Archivio mensile:aprile 2013

SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES: GIANNI MORBIDELLI PUNTA SUL PROSSIMO APPUNTAMENTO DI BRNO PER RIPORTARE SUL PODIO LA RS5 DEL TEAM AUDI SPORT ITALIA


Logo2013

IL PLURICAMPIONE SUPERSTARS AMBISCE AL TITOLO 2013 AL VOLANTE DELLA BERLINA DI INGOLSTADT

Roma, 24 aprile 2013

Quattro titoli nella SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES (due messi a segno proprio con i colori di Audi Sport Italia, nel 2007-2008): per Gianni Morbidelli quello nella categoria riservata alle vetture da oltre 500CV è un “capitolo” in cui rimangono ancora tanta pagine da riempire, dopo essere stato indiscusso protagonista anche nel corso della passata stagione in cui è riuscito a conquistare due strepitose doppiette sul circuito di Donington Park e nella prestigiosa cornice di Spa-Francorchamps.

L’ex pilota di F.1 (67 corse disputate nella massima categoria, con un’importante parentesi in Ferrari, sia come collaudatore, che in qualità pilota titolare nel Gran Premio d’Australia del 1991), anche quest’anno ha confermato la sua presenza nella serie organizzata da SWR, ancora al volante dell’Audi RS5 con cui ha già mostrato di fare sul serio in occasione dello “start” stagionale di Monza. Sul tracciato brianzolo, noto per non essere particolarmente adatto alle prestazioni della vettura della Casa dei quattro anelli, il driver pesarese ha ben impressionato per essersi portato a ridosso del podio in entrambe le gare.

gianni-morbidellijpg_resize

“Sulla carta Brno dovrebbe essere un circuito che si avvicina maggiormente alle caratteristiche tecniche della nostra vettura. – ha dichiarato Morbidelli – Ma ci renderemo conto del nostro vero potenziale solo una volta scesi in pista. A Monza le Mercedes hanno fatto vedere che avevano un passo in più e sono sicuro che avranno da dire la loro anche nei prossimi appuntamenti. Per questa stagione abbiamo ambizioni molto alte, nel 2012 ho collezionato belle vittorie, ma una serie di sfortune non mi hanno permesso di lottare per il titolo, adesso puntiamo al riscatto”.

Banner

Annunci

Jaguar XF Sportbrake….Oggi guido io


La redazione del programma televisivo Safe-Drive in collaborazione conl’ufficio stampa di Jaguar Italia, nell’ambito dell’iniziativa “Tester per un giorno”, hanno deciso di affidarmi il test-drive della station wagon della prestigiosa casa britannica.
Sentirsi un vero giornalista per un giorno non ha prezzo.

Roma 16 Aprile 2013

Di certo non potevo immaginare che la primavera potesse iniziare così.

Il 21 Marzo scorso ho infatti avuto la possibilità di effettuare il test-drive ufficiale della Jaguar XF Sportbrake, la lussosa e prestigiosa station wagon della casa britannica. Tutto è iniziato con una semplice mail nella quale la redazione del programma televisivo Safe-Drive (in collaborazione con l’ufficio stampa di Jaguar Italia, con il quotidiano online IlGiornale.it, e la nota rivista Automobilismo), mi proponeva di partecipare alla loro iniziativa Tester per un giorno, durante la quale la persona selezionata avrebbe effettuato un vero e proprio test-drive della vettura inglese.

Senza esitare aderisco all’iniziativa, e dopo qualche giorno arriva una telefonata dalla redazione di Safe-Drive che mi conferma che ero proprio io la persona selezionata per eseguire il test-drive, che avrei guidato per l’intera giornata la vettura e che, cosa a cui tenevo moltissimo, avrei scritto due articoli, uno per il quotidiano online IlGiornale.it, ed uno per la nota rivista del settore Automobilismo; inoltre il mio test-drive sarebbe andato anche in onda su Odeon TV all’interno di una delle puntate di Safe-Drive.
Sono stato sempre un appassionato di motori e giornalismo, quindi questa occasione rappresentava il coronamento di un mio grande sogno.

Finalmente arriva il 21 Marzo.
Partenza da Roma alle 6.50, ed arrivo a Milano alle 9.30; a venirmi incontro alla stazione di Milano c’è la deliziosa Jennifer Marfia, che mi accompagnerà, insieme a Diego Tamone e all’operatore televisivo Giuseppe Palazzolo, per l’intera giornata, “supportandomi” e “sopportandomi” in ogni frangente e situazione.
Finalmente è il momento di salire in macchina. Ad attendermi al parcheggio c’è la bellissima Jaguar XF Sportbrake 2.2 200CV Premium Luxury.

Analizziamo ora qualche caratteristica della vettura; la Jaguar si presenta ai nostri occhi come una station wagon dalle dimensioni molto generose;
misura infatti quasi 5 metri di lunghezza per una larghezza di circa 1.90 metri. Chiudo lo sportello ed inizia immediatamente la ricerca della posizione di guida ideale; io non sono alto, ma le innumerevoli regolazioni della vettura, ovviamente tutte azionabili elettricamente, mi consentono di raggiungere una posizione pressochè perfetta, garantendomi un’eccellente visibilità anteriore e posteriore. Quest’ultima è leggermente penalizzata dalle ridotte dimensioni del lunotto, ma i grandi specchi retrovisori e la telecamera posteriore sopperiscono egregiamente. Le immagini di quest’ultima sono visibili nel display a colori che si trova al centro della plancia e che ospita un vero e proprio sistema multimediale con navigatore satellitare, impianto audio e connessione Bluetooth per tutti i telefoni e smartphones di ultima generazione.

Sulla console centrale è presente il tasto Start&Stop…una leggera pressione ed il motore prende vita…e per magia il selettore del cambio automatico (8 rapporti selezionabili manualmente anche tramite le apposite leve poste dietro lo sterzo), appare sul tunnel centrale.
La versione da me testata è la 2.2 da 200CV, ma la Jaguar XF Sportbrake è disponibile anche in altre due motorizzazioni 3.0 V6 twin turbo rispettivamente da 240CV e 275CV; la station wagon britannica è disponibile esclusivamente con alimentazione a gasolio, e gli allestimenti disponibili sono Normale, Luxury, Premium Luxury e Portfolio.

Finalmente inzia l’avventura. Ad ospitare il mio test-drive è la meravigliosa cornice del parmense, ricca di borghi e castelli medioevali. Strade alberate, clima decisamente pimaverile e la mia (anche se solo per un giorno) Jaguar, sono gli ingredienti che accompagnerammo me e tutto lo Staff di Safe-Drive per l’intera giornata.

La prima tappa è il meraviglioso borgo di Fontanellato, dove inizia la mia presentazione e quella della vettura….la telecamera intimorisce, soprattutto per chi è abituato a stare dall’altra parte dell’obiettivo come me! Ma Jennifer, con la sua gentilezza e cordialità, riesce sempre a mettermi a mio agio.

Dopo essermi presentato e aver raccontato chi sono e cosa faccio, risaliamo in macchina per effettuare le riprese della vettura in movimento, stop per la pausa pranzo (come passa velocemente il tempo!!!), e poi di nuovo al volante per raggiungere un altro suggestivo borgo. Questa volta facciamo tappa a Rocca Bianca, ed è sempre il suo castello medioevale ad incorniciare la mia descrizione della Jaguar…questa volta però parleremo delle linee di questa station wagon che, a mio modesto modo di vedere, sono il suo vero punto di forza.

Esternamente la vettura presenta quattro grandi nervature, due delle quali prendono vita dalla parte centrale del cofano motore. Le altre due salgono raccordandosi con la parte alta della vettura fino a raggiungere la parte posteriore…è qui che la Jaguar offre il meglio di se. Il retro della vettura è elegante e sportivo al tempo stesso, ed il portellone, ad apertura e chiusura elettrica nasconde un vano di carico grande ed estremamente modulabile grazie all’abbattimento ripartito dei sedili posteriori.
La parte anteriore, invece, ospita i gruppi ottici dalle linee spigolose e moderne, a led per le luci diurne, allo XENO per l’illuminazione serale e notturna. Al centro del “muso” la mascherina con il logo Jaguar, un tocco di classicismo che spezza la modernità dei fari.

Ci spostiamo al centro della piazza di Rocca Bianca per chiudere le riprese di Tester per un giorno, ma la via di ritorno verso Milano mi da l’occasione di guidare ancora per un pò questa fantastica station wagon, apprezzandone le doti del propulsore che, con i suoi 200CV, è in grado di regalare ottime sensazioni di guida, soprattutto con l’ausilio del cambio in modalità sequenziale. Le accelerazioni non sono brucianti, manca un pò la sensazione di “attaccamento al sedile”, complice il peso non indifferente.

La sensazione generale è quella di aver guidato una vera ammiraglia, bellissima, comoda, silenziosa, potente e tecnologicamente all’avanguardia. La vettura è l’ideale per lunghi spostamenti, dove le sue doti di comodità e spazio, la rendono la compagna ideale per le vacanze e per i viaggi. E’ stata un’esperienza estremamente positiva, anche perché sentirsi un vero giornalista anche solo per un giorno non capita spesso.
Concludo con il dire che sotto le vesti di una “quasi comune” station wagon questa Jaguar XF Sportbrake nasconde una vera anima da giaguaro.

Un ringraziamento particolare va alla redazione di Safe-Drive ed in particolar modo a Jennifer, Diego e Giuseppe, che con la loro cordialità e professionalità hanno consentito la perfetta riuscita di questo servizio.

FIRMA_500

SUPERSTARS WORLD SERIES: MONZA 2013 VIDEO HIGHLIGHTS


Logo2013

SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES RACE 1

SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES RACE 2

GTSPRINT INTERNATIONAL SERIES RACE 1

SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES: TONIO LIUZZI E THOMAS BIAGI, ALFIERI DELLA SQUADRA UFFICIALE MERCEDES, RACCONTANO IL LORO WEEKEND PERFETTO


IL TEAM MERCEDES-AMG ROMEO FERRARIS MONOPOLIZZA IL PODIO DI MONZA CON I SUOI DUE PILOTI A DIVIDERSI LE DUE VITTORIE

Roma, 9 Aprile 2013

Finisce con una “X” la partita ad armi pari giocata tra i compagni di squadra Tonio Liuzzi e Thomas Biagi, indiscussi protagonisti dello scorso fine settimana di Monza. I due portacolori della compagine ufficiale Mercedes-AMG Romeo Ferraris, al volante delle C63 AMG da oltre 500 cavalli, si sono scambiati il primo ed il secondo posto nelle due gare della SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES, dando il via ad una stagione che si preannuncia esaltante più che mai.

liuzzi-biagi

Ai due alfieri della Casa della Stella abbiamo chiesto di raccontarci il loro weekend perfetto:

“Le mie impressioni erano positive ancora prima di partire per Monza. – ha dichiarato Tonio Liuzzi – A colpirmi era stata la professionalità del Team Mercedes-AMG Romeo Ferraris, che ha sviluppato una vettura davvero competitiva e veloce, lavorando tantissimo durante i mesi invernali. È stato bellissimo salire sul gradino più alto del podio. Monza ha sempre il suo fascino! Il tracciato brianzolo sposa perfettamente le caratteristiche della nostra vettura, che sui lunghi rettilinei può scaricare a terra tutti i suoi cavalli. Da Brno sono tuttavia sicuro che le cose cambieranno. Già a Monza ho trovato un’Audi molto competitiva. La nostra squadra può comunque affidarsi a due piloti d’esperienza come me e Thomas, che siamo molto diversi, ma insieme completiamo un assetto vincente”.

Mi è sembrato di essere il protagonista di uno di quei film in cui i cambi di sequenza fanno passare l’attore da un’ambientazione all’altra, lasciando senza fiato lo spettatore. – ha esordito Thomas Biagi – Dal momento in cui ho deciso di passare alla Mercedes ho lavorato giorno e notte per arrivare al “top” per la prima gara. Chi mi conosce sa che sono un perfezionista, quindi ho cercato di curare ogni singolo particolare. Devo ammettere che non ho avuto ancora il tempo di mettere a fuoco questa magnifica vittoria. Non mi è mai capitato da quando corro, ma è stato come se fossi stato proiettato in un’altra dimensione. Non ho avuto il tempo di indossare il casco per Gara 1, che ero nuovamente nell’abitacolo per Gara 2! È stato straordinario tornare a vincere una gara. Mancavo sul gradino più alto del podio da Portimão 2011. Voglio ringraziare Mercedes Italia per l’accoglienza che mi ha riservato ed anche tutti i fan che ho incontrato in autodromo, che erano davvero tanti! Ora dobbiamo restare con i piedi per terra e concentrarci sui nostri avversari. Il calendario da ora in avanti farà tappa su delle piste dove dovremo lavorare tanto per continuare a rimanere nel gruppo di testa”.

Il prossimo appuntamento della SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES è in programma il 19 maggio sull’affascinante circuito di Brno.

Banner

MotoGP: Lorenzo c’è…ma Rossi pure


Il Qatar inaugura la stagione 2013 della MotoGP con una gara nella gara. Yamaha mette subito a segno la prima doppietta dell’anno con Lorenzo sul gradino più alto del podio. Valentino, autore di una rimonta spettacolare lo segue a 6 secondi. Ottimo l’esordio di Marc Marquez che mette le ruote della sua Honda davanti al suo compagno di squadra Dani Pedrosa.

Domenica 7 Aprile 2012 – Commercial Bank Gran Prix of Qatar

Il Qatar apre la stagione 2013 della MotoGP con una gara perfetta per Jorge Lorenzo che agguanta la prima vittoria dell’anno.
La gara notturna regala tantissime emozioni già dai primi giri. Partenza perfetta per il maiorchino che prende immmediatamente la prima posizione per non lasciarla più per il resto della gara.
Buono anche l’avvio di Andrea Dovizioso all’esordio con la Ducati Desmosedici.

Bastano pochi giri per capire che Lorenzo ha decisamente un altro passo; il vantaggio su Pedrosa aumenta giro dopo giro.
Seguono Marquez e Crutchlow. Valentino commette un piccolo errore di valutazione in staccata alla prima curva e finisce lungo perdendo tre posizioni e ritrovandosi dietro Andrea Dovizioso e Stefan Bradl.

Finalmente il Dottore riesce ad infilare il tedesco (che il giro dopo terminerà la sua gara a causa di una caduta) e si butta a capofitto all’inseguimento dei primi quattro. Nel frattempo Lorenzo continua ad incrementare il suo vantaggio sui diretti inseguitori non sbagliando praticamente nulla. Subito dietro, Perdosa, Marquez e Crutchlow girano così vicini da sembrare essere una sola moto.

Ma la gara inizia a prendere una piega diversa: Valentino Rossi trova il ritmo giusto ed inizia a ricongiungersi con il trio che le precede, girando con gli stessi tempi di Lorenzo. Nel giro di poche tornate il dottore è a ridosso di Crutchlow; Rossi mette le sue ruote davanti al pilota inglese e si lancia all’inseguimento del duo Honda che lo precede a poca distanza.
Immediato l’attacco ed il sorpasso anche a Dani Pedrosa (che nel frattempo era stato passato dal compagno di squadra), e dopo qualche curva Valentino è davanti anche a Marquez che gli darà filo da torcere fino all’arrivo.
Una grandissima gara del pilota di Tavullia, che lo porterà sul secondo gradino del podio.

La gara perfetta di Lorenzo, la fantastica rimonta di Rossi, e Marquez davanti a Pedrosa all’esordio in MotoGP, sono gli ingredienti principali del primo appuntamento del 2013.
Valentino torna finalmente a sorridere dopo due anni di insoddisfazioni in casa Ducati, e lo fa veramente in splendida forma dimostrando di essere ancora, nonostante i suoi 34 anni, un osso duro per tutti, e di aver ritrovato il suo smalto che molti davano per perso.
Sul podio e durante la conferenza stampa Valentino sorride, si dice estremamente soddisfatto della sua Yamaha e ammette anche che, se non fosse stato per il piccolo errore in avvio di gara, avrebbe potuto combattere per la vittoria.

Insomma…gli ingredienti per una bella stagione ci sono tutti e se il buongiorno si vede dal mattino…

Official image source:

MotoGP.com

GTSPRINT INTERNATIONAL SERIES: A MONZA PROVE LIBERE 2 SOTTO IL SEGNO DI CLAUDIO SDANEWITSCH E MICHELE RUGOLO SU FERRARI 458 ITALIA


AF CORSE AL “TOP” NELLE PROVE LIBERE GTSPRINT CON I DUE TALKANITSA PROTAGONISTI NEL PRIMO TURNO ED IL DUO SDANEWITSCH-RUGOLO NEL SECONDO

Monza, 5 Aprile 2013

Il team della AF Corse parte nel migliore dei modi nella GTSPRINT INTERNATIONAL SERIES, con due dei quattro equipaggi schierati al “top” nelle prove libere del venerdì di Monza, che hanno dato inizio alla stagione 2013.

Nel primo turno infatti a mettere tutti dietro erano stati i due bielorussi Alexander Talkanitsa Sr e Alexander Talkanitsa Jr, scavalcati in quello successivo dai loro compagni di box Claudio Sdanewitsch e Michele Rugolo (Ferrari 458 Italia GTS3). Sul terzo tempo si è invece portato l’equipaggio composto da Andrii Kruglyk e Ruslan Tsyplakov sempre su una vettura del Cavallino Rampante schierata per l’occasione dal Team Ferrari Ukraine.

sdanewitsch-rugolo_resize

Alle spalle del battaglione Ferrari si è portata la Porsche 997 GTS3 di Glauco Solieri, già protagonista nel primo turno in cui si era portato a ridosso della prima posizione. Quinto tempo per la Corvette Z06 di Roberto Del Castello e Piero Necchi, particolarmente a loro agio sul circuito brianzolo.

Nel GTS Cup Trophy ottimi segnali giungono dalla debuttante Porsche 997 del Petri Corse, alla guida della quale si sono alternati Gianluca Carboni e Marco Cassarà che hanno preceduto la Ferrari 458 Italia dei tailandesi Ramindra Tanakorn – Pasin Lathouras e l’Audi R8 (Audi MTM) di Thomas Schoffler e Oliver Mayer.

Nella giornata di domani prenderanno il via le qualifiche alle ore 11.00 con la prima gara della durata di 60 minuti in programma alle 16.15 proposta in diretta su Rai Sport 1, con il collegamento a partire dalle ore 16.10.

Banner

GTSPRINT INTERNATIONAL SERIES: A MONZA I TALKANITSA (PADRE E FIGLIO) INAUGURANO LA STAGIONE 2013 METTENDO TUTTI DIETRO NEL PRIMO TURNO DI PROVE LIBERE


ALLE SPALLE DELLA FERRARI 458 ITALIA GTS2 BY AF CORSE SI É PORTATA LA PORSCHE 997 GTS3 DI GLAUCO SOLIERI (AUTORLANDO SPORT)

Monza, 5 Aprile 2013

Sotto una pioggia incessante si è aperto il primo appuntamento della GTSPRINT INTERNATIONAL SERIES, di scena questo fine settimana sul circuito di Monza, da cui è partita ufficialmente la quarta edizione della serie targata SWR riservata alle vetture Granturismo.

Nel primo turno di prove libere a mettere tutti dietro, con il miglior tempo di 2’08.146, è stata la coppia bielorussa formata da Alexander Sr. Talkanitsa e Alexander Jr. Talkanitsa (padre e figlio) al volante della velocissima Ferrari 458 GTS2 della AF Corse, vettura con la quale l’equipaggio della compagine capitanata da Amato Ferrari ha esordito quest’oggi nella GTSPRINT, dando da subito prova di fare sul serio. Alle spalle della Rossa di Maranello si è attestato Glauco Solieri su Porsche 997 GTS3 Autorlando Sport, team con il quale il driver bolognese è legato indissolubilmente dal 2011.

alexander-talkanits_resize

Dietro Ferrari e Porsche si è portata la Corvette Z06R preparata dalla RC Motorsport, su cui a dividersi il sedile in questo 2013 saranno l’esperto Roberto Del Castello e l’altrettanto veloce Piero Necchi. Bene anche gli alfieri del Team Ferrari Ukraine (squadra che gode del supporto tecnico della AF Corse), Andrii Kruglyk e Ruslan Tsypalkov, che con il quarto crono hanno preceduto i compagni di box Claudio Sdanewitsch e Michele Rugolo (Ferrari 458 Italia GTS3 AF Corse). Bene anche la Maserati Granturismo MC GT3, che quest’anno avrà al volante un equipaggio di peso: il campione SUPERSTARS Max Pigoli ed il compagno rivale Andrea Dromedari. La vettura del Tridente ha percorso otto tornate fermandosi sul sesto tempo precedendo il campione in carica GTS3 Mario Cordoni, il quale in questa stagione avrà come coéquipier Massimo Mantovani.

Nel GTS Cup Trophy i più veloci sono stati i debuttanti Gianluca Carboni e Marco Cassarà su Porsche 997 (Petri Corse), seguiti da un’altra supercar della Casa di Stoccarda, la 997 di Steven Goldstein e Antonio De La Reina, duo campione di classe GTSPRINT nel 2011.

Il secondo turno di prove libere, sempre della durata di 60 minuti prenderà il via alle ore 18.15.

Banner

RIFLETTORI PUNTATI SU MONZA DOVE QUESTO WEEKEND PRENDERÀ IL VIA LA STAGIONE 2013 DELLA SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES


LA SERIE SWR CELEBRA IL TRAGUARDO DELLE DIECI EDIZIONI NEL “TEMPIO DELLA VELOCITÀ”

Roma, 3 Aprile 2013

La SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES è pronta ad accendere i motori della stagione 2013 che, come consuetudine, prenderà il via da Monza, il “tempio della velocità” per eccellenza, questo fine settimana. Una stagione che vede la serie organizzata dalla SWR festeggiare ben dieci anni di attività, in cui una costante crescita le ha aperto di fatto le porte per entrare a far parte delle categorie “top” del motorsport a quattro ruote.

Lo schieramento di quest’anno vedrà la presenza di nove marchi (Audi, BMW, Cadillac, Chevrolet, Chrysler, Jaguar, Lexus, Mercedes e Porsche), con ben 13 modelli di vetture. Un risultato di primo piano valorizzato dalla presenza di nomi altisonanti, che si confronteranno nelle due sfide di 25 minuti ed un ulteriore giro, con partenza lanciata, previste per ogni weekend. Cinque i titoli in palio: “Piloti” (International ed Italiano), “Salvatore Genovese” per i team, “Rookie of the Year” e “Star Drivers”.

superstars-international-series_resize

Tante le novità previste per questo 2013 che si preannuncia emozionante più che mai. Per il secondo anno consecutivo si presenterà infatti ai nastri di partenza l’ex F1 Vitantonio Liuzzi, che farà parte della squadra ufficiale Mercedes-AMG Romeo Ferraris assieme ad un compagno di squadra velocissimo, Thomas Biagi. I due alfieri della Casa della Stella avranno a disposizione due Mercedes C63 AMG da oltre 500 Cv, con cui dovranno contrastare la trazione integrale delle Audi RS5 del Team Audi Sport Italia, che può indubbiamente contare sull’esperienza del pluri-campione SUPERSTARS Gianni Morbidelli e di Ferdinando Geri, mentre una terza vettura di Ingolstadt verrà messa disposizione del giovane Thomas Schöffler. Il campione in carica Johan Kristoffersson sarà invece chiamato a difendere il titolo al volante di una Porsche Panamera S, vettura che fa il proprio rientro in SUPERSTARS dopo aver impressionato tutti nel 2010, anno del suo debutto. Lo svedese dovrà tenere alti i colori del team Petri Corse, che schiererà anche una seconda berlina di Stoccarda per Massimiliano Fantini. Pronto a scendere in pista anche il battaglione BMW (Team BMW Dinamic) con tre M3 E92, al cui volante ci saranno Giovanni Berton, Max Mugelli e Mauro Trentin. Sotto i riflettori la Chevrolet Camaro di Francesco Sini, che ha esordito la scorsa settimana proprio a Monza, in occasione dei test ufficiali, facendo segnare il miglior tempo della giornata. Confermata anche la nuovissima Mercedes C63 AMG Coupé del RRT (Roma Racing Team) di Nico Caldarola, il quale nella veste di team manager ha riservato il sedile della potente vettura tedesca all’esperto Luigi Ferrara. Grande ritorno anche per la Cadillac CTS-V della RC Motorsport, che sul circuito brianzolo si presenterà completamente rinnovata: a portarla in pista Roberto Benedetti, pilota protagonista lo scorso anno nella GTSPRINT , in cui ha chiuso con un ottimo quarto posto nella classifica assoluta. Non mancherà anche il team che vanta il più alto numero di presenza nella SUPERSTARS: la Caal Racing, con due Mercedes C63 AMG affidate ad Andrea Bacci e Leonardo Baccarelli, mentre il veterano della serie Francesco Ascani scenderà in pista alla guida di una BMW M3 della Todi Corse. A conferma di un’importante presenza di “brand”, a Monza sarà presente anche la Lexus ISF della MRT by Nocentini con Alessandro Battaglin, le due Jaguar XFR (Ferlito Motors) di Andrea Larini e “Diabolik” e la M3 di Gianni Giudici.

I fan potranno accedere liberamente alle tribune dell’autodromo grazie all’innovazione firmata SWR: il FREE TICKET, iniziativa nata nel 2010 e che lo scorso anno ha visto la presenza di ben 31.000 spettatori sugli spalti di Monza. La campagna è ancora aperta e per scaricare il proprio voucher basta registrarsi sul sito internet http://www.superstarsworld.com. Anche quest’anno sono confermate le dirette su Rai Sport 2 domenica 7 aprile, con Gara 1 a partire dalle 11.50 mentre Gara 2 sarà trasmessa alle ore 16.00.

Banner

UNO SCHIERAMENTO TUTTO INTERNAZIONALE PER LA GTSPRINT INTERNATIONAL SERIES PRONTA AL VIA DELLA STAGIONE 2013 IN PROGRAMMA A MONZA, NEL “TEMPIO DELLA VELOCITÀ”


PARTE IL COUNTDOWN PER LA QUARTA EDIZIONE DELLA SERIE SWR, CHE ADOTTA UN NUOVO FORMAT CON GARE DA 60’ ED UN CALENDARIO CON OTTO APPUNTAMENTI SUI CIRCUITI PIU’ AFFASCINANTI D’EUROPA

Roma, 2 Aprile 2013

Mancano solo quattro giorni al primo semaforo verde che darà ufficialmente il via alla stagione della GTSPRINT INTERNATIONAL SERIES sul velocissimo tracciato di Monza, lo stesso in cui si sono svolti i test ufficiali proprio la scorsa settimana, quando sono stati svelati i primi nomi che prenderanno parte ad un 2013 che si annuncia ancora una volta esaltante.

gtsprint-international-series

Quest’anno sono molte le adesioni di team e piloti stranieri (con ben nove nazioni rappresentate) che hanno scelto la serie riservata alle vetture Granturismo by SWR, che per questa stagione si presenta in una veste rinnovata con le due gare previste nel weekend passate da 30’ a 60’, con un pit-stop da effettuare tra il 25. ed il 35. minuto. Una sosta obbligatoria, con la possibilità di mantenere però alla guida lo stesso pilota anche in caso di equipaggi doppi. Cambiamenti anche per le prove ufficiali: due turni di qualifica da 15’ che stabiliranno ciascuno degli schieramenti di partenza. Le due sessioni di prove libere saranno invece allungate da 45’ ad un’ora. Invariate le classi che concorreranno per il titolo: GTS2 e GTS3, mentre godranno di una propria classifica la GTS Cup Trophy e la GTS Open.

Pronto a scendere in pista lo “squadrone” della AF Corse, con ben quattro vetture del Cavallino: tre GTS3 ed una GTS2. L’equipaggio che si alternerà al volante della 458 Italia GTS2 è composto dai bielorussi Alexander Talkanitsa e Alexander Talkanitsa Jr (padre e figlio). Coppia di “peso” su una delle Ferrari 458 GTS3 quella formata dal tedesco Claudio Sdanewitsch e dall’italiano Michele Rugolo. Nello stesso raggruppamento saranno presenti, sempre al volante di una rossa di Maranello, i tailandesi Pasin Lathouras e Tanakorn Ramindra. Una terza 458 Italia GTS3 sarà schierata dal team Ferrari Ukraine (squadra che vanta sempre il supporto tecnico della AF Corse) con il duo Andrii Kruglyk e Ruslan Tsyplakov. Anche quest’anno non mancherà l’antagonista per antonomasia della Casa di Maranello, la Porsche 997 schierata in GTS3 da Autorlando Sport con Glauco Solieri, pilota che ha sempre preso parte all a GTSPRINT sin dalla prima edizione del 2010. Nello stesso raggruppamento raddoppia l’impegno anche il team Ombra, reduce da un 2012 di grandi successi dove ha messo a segno il titolo di classe con Mario Cordoni (Ferrari 458 Italia), che quest’anno dividerà il sedile con Massimo Mantovani. La squadra guidata da Davide Mazzoleni schiererà a Monza anche una Ferrari F430 per Fernando Croce e Lorenzo Bontempelli. Sul circuito brianzolo saranno presenti anche due team slovacchi: il Dino and Co Racing Team e la Scuderia Praha, rispettivamente con i piloti Patrick Tkač e Lubomír Jakubík.

Grande attesa per la Maserati MC GT3 dello Swiss Team che aveva esordito l’anno scorso a Vallelunga con una vittoria e che quest’anno si ripresenta ai nastri di partenza con un equipaggio di tutto rispetto: Max Pigoli (campione SUPERSTARS 2006 su Jaguar) e Andrea Dromedari. Tra le grandi novità di questo 2013 figura anche l’Audi R8 del team KMS con la giovane coppia tedesca formata da Maximilian Mayer e Thomas Schöffler, quest’ultimo protagonista lo scorso anno di una stagione al “top” in SUPERSTARS al volante di una RS5.

Nel GTS Cup Trophy farà ufficialmente il suo ingresso quest’anno il team Petri Corse, con due Porsche 997. Sulla prima “supercar” di Stoccarda si alterneranno alla guida Gianluca Carboni e Marco Cassarà, già protagonisti nei test ufficiali GTSPRINT, mentre ancora non è stato ancora svelato il secondo equipaggio. Con lo stesso “brand” prenderanno il via sul circuito brianzolo anche la 997 Heaven Motrosport di Steven Goldstein e Antonio De la Reina (coppia che nel 2011 aveva messo a segno il titolo di classe) e quella della M Racing affidata a Emanuele Romani.

Chi non potrà recarsi in circuito (dove è ancora attiva l’iniziativa del FREE TICKET – http://www.superstarsworld.com) avrà la possibilità di seguire le gare della GTSPRINT in diretta su Rai Sport 2, con Gara 1 sabato 6 aprile a partire dalle ore 16.10 e domenica 7 aprile alle ore 17.25 sempre sulla stessa emittente.

Banner

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: