’Aprilia ed uno con la Honda; successivamente inizia la sua carriera nelle classi regine 500 e MotoGP, dove avrà un percorso non facile. Tutti ricorderanno, e aggiungo, che ci piace ricordare, tutte le lotte con Valentino Rossi, suo acerrimo rivale di sempre. E finalmente si apre la parentesi del Mondiale Superbike, che vede Max in sella a Suzuki, Ducati e Aprilia. Sarà quest’ultima a regalargli le più grandi soddisfazioni in questa categoria, regalando al pilota romano il titolo iridato nel 2010 e nel 2012.

Oggi, dopo 6 titolo mondiali sulle spalle, un totale di 370 gare, 63 vittorie e 181 podi, arriva l’addio del corsaro.
L’aver conquistato il titolo 2012 nella categoria Superbike è sicuramente il miglior modo per salutare il mondo delle corse.

Ciao campione, in bocca al lupo per tutto

Galleria Immagini

Questa presentazione richiede JavaScript.

Copyright 2012©FeliceMonteleone

Superstars International Series: si accendono i riflettori a Vallelunga


Roma, 3 Ottobre 2012
Solamente 3 giorni ci dividono dal terzultimo attesissimo appuntamento del campionato Superstars International Series, organizzato da FGGROUP. L’organizzazione promette grandissime novità per i suoi appassionati, ma gli occhi sono sicuramente puntati sull’esordio nella categoria di un grandissimo nome del circus della Formula1; Giancarlo Fisichella infatti sarà per la prima volta al volante di una vettura di questo campionato. Il pilota romano sarà alla guida della Maserati Quattroporte messa a disposizione da Guido Bonfiglio team principal di Swiss Team. Il debutto del campione romano (reduce dal successo ottenuto domenica scorsa ad Al Sakhir nel World Endurance GTE Pro con una Ferrari 458), accende la sfida nei confronti dell’attuale leader della classifica della categoria, Vitantonio Liuzzi, alfiere della Caal Racing, con la Mercedes C63 AMG.

Vitantonio Liuzzi - CAAL Racing, Mercedes C63 AMG

Confronti di elevato livello, dunque, con lo stesso Liuzzi intenzionato a difendere la vetta della classifica dal veloce Johan Kristoffersson, a soli 19 punti,dominatore delle due gare di Imola lo scorso aprile e in testa al campionato italiano con la sua Audi Sport KMS e, a sole tre lunghezze, il bolognese Thomas Biagi, portacolori della BMW, secondo nella serie tricolore. Tre differenti marchi nelle prime tre posizioni, con l’altra Audi Sport Italia del plurititolato Gianni Morbidelli (quarto) sempre in agguato, dopo la doppietta di Spa e l’ottima prestazione sul tracciato inglese di Donington. Ma lo spettacolo non finisce qui; a contorno della massima categoria, anche la GTSprint International Series assicurerà un grandissimo spettacolo ricco di agonismo ed adrenalina.
Per Andrea Palma infatti, campione in anticipo con la Ferrari 458 GTS2 del Black Team, è l’occasione d’oro per celebrare nel migliore dei modi sulla pista di casa il titolo conquistato lo scorso luglio, ma senza togliere la “suspance” che contraddistingue la lotta nelle altre classi. Aggiungiamo anche il Ferrari Challenge Trofeo Pirelli…ed il weekend è pronto a garantire al giusta dose di velocità ed emozione.

Johan Kristoffersson - KMS, Audi RS5

Thomas Biagi - Team BMW Dinamic, BMW M3 E92

Gianni Morbidelli - Audi Sport Italia, AUDI RS5

Come di consueto, le iniziative per il pubblico sono innumerevoli, a partire dall’ormai consolidato FREE TICKET che quest’anno ha fatto registrare un record a livello di adesioni; a far da graditissima cornice al Superstars International Series, un evento nell’evento: il Tuning Night, organizzato e gestito dall’azienda PR EVENTS, manifestazione che unisce migliaia di amanti dell’eleborazione estrema e del car audio.
Insomma…gli ingredienti per un grandissimo weekend all’insegna dei motori e dell’adrenalina ci sono, quindi non manca che attendere con impazienza il fine settimana.

AUTODROMO DI VALLELUNGA “PIERO TARUFFI”
Qualche informazione di dettaglio sul circuito che ospiterà la kermesse romana del Campionato Superstars International Series:

Vallelunga - Auodromo Piero Taruffi

Anno di costruzione: 1951
Lunghezza Circuito Internazionale: 4.085 m (per moto 4.110 m)
Lunghezza Circuito Club: 1.746 m
Direzione: Oraria
Larghezza: min 11 m – max 14 m
Curve: a destra 6 – a sinistra 6
Raggio di curva: min 23 m – max 166 m
Capacità Tribuna Traguardo permanente: 5.000 spettatori
Capacità Tribuna Collina temporanea: 15.000 spettatori
Capacità Prato: 12.000 spettatori
Capacità totale: 32.000 spettatori
Postazioni commissari di percorso: 22 con radio
Box: 24

FONTE UFFICIALE: AUTODROMO VALLELUNGA Circuito di Vallelunga – Dati Tecnici

ARTICLO E FOTOGRAFIE: Copyright 2012©FeliceMonteleone

Superstars International Series: a Vallelunga debutta Giancarlo Fisichella


GIANCARLO FISICHELLA DEBUTTA NELLA SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES CON LA MASERATI QUATTROPORTE IL 7 OTTOBRE A VALLELUNGA

Roma, 21 settembre 2012

È sfida aperta tra gli ex campioni della F.1. L’autodromo, che il 7 ottobre ospiterà il settimo appuntamento della SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES, vedrà il debutto assoluto di Giancarlo Fisichella, (231 presenze nella massima categoria), attualmente impegnato in GT con i colori ufficiali Ferrari, al volante della Maserati Quattroporte schierata dallo Swiss Team, di Maserati Corse.

E’ confronto annunciato con il suo ex compagno di squadra Tonio Liuzzi, asso della Mercedes C63 AMG, schierata da CAAL Racing, team ufficiale Mercedes, attuale leader della Serie Internazionale con 149 punti, con Gianni Morbidelli, primo attore sulla Audi RS5 di Audi Sport Italia con la quale ha centrato la doppietta a Donington e Spa-Francorchamps e con Thomas Biagi, con la BMW M3 del Team Dinamic, campione 2010, pronto a puntare nuovamente al Titolo.

Ma Vallelunga sarà anche un testa a testa tra i numerosi campioni internazionali che quest’anno animano la Serie Internazionale: innanzitutto dallo svedese Johan Kristoffersson, di Audi Sport by KMS, rivelazione dell’anno e attualmente secondo in classifica assoluta nonchè leader del Rookie of the Year 2012; il possibile rientro dell’indonesiano Ananda Mikola, volto noto al mondo delle ruote scoperte ed emblema” del nuovo assetto geografico della Serie; il giovane Thomas Shoffler, classe 1993, portacolori dell’Audi Sport by MTM Motorsport, che nonostante l’età si trova nella “top ten” della classifica SUPERSTARS, dimostrando di avere le carte in regola per puntare sempre più in alto; Camilo Zurcher, pilota di Bogotà, tra i protagonisti assoluti del weekend dell’Hungaroring, pronto a puntare al podio con la sua Mercedes C63.

«Essere in SUPERSTARS rappresenta per me un’ulteriore sfida. – ha commentato Fisichella – La Maserati si è già dimostrata vincente nel 2011 con Andrea Bertolini. Mi piacerebbe fare altrettanto bene già a Vallelunga, anche se per me si tratterà di una “chance” unica. Correre sul mio circuito di casa, a pochi chilometri da casa, è un motivo in più per puntare alla vittoria davanti ad un pubblico amico e ai molti tifosi richiamati da questa sfida. Non sarà facile perché le Mercedes, le Audi e le BMW mi daranno filo da torcere, ma ce la metterò tutta».

L’arrivo di “Fisico”, non fa altro che accrescere il parterre delle stelle che si sono avvicendate nella serie quest’anno, come Mika Salo, considerato uno dei talenti nordici della F.1, il brasiliano Christian Fittipaldi, con i suoi 40 Gp disputati, l’inglese Johnny Herbert, con le sue 160 presenze nella massima serie e il giovane austriaco Christian Klien, con ben 4 stagioni in Formula 1 e 49 Gran Premi.

Ecco dunque un altro fuoriclasse che si accinge a sfidare i campioni della SUPERSTARS, dando un motivo di interesse in più a questo movimentato epilogo di stagione 2012, su un tracciato che lo scorso anno fece registrare la presenza di ben 28.000 spettatori.

MotoGP: tutto facile per Lorenzo, Pedrosa out


Gara particolare quella di Misano Adriatico, che anche prima della partenza regala forti emozioni. Daniel Pedrosa che scatta dalla Pole accusa qualche problema tecnico ed è costretto a schierarsi a fine griglia. Allo start è il maiorchino Jorge Lorenzo a prendere la testa della gara, posizione che manterrà “facilmente” fino alla fine dei 27 giri in programma. Il suo diretto antagonista Daniel Pedrosa, dopo poche curve viene toccato da Hector Barbera finendo nella ghiaia della Quercia (una delle curve del circuito) la sua rincorsa al leader della classifica iridata. Dopo qualche giro è anche il turno dell’Inglese Cal Crutchlow, che abbandona la gara per una caduta

Ma non finisce qui. Un telaio leggermente rinnovato e nuovi accorgimenti tecnici, portano la Ducati DesmoSedici ed il suo cavaliere Valentino Rossi sul secondo gradino del podio. Per parecchi giri dopo il via, il pilota di Tavullia è stato tallonato dal Tedesco Stefan Bradl che però ha visto vanificarsi tutti i suoi tentativi di attacco, cedendo la terza piazza al pilota Spagnolo del Team Gresini Alvaro Bautista che nel frattempo si era sbarazzato anche di Andrea Dovizioso;

Dopo questa vittoria Jorge Lorenzo porta a 38 punti il vantaggio sul suo diretto inseguitore Daniel Pedrosa. A sole cinque gare dalla fine del campionato, la lotta al titolo iridato rimane aperta e sicuramente le sorprese non mancheranno.

GP APEROL DI SAN MARINO E RIVERA DI RIMINI
Classifica dopo 27 giri:

1° Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – 42’49.836
2° Valentino Rossi – Ducati Team – 42’54.234 + 4.398
3° Alvaro Bautista – San Carlo Honda Gresini – 42’55.891 + 6.055

Marco Simoncelli sarà sicuramente felice di vedere sul podio del circuito a lui intitolato, il suo idolo ed amico, e la moto con la quale ci ha regalato tantissime emozioni.
Ciao SuperSIC…….

GALLERIA IMMAGINI

Questa presentazione richiede JavaScript.

ARTICOLO E FOTOGRAFIE: Felice Monteleone

Crutchlow the english recordman


giovedì, 6 settembre 2012
Il podio trovato dal pilota del team Monster Yamaha Tech3 a Brno segna un nuovo capitolo della storia del motociclismo britannico.

Tante belle gare, tante prestazioni convincenti e di livello, ma quello che Cal Crutchlow cercava da questa seconda stagione in MotoGP era il sapore del podio. Detto fatto perché a Brno il pilota inglese è diventato il primo di oltremanica a riuscirci da quando, nel 2002 si sono introdotti nel Campionato del Mondo i motori 4tempi. L’ultimo pilota britannico sul podio della classe regina era stato Jeremy McWilliams, terzo nella gara di Donington 2000, ai comandi di una Aprilia. Crutchlow diventa anche il secondo pilota inglese più giovane a trovare il podio della classe regina, alle spalle solo di Niall McKenzie a Laguna Seca nel 1988.

Sempre a Brno, il 35 di Yamaha, si era classificato in seconda posizione, risultato che pareggia quello di James Toseland nel 2008 in Qatar, al debutto. Considerando lo stato di forma, e le prestazioni importanti registrate anche nella giornata di test ufficiali sempre sul tracciato ceco, Crutchlow ha certamente le carte per ripetersi e migliorarsi, magari già a Misano.

Un altro obiettivo di Crutchlow sarà ridurre il vantaggio in classifica dal suo compagno di squadra Andrea Dovizioso, che per ora può gestire 28 lunghezze. Se Crutchlow dovesse superare l’italiano, o quantomeno sommare altri 19 punti da qui al termine della stagione, batterà il record del connazionale Niall McKenzie che nel 1990 fu 4º nel mondiale 500cc con 140 punti.

motogp.com · Crutchlow, recordman inglese.

SOURCE & CREDITS: MOTOGP.COM

=====================================================================

Thursday, 6 September 2012
At the Czech Grand Prix, Monster Yamaha Tech 3’s Cal Crutchlow finished on the podium for the first time in his MotoGP™ career, setting a new milestone as far as British achievements in the premier-class of Grand Prix go.

The Brit, who had been close to the podium earlier in the season and has consistently shown the pace to challenge for it finally broke his MotoGP™ podium duck to become the first British rider on the step since the four-stroke formula was introduced in 2002. The last British rider to finish on the podium in the premier-class was Jeremy McWilliams, who finished third in the 500cc race at the British Grand Prix at Donington Park in 2000 riding an Aprilia. Crutchlow’s feat also made him the youngest British rider to be on the podium in the premier-class of Grand Prix racing since Niall Mackenzie finished third at Laguna Seca in 1988.

In addition, his grid position of second in Brno was also the best qualifying performance by a British rider in the MotoGP class since James Toseland was second fastest qualifier on his GP debut in Qatar in 2008. And following on from his blistering form in the official MotoGP test in Brno after the race, where he topped the timesheets, the Brit will no doubt be hopeful of repeating, if not bettering, his achievement when the grid descends on Misano in just over a week’s time.

He will also be motivated by wanting to close the gap to fourth placed teammate Andrea Dovizioso, who currently lies 28 points ahead in the championship. If Crutchlow, on 122 points, manages to catch the Italian or score just 19 points more this season, he would have broken compatriot Niall Mackenzie’s 1990 points record when he finished fourth in the final 500cc championship table with a total of 140 points.

FULL ARTICLE:

motogp.com · Crutchlow re-writes the record books.

SOURCE & CREDITS: MOTOGP.COM

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: