Archivi giornalieri: 5 febbraio 2014

MotoGP 2014: Marquez domina anche la seconda giornata di test


Doppietta Repsol Honda nella seconda giornata di test ufficiali al Sepang International Circuit.
Il neo campione del mondo Marc Marquez continua a dominare seguito dal connazionale compagno di squadra Dani Pedrosa. Valentino Rossi è quarto a più di mezzo secondo.
Ottima la prestazione di Aleix Expargarò con la sua “Open” nella top five virtuale.

Marc Marquez

Tramonta il sole a Sepang, ma la storia non cambia. Infatti anche oggi a dettare legge al Sepang International Circuit è sempre lui, il campione del mondo Marc Marquez. Il pilota spagnolo, rimane in testa nella classifica virtuale per l’intera giornata di test, permettendosi anche il lusso di abbattere il muro dei 2″ facendo fermare il cronometro, poco prima della pausa pranzo, sullo spettacolare tempo di 1’59.926, a soli 3 decimi dal record della pista tuttora detenuto dal campione australiano Casey Stoner.
Il team Repsol Honda può sicuramente ritenersi soddisfatto visto che alle spalle di Marquez c’è il suo compagno di squadra Dani Pedrosa con un ritardo di 4 decimi di secondo.

Dani Pedrosa

Stefan Bradl completa il terzetto Honda chiudendo il podio virtuale che va così completamente alla casa giapponese.
In questa seconda giornata di test il pilota tedesco del team Honda LCR è stato sempre tra i più veloci non allontanandosi mai dalle primissime posizioni.
Ad interrompere il predominio nipponico ecco, al quarto posto assoluto, Valentino Rossi e la sua Yamaha M1. Durante il corso della giornata il pilota di Tavullia si è dedicato soprattutto alle regolazioni di assetto della sua moto, atte a trovare il feeling migliore. Ma la vera sorpresa di questo secondo turno è stato sicuramente il quinto posto di Aleix Espargarò che porta la sua Open del Team NGM Forward Mobile proprio a ridosso del pilota italiano, accusando un solo decimo di distacco dal nove volte campione del mondo.

Aleix Espargarò

In ritardo Jorge Lorenzo, che non è riuscito a tenere il passo dei primi, concentrandosi quindi sulle regolazioni e sui vari set-up della sua M1. Segue il pilota inglese del Team Yamaha Monster Tech3 Bradely Smith; alle sue spalle ecco la prima Ducati, ma non è quella ufficiale, ma quella di Andrea Iannone e a seguire la Honda del Team Gresini di Alvaro Bautista

Jorge Lorenzo

MARC MARQUEZ (Honda HRC Repsol):
“Oggi abbiamo continuato con la tabella che avevamo programmato, valutando diversi componenti. Abbiamo fatto diverse prove con miglioramenti in alcuni punti.” ha detto il giovane talento fornendo preziose informazioni agli ingegneri HRC.”Per quanto riguarda la messa a punto, abbiamo migliorato la stabilità in frenata, credo che abbiamo finalmente trovato un buon compromesso.”

DANI PEDROSA (Honda HRC Repsol):
“Oggi abbiamo testato il nuovo telaio mettendolo a confronto con la versione precedente; continueremo anche domani, perché non mi è chiaro quale sia la migliore. Con i due avevano buoni sentimenti , ma ho bisogno di più giri per scegliere uno chiaramente.”

STEFAN BRADL (Honda LCR):
“Oggi sono veramente soddisfatto: è bello stare di nuovo lì davanti con Dani e Marc. Abbiamo fatto dei grossi miglioramenti e ho girato un secondo più forte rispetto a ieri grazie anche alle modifiche sull’anteriore che mi hanno permesso di essere più a mio agio in frenata. Sapevamo che il nostro potenziale su questa moto era maggiore e oggi siamo stati veloci e costanti. Spero di continuare così anche domani; abbiamo in programma una simulazione di gara per chiudere i test e tornare a casa con una buona base per il futuro”.

ALEIX ESPARGARO’ (OPEN NGM Forward Mobile):
“Sono molto contento perchè questa mattina sono riuscito a girare 1 secondo piú veloce rispetto a ieri. Certo c’è molto da fare perchè devo non solo conoscere meglio l’elettronica, ma anche adattare il mio stile di guida alla moto, per sfruttarne al massimo il potenziale. Oggi abbiamo lavorato sul telaio e provato cinque tipi diversi di gomme. Domani avremo invece un long run per capire come si comporta l’elettronica, specie nella seconda parte di gara”.

ANDREA DOVIZIOSO (Ducati Team):
“Sono contento dei progressi che abbiamo fatto, non mi aspettavo di provare delle sensazioni così buone nel primo test dell’anno” ha commentato Andrea Dovizioso, 11° quest’oggi col crono di 2’01.146. Siamo riusciti a migliorare in inserimento e anche ad avere un po’ più di velocità in centro curva. Acceleriamo un po’ più forte perché la moto si impenna di meno e quindi possiamo usare più potenza. Ci siamo avvicinati ai primi come tempi, come passo anche, ma c’è ancora tanto lavoro da fare. Però giudico i miglioramenti che abbiamo fatto in questi primi due giorni più che positivi.”

CAL CRUTCHLOW (Ducati Team):
“Credo di essere uno dei piloti che ha migliorato di più oggi come tempo sul giro” ha esordito un raggiante Cal Crutchlow. L’inglese, oggi 12º dietro il suo compagno di squadra, ha continuato: “Ieri ero un po’ arrugginito e non avevo il feeling giusto sulla moto, ma il problema è stato soltanto mio. Oggi abbiamo girato solo con la GP14, testando alcuni assetti che non avevamo avuto tempo di provare ieri. Il risultato è stato positivo e quindi abbiamo fatto un buon passo in avanti. La nuova moto è molto migliorata nell’ingresso in curva, ed è un fatto positivo per la Ducati.”

CRONO DELLA SECONDA GIORNATA DI TEST:

Pos Rider Team Fastest lap Lead. Gap
1 MARQUEZ, Marc Repsol Honda Team 1:59.926
2 PEDROSA, Dani Repsol Honda Team 2:00.336 0.410 0.410
3 BRADL, Stefan LCR Honda MotoGP 2:00.339 0.413 0.003
4 ROSSI, Valentino Yamaha Factory Racing 2:00.464 0.538 0.125
5 ESPARGARO, Aleix NGM Mobile Forward Racing 2:00.547 0.621 0.083
6 LORENZO, Jorge Yamaha Factory Racing 2:00.573 0.647 0.026
7 SMITH, Bradley Monster Yamaha Tech 3 2:00.603 0.677 0.030
8 IANNONE, Andrea Pramac Racing 2:00.855 0.929 0.252
9 BAUTISTA, Alvaro GO&FUN Honda Gresini 2:00.897 0.971 0.042
10 ESPARGARO, Pol Monster Yamaha Tech 3 2:01.061 1.135 0.164
11 DOVIZIOSO, Andrea Ducati Team 2:01.146 1.220 0.085
12 CRUTCHLOW, Cal Ducati Team 2:01.396 1.470 0.250
13 PIRRO, Michele Ducati Test Team 2:02.177 2.251 0.781
14 HAYDEN, Nicky Drive M7 Aspar 2:02.287 2.361 0.110
15 EDWARDS, Colin NGM Mobile Forward Racing 2:02.545 2.619 0.258
16 HERNANDEZ, Yonny Energy T.I. Pramac Racing 2:02.675 2.749 0.130
17 AKIYOSHI, Kosuke HRC Test Team 2:02.692 2.766 0.017
18 AOYAMA, Hiroshi Drive M7 Aspar 2:02.825 2.899 0.133
19 NAKASUGA, Katsuyuki Yamaha Factory Test Team 2:02.970 3.044 0.145
20 DE PUNIET, Randy Suzuki Test Team 2:03.064 3.138 0.094
21 REDDING, Scott GO&FUN Honda Gresini 2:03.117 3.191 0.053
22 LAVERTY, Michael Paul Bird Motorsport 2:03.528 3.602 0.411
23 BARBERA, Hector Avintia Racing 2:04.551 4.625 1.023
24 PARKES, Broc Paul Bird Motorport 2:04.619 4.693 0.068
25 ABRAHAM, Karel Cardion AB Motoracing 2:05.261 5.335 0.642
26 DI MEGLIO, Mike Avintia Racing 2:05.355 5.429 0.094

Domani, dalle 10 alle 18 ora locale (GMT +8 ), la terza e ultima giornata di questa prima settimana di test ufficiali a Sepang della MotoGP.

FIRMA_500

Annunci

MotoGP 2014: Marquez rapid as Espargaro’s Open finishes fifth


header

2014 MotoGP™ Official Press Release

Repsol Honda Team’s Marc Marquez upped the pace as testing continued in Malaysia on Wednesday, while NGM Mobile Forward Racing’s Aleix Espargaro placed an Open specification bike inside the top five for the first time.

marc_high_01

With conditions just as good as they had been on Tuesday, it was Marquez’s team-mate Dani Pedrosa who led the way for much of the first half of the day. The World Champion then smashed through the two-minute barrier shortly before his lunch break, after which there were substantially less changes in lap times. It remains to be seen as to whether Marquez can better Casey Stoner’s 2012 pre-season time of 1’59.607, also registered on a Repsol Honda motorcycle.

With Repsol Honda first and second, Stefan Bradl was third for LCR Honda MotoGP (three thousandths down on Pedrosa) with Valentino Rossi fourth for Yamaha Factory Racing. Aleix Espargaro again displayed the promise of the new Open FTR-Yamaha combination, as his Forward machine was barely two tenths down on the nearest Factory Honda, with Rossi’s team-mate Jorge Lorenzo sixth; the former double title winner was attempting to improve handling issues, encountered on Day 1 as a result of setup changes made in a bid to improve fuel consumption, as for 2014 the Factory Option bikes are limited by a further litre of fuel to just 20 across a race distance.

jorge_high_01

Bradley Smith spearheaded the Monster Yamaha Tech3 charge, with Pramac Racing’s Andrea Iannone in eighth position; on the leading Ducati, the Italian was some seven tenths of a second quicker than he had been on Tuesday. Alvaro Bautista was ninth for GO&FUN Honda Gresini, but his day was not without its problems; at 11:30, the Spaniard suffered a technical problem and thus took a shortcut back to the pit lane. The top ten was completed by Smith’s team-mate Pol Espargaro, while brother Aleix’s team-mate Colin Edwards was the only rider to not improve his lap time today, but his best effort from Day 1 still leaves the American 15th on the combined timesheet.

bradley_high_01

Ducati Team bikes were locked together once again, this time filling positions 11 to 13 with Andrea Dovizioso, Cal Crutchlow and test rider Michele Pirro, with their quickest lap time some 1.3 seconds quicker than it had been 24 hours earlier. In the Honda RCV1000R ranks, the quickest rider was again Drive M7 Aspar’s Nicky Hayden as the 2006 World Champion managed to circulate 1.1 seconds faster than he had on Day 1. As ever, the true pace of all bikes is difficult to gauge as fuel loads and other such details remain highly secretive. However, more clues may be available on Thursday as a selection of riders aim for race simulations; such long-run pace often serves as a better indicator, although this is only the first of four Official pre-season tests set to be staged prior to the season-opening Grand Prix in Qatar on 23 March.

andrea_high_01

The Suzuki Test Team ended the day 20th with Randy de Puniet – 3.1 seconds behind Marquez but eight tenths of a second faster than the Frenchman’s own best lap of Tuesday – as they continued their journey ahead of a MotoGP™ return in 2015. Elsewhere, premier class rookies Scott Redding, Broc Parkes and Mike di Meglio continued adapting to their respective Honda RCV1000R, PBM and Avintia bikes for the corresponding Gresini, Paul Bird Motorsport and Avintia Racing teams.

Thursday will mark the third and final day of this week’s Sepang Official MotoGP™ Test, with identical running times of 10am-6pm local time (GMT +8).

MotoGP 2014: PRODUTTIVO SECONDO GIORNO DI TEST A SEPANG PER ALVARO BAUTISTA E SCOTT REDDING


Redding_0_hires

OFFICIAL GRESINI PRESS RELEASE – 5 Febbraio 2014

Sono proseguiti oggi a Sepang i test della MotoGP in preparazione del Campionato del Mondo 2014. I piloti del Team GO&FUN Honda Gresini, Alvaro Bautista e Scott Redding, hanno iniziato a lavorare sul set-up delle loro moto in una giornata molto calda, ottenendo buoni miglioramenti.

Nonostante un problema alla leva del freno che lo ha tenuto fermo per gran parte della mattinata, Alvaro Bautista è riuscito a completare 55 giri siglando nel finale un ottimo 2’00”897, già migliore del rilievo cronometrico registrato dallo spagnolo nelle qualifiche dello scorso Gran Premio della Malesia. Il suo lavoro si è concentrato sulle nuove gomme Bridgestone e sulla prova di due nuovi ammortizzatori della sospensione posteriore portati da Showa. Nell’altro lato del box, Scott Redding ha continuato il suo apprendistato sulla Honda RCV1000R “Open” abbassando il tempo ottenuto ieri di oltre un secondo, scendendo fino a 2’03”117 in 53 giri.

I test proseguiranno anche domani, per il terzo e ultimo giorno di prove al Sepang International Circuit.

ALVARO BAUTISTA (2’00″897 – 55 GIRI)
“Quella di oggi è stata una giornata molto produttiva, anche se non ho potuto girare per quasi tutta la mattina a causa di un problema alla leva del freno, risolto soltanto nel pomeriggio. Ho provato un paio di nuovi ammortizzatori Showa per la sospensione posteriore: uno di questi, in particolare, sembra funzionare bene con la nuova gomma portata da Bridgestone in questi test, perciò continueremo a lavorare su questa strada. Il bilancio quindi è positivo: tra l’altro ho segnato il mio miglior tempo nel pomeriggio, sicuramente non nelle condizioni migliori, con la pista molto calda e quando ero già abbastanza stanco fisicamente. Domani sono convinto che potremo migliorare ancora, sia in termini di feeling con la moto che come tempi sul giro”.

Bautista_3_hires

SCOTT REDDING (2’03″117 – 53 GIRI)
“Oggi è andata meglio, ho potuto fare molti giri e pian piano ci siamo avvicinati alle altre Honda ‘Production Racer’. Abbiamo lavorato molto sulla frenata e ora mi sento più a mio agio sulla moto. Le condizioni della pista e le temperature cambiano molto durante la giornata e ciò mi mette ancora un po’ in difficoltà, ma tutto sommato sono soddisfatto di come sta procedendo il mio apprendistato. Dal punto di vista della guida, sto imparando come gestire al meglio la moto nell’ultima parte della frenata e in uscita di curva. Domani cercheremo di migliorare ulteriormente”.

Redding_4_hires

FAUSTO GRESINI
“Oggi il nostro programma è proseguito in maniera positiva con entrambi i piloti: purtroppo Alvaro ha perso un po’ di tempo in mattinata, ma alla fine è riuscito ad ottenere un buon tempo e a mostrare un buon passo. Sono comunque convinto che domani potrà stare ancora più vicino ai primi. Abbiamo ancora tanto da fare, domani continueremo a lavorare sulle sospensioni e a provare le nuove gomme Bridgestone, sia quella da gara che quella più morbida, per tentare un primo ‘time attack’. Scott ha continuato il suo apprendistato e ha migliorato i suoi tempi, avvicinandosi alle altre ‘Production Racer’, anche se ovviamente si tratta di una moto tutta nuova sia per noi che per lui. L’importante adesso è continuare a lavorare con calma: diamoci il tempo, siamo soltanto al secondo giorno di test”.

Bautista_1_hires

English Version:

ALVARO BAUTISTA AND SCOTT REDDING CONTINUE PRODUCTIVE TEST IN SEPANG

The second day of testing in Sepang allowed both riders of the Team GO&FUN Honda Gresini, Alvaro Bautista and Scott Redding, to complete a positive day’s work on their bikes’ set-up, getting good improvements.

Despite a problem with the brake lever in the morning, Alvaro Bautista was able to complete 55 laps, posting in the latter part of the session an excellent 2’00”897, already better than the qualifying lap time recorded by the Spaniard in the last Malaysian Grand Prix. His work was focused on the new Bridgestone tyres and on two new rear suspension shock absorbers brought by Showa. On the other side of the box, Scott Redding continued his apprenticeship on the “Open” Honda RCV1000R, improving his times by over a second, going up to 2’03”117 in 53 laps.

Practice will resume tomorrow for the third and final day of testing at the Sepang International Circuit.

ALVARO BAUTISTA (2’00″897 – 55 LAPS)
“Today was a very productive day, even if I could not run for most of the morning due to problem with the brakes, that we solved only in the afternoon. I tried a couple of new Showa shock absorbers for the rear suspension: one of these, in particular, seems to work well with the new tyre that Bridgestone brought for this test, so we will continue to work in this direction. Despite the time lost during the morning, we are happy: moreover, I did my best time in the afternoon, certainly not in the best conditions, with the track very hot and when I was already a bit tired. Tomorrow I am convinced that we can improve, both in terms of feeling with the bike and lap times”.

SCOTT REDDING (2’03″117 – 53 LAPS)
“Today was a little better than yesterday: I could put in a lot of laps and we are slowly closing the gap to the other Honda ‘Production Racers’. We worked hard on the braking and now I feel more comfortable on the bike. The track conditions and temperatures change a lot during the day and this is making me struggling a little bit, but generally speaking I am satisfied with how my apprenticeship is progressing. From the riding point of view, I’m learning how to brake into the corner and getting the bike turned on exit. Tomorrow we will try to further improve it”.

FAUSTO GRESINI
“Today our program continued in a positive manner with both riders. Despite losing a bit of time in the morning, in the end Alvaro managed to set a good lap time, showing a good pace. I think that tomorrow he will be even closer to the fastest. We still have much to do, tomorrow we will continue to work on the suspension and we will try the new Bridgestone tyres, both the race and the softer tyre, for a first ‘time attack’. Scott continued his apprenticeship and has improved his time, closing the gap with the other ‘Production Racers’. The important thing now for him and for the team is to continue to work with calm: we are only on the second day of testing”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: