Archivi Blog

Max Biaggi saluta il mondo delle corse


Autodromo di Vallelunga: Roma 7 Novembre 2012

L’annuncio in conferenza stampa a Vallelunga: «E’ giusto lasciare spazio ai giovani, adesso voglio pensare alla mia famiglia»

Queste sono le parole del neo campione del mondo della categoria Superbike, con le quali Max Biaggi annuncia il suo ritiro dalle corse.
Il sentore c’era già stato leggendo alcuni sui Tweet sul famoso social network, ma oggi è arrivata la notizia ufficiale.
Max è stato ed è tuttora un pilota simbolo delle due ruote che lascerà un gran vuoto nel cuore di tutti i suoi tifosi. Max ha rinunciato alla firma del rinnovo del contratto con Aprilia, molto simile a quello dello scorso anno, anche a livello economico. Dalle sue parole si legge la voglia di affiancare la sua compagna ed i suoi due bimbi, ai quali dice di aver dedicato troppo poco tempo. Del resto come non biasimarlo.

Il Corsaro salirà per l’ultima volta in sella ad una moto da corsa a Latina in occasione di una gara di Supermoto, organizzata in onore di Marco Simoncelli, che fu anche suo compagno di squadra in sella all’Aprilia per una sola gara nel mondiale SBK ad Imola.
Max nasce a Roma il 26 giugno 1971, la sua carriera sportiva è lunga e ricca di successi: 4 titoli nella categoria 250 di cui tre con l’Aprilia ed uno con la Honda; successivamente inizia la sua carriera nelle classi regine 500 e MotoGP, dove avrà un percorso non facile. Tutti ricorderanno, e aggiungo, che ci piace ricordare, tutte le lotte con Valentino Rossi, suo acerrimo rivale di sempre. E finalmente si apre la parentesi del Mondiale Superbike, che vede Max in sella a Suzuki, Ducati e Aprilia. Sarà quest’ultima a regalargli le più grandi soddisfazioni in questa categoria, regalando al pilota romano il titolo iridato nel 2010 e nel 2012.

Oggi, dopo 6 titolo mondiali sulle spalle, un totale di 370 gare, 63 vittorie e 181 podi, arriva l’addio del corsaro.
L’aver conquistato il titolo 2012 nella categoria Superbike è sicuramente il miglior modo per salutare il mondo delle corse.

Ciao campione, in bocca al lupo per tutto

Galleria Immagini

Questo slideshow richiede JavaScript.

Copyright 2012©FeliceMonteleone

Annunci

Aragon 2012 SBK Highlights


Max Biaggi (Aprilia Racing) secured a tight win by only 0.278 seconds from his great rival Marco Melandri (BMW Motorrad Motorsport) in race one at Motorland. This was Biaggi’s fourth win of 2012, and his third in a row.
The top two were well clear of the battle for third, which eventually went to Carlos Checa (Althea Racing Ducati) from Chaz Davies (ParkinGO MTC Aprilia). Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) was deprived of what looked like a sure podium place when Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia GoldBet) lost the front and his machine hit Sykes’ rear wheel, and both riders fell.

Marco Melandri (BMW Motorrad Motorsport) secured his third win of the season after a spectacularly tight fight against three other riders. Second in the race was Eugene Laverty (Aprilia Racing) who lost out by only 0.042 seconds. Immediately behind Chaz Davies (ParkinGO MTC Racing Aprilia) held off the attention of Max Biaggi (Aprilia Racing) to take his first ever podium in the eni FIM Superbike World Championship.

The top four riders were only 0.484 seconds apart after a thrilling 20-lap race at the beautifully designed Motorland Aragon circuit. Behind the leading quartet Jonathan Rea (Honda World Superbike Team) went fifth after recovering from another bad start, with Leon Haslam (BMW Motorrad Motorsport), Carlos Checa (Althea Racing Ducati) and Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) in basically the same group for most of the race.
In the championship points, Biaggi has 248.5, Melandri has 200.5, Rea has 183, Checa has 175.5 and Sykes is fifth with 172.5.

SOURCE & CREDITS: WORLDSBK.COM

Aprilia Racing gadget


In the Aprilia’s Team box.

Copyright©FeliceMonteleone

Photo – Aprilia


Max Biaggi’s 2011 bike, the Aprilia RSV4.

Copyright©FeliceMonteleone

Photo – Leon Camier



Leon Camier’s Aprilia RSV4 SBK
Copyright 2012©FeliceMonteleone

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: