Archivio mensile:ottobre 2012

Superstars International Series – Vallelunga Round


Superstars International Series – Vallelunga Round

Superstars International Series

Johan Kristoffersson – 2012 Superstars Champion

Thomas Biagi

Giancarlo Fisichella

Vitantonio Liuzzi

Andrea Larini

Thomas Schoffler

Gianni Morbidelli

Copyright 2012©FeliceMonteleone

Annunci

Moto3 – Riders in Action


Misano Adriatico.
Moto3 Riders in action

Copyright 2012©FeliceMonteleone

Moto2 – Marco Simoncelli World Circuit


Moto2 Image Gallery
Marco Simoncelli World Circuit – Misano Adriatico

Questo slideshow richiede JavaScript.

Copyright 2012©FeliceMonteleone

ENI Racing SuperBike Girls


ENI Racing SuperBike Girls

Questo slideshow richiede JavaScript.

SOURCE & CREDITS: WORLDSBK.COM

Superstars International Series Image Gallery – Vallelunga Round


Superstars International Series Image Gallery – Vallelunga Round October, 7 2012

Questo slideshow richiede JavaScript.

Copyright 2012©FeliceMonteleone

 

Superstars International Series: l’Audi RS5 conquista Vallelunga


Davanti a 33.000 spettatori, un grandioso Johan Kristoffersson porta a casa una splendida doppietta al volante della sua Audi RS5 del Team KMS. Si chiude così la tappa romana di Vallelunga. Prossimo appuntamento con la Superstars il 28 Ottobre nell’autodromo di Pergusa. Tra le tante iniziative, Superstars e Nadia Accetti insieme per il progetto “Deve Vincere La Vita” (associazione Donna Donna Onlus)

Superstars International Series - Autodromo di Vallelunga "Piero Taruffi"

La tappa romana del campionato Superstars International Series (organizzato da FGGroup), sarà sicuramente da ricordare sotto tanti punti di vista. L’autodromo di Vallelunga Piero Taruffi, ha infatti accolto sulle sue tribune la bellezza di ben 30.000 appassionati che fin dalle prime ore della mattina hanno intasato le principali vie di accesso al tracciato capitolino. Traffico quasi paralizzato per giungere in circuito; e non poteva essere diversamente, visto l’irresistibile richiamo di una sfida al cardiopalma tra alcune delle stelle internazionali più accreditate nel mondo delle ruote coperte; tra le tante novità, l’esordio nella categoria del pilota romano Giancarlo Fisichella.

Il pubblico è stato ampiamente ripagato grazie agli appassionanti duelli che si sono susseguiti in pista e che hanno dato una svolta al campionato con un cambio al vertice. Le caratteristiche miste del circuito romano hanno infatti favorito di gran lunga le doti delle spettacolari Audi RS5 che, grazie alla trazione integrale, sono riuscite a portare a casa una splendida doppietta.

Lo svedese Johan Kristoffersson, a bordo della sua Audi RS5 sale infatti sul gradino più alto del podio sia in Gara1 che in Gara2. Grazie a questa doppietta il giovane pilota scavalca l’italiano Vitantonio Liuzzi con la Mercedes C63 AMG del Team CAAL Racing, portandosi in testa alla classifica iridata. Liuzzi ha chiuso la trasferta romana con un quarto ed un settimo posto, quest’ultimo a causa di un “lungo” mentre lottava per le primissime posizioni, trovandosi ora con un gap di 10 punti dallo svedese. Nella gara della mattina era stato il giovane tedesco Thomas Schöffler, sulla RS5 dell’Audi MTM Motorsport, a centrare il secondo posto, con Thomas Biagi, sulla BMW M3 del Team BMW Dinamic, sul terzo gradino.

Kristoffersson Johan (SWE) in bagarre con Vitantonio Liuzzi (ITA)

Anche in Gara 2, come già detto, è il giovane Johan Kristoffersson a salire sul gradino più alto del podio; secondo e terzo posto tutto italiano con i compagni di squadra Giovanni Berton e Max Mugelli, entrambi su M3, con Schöffler quarto davanti a Gianni Morbidelli. Proprio il pilota pesarese nella gara della mattina era in lotta per il podio quando è stato penalizzato con un drive through per un contatto con Liuzzi.

L’esordio nella categoria del pilota romano Giancarlo Fisichella, si conclude con un ottavo posto in Gara 1, ed un undicesimo posto in Gara 2 (in quest’ultima partiva dalla Pole Position per via del regolamento che inverte le prime 10 posizioni in griglia tra Gara 1 e Gara 2). Nelle fasi conclusive della gara pomeridiana, Giancarlo si è trovato in lotta con Liuzzi proponendo al pubblico di appassionati un bellissimo duello tra due ex piloti di Formula1.

Giancarlo Fisichella - Maserati Quattroporte Swiss Team

Per quanto concerne la categoria GT Sprint International Series, le due sfide hanno invece visto imporsi rispettivamente la nuovissima Maserati GT-MC3 affidata in Gara 1 a Alessandro Pier Guidi (Swiss Team) e alla Ferrari 458 Italia di Andrea Palma, secondo nella prima gara e che ha così festeggiato sul circuito di casa il titolo 2012 che aveva già conquistato in occasione della precedente gara a Spa.

sul circuito di Pergusa, il prossimo 27/28 ottobre si chiuderanno i giochi del Campionato Italiano SUPERSTARS, dove a contendersi il titolo saranno lo stesso Johan Kristoffersson, leader della classifica tricolore, seguito da Thomas Biagi, Vitantonio Liuzzi ed Andrea Larini. Situazione diversa invece per la serie internazionale che si concluderà con la trasferta indonesiana di Sentul e che vede lo svedese sempre in testa tallonato da Liuzzi a dieci punti e dallo stesso Biagi.

Dunque un fine settimana denso di appuntamenti ed emozioni, come ormai la categoria ci ha abituato. A chiudere la kermes di questo weekend, il tracciato capitolino di Vallelunga non ha solamente ospitato il campionato Superstars International Series, ma quest’ultimo si è fatto portavoce di una bellissima iniziativa denominata “Deve Vincere La Vita”. In questi giorni ho avuto l’occasione, e soprattutto la fortuna di conoscere una persona straordinaria, Nadia Acetti, direttore dell’associazione Donna Donna Onlus, associazione nata per combattere e vincere i Disturbi del Comportamento Alimentare e gli stereotipi. Nadia, i piloti del Superstars International Series, e lo staff della categoria, hanno dato vita ad un set fotografico direttamente nel paddock dell’autodromo ed in pista, per la realizzazione di un calendario. Anche io ho avuto la fortuna di partecipare come fotografo alla realizzazione di alcuni scatti che arricchiranno il backstage della manifestazione.

Vi lascio il link al sito web dell’associazione.
Sito Web Associazione: Donna Donna Onlus

Nadia Accetti e Maurizio Flammini - Autodromo di Vallelunga

La Superstars si conferma ancora una volta una categoria che sa regalare ai suoi appassionati momenti di pura adrenalina con le “sportallate” in pista, ma riesce a dare il giusto peso e la giusta visibilità anche ad eventi che con i motori hanno poco da condividere, ma che fanno bene all’anima ed al cuore.

Vi aspetto al prossimo appuntamento presso l’autodromo di Pergusa, tappa che concluderà il Campionato Italiano Superstars.

FONTE: FANPAGE.IT Superstars International Series: l’Audi RS5 conquista Vallelunga
ARTICOLO e FOTOGRAFIE: Felice Monteleone

Fanpage è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n. 57 del 26/07/2011.

Superstars International Series: si accendono i riflettori a Vallelunga


Roma, 3 Ottobre 2012
Solamente 3 giorni ci dividono dal terzultimo attesissimo appuntamento del campionato Superstars International Series, organizzato da FGGROUP. L’organizzazione promette grandissime novità per i suoi appassionati, ma gli occhi sono sicuramente puntati sull’esordio nella categoria di un grandissimo nome del circus della Formula1; Giancarlo Fisichella infatti sarà per la prima volta al volante di una vettura di questo campionato. Il pilota romano sarà alla guida della Maserati Quattroporte messa a disposizione da Guido Bonfiglio team principal di Swiss Team. Il debutto del campione romano (reduce dal successo ottenuto domenica scorsa ad Al Sakhir nel World Endurance GTE Pro con una Ferrari 458), accende la sfida nei confronti dell’attuale leader della classifica della categoria, Vitantonio Liuzzi, alfiere della Caal Racing, con la Mercedes C63 AMG.

Vitantonio Liuzzi - CAAL Racing, Mercedes C63 AMG

Confronti di elevato livello, dunque, con lo stesso Liuzzi intenzionato a difendere la vetta della classifica dal veloce Johan Kristoffersson, a soli 19 punti,dominatore delle due gare di Imola lo scorso aprile e in testa al campionato italiano con la sua Audi Sport KMS e, a sole tre lunghezze, il bolognese Thomas Biagi, portacolori della BMW, secondo nella serie tricolore. Tre differenti marchi nelle prime tre posizioni, con l’altra Audi Sport Italia del plurititolato Gianni Morbidelli (quarto) sempre in agguato, dopo la doppietta di Spa e l’ottima prestazione sul tracciato inglese di Donington. Ma lo spettacolo non finisce qui; a contorno della massima categoria, anche la GTSprint International Series assicurerà un grandissimo spettacolo ricco di agonismo ed adrenalina.
Per Andrea Palma infatti, campione in anticipo con la Ferrari 458 GTS2 del Black Team, è l’occasione d’oro per celebrare nel migliore dei modi sulla pista di casa il titolo conquistato lo scorso luglio, ma senza togliere la “suspance” che contraddistingue la lotta nelle altre classi. Aggiungiamo anche il Ferrari Challenge Trofeo Pirelli…ed il weekend è pronto a garantire al giusta dose di velocità ed emozione.

Johan Kristoffersson - KMS, Audi RS5

Thomas Biagi - Team BMW Dinamic, BMW M3 E92

Gianni Morbidelli - Audi Sport Italia, AUDI RS5

Come di consueto, le iniziative per il pubblico sono innumerevoli, a partire dall’ormai consolidato FREE TICKET che quest’anno ha fatto registrare un record a livello di adesioni; a far da graditissima cornice al Superstars International Series, un evento nell’evento: il Tuning Night, organizzato e gestito dall’azienda PR EVENTS, manifestazione che unisce migliaia di amanti dell’eleborazione estrema e del car audio.
Insomma…gli ingredienti per un grandissimo weekend all’insegna dei motori e dell’adrenalina ci sono, quindi non manca che attendere con impazienza il fine settimana.

AUTODROMO DI VALLELUNGA “PIERO TARUFFI”
Qualche informazione di dettaglio sul circuito che ospiterà la kermesse romana del Campionato Superstars International Series:

Vallelunga - Auodromo Piero Taruffi

Anno di costruzione: 1951
Lunghezza Circuito Internazionale: 4.085 m (per moto 4.110 m)
Lunghezza Circuito Club: 1.746 m
Direzione: Oraria
Larghezza: min 11 m – max 14 m
Curve: a destra 6 – a sinistra 6
Raggio di curva: min 23 m – max 166 m
Capacità Tribuna Traguardo permanente: 5.000 spettatori
Capacità Tribuna Collina temporanea: 15.000 spettatori
Capacità Prato: 12.000 spettatori
Capacità totale: 32.000 spettatori
Postazioni commissari di percorso: 22 con radio
Box: 24

FONTE UFFICIALE: AUTODROMO VALLELUNGA Circuito di Vallelunga – Dati Tecnici

ARTICLO E FOTOGRAFIE: Copyright 2012©FeliceMonteleone

MotoGP: Aragon, Pedrosa c’è



Domenica, 30 settembre 2012
Daniel Pedrosa (Honda Repsol), con una vittoria di forza e carattere, archivia il Gran Premio Iveco di Aragon, riducendo a 33 i punti di svantaggio dal connazionale Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing), secondo sul podio.
Sul terzo gradino l’ottimo Andrea Dovizioso (Yamaha Monster Tech3), che riesce a spuntarla sul compagno di squadra Cal Crutchlow dopo un entusiasmante testa a testa proprio nel finale di gara. Andrea, con la gara di Aragon, porta a sei i podi nel corso della stagione 2012.

Jorge Lorenzo - Yamaha Factory Racing

Andrea Dovizioso - Yamaha Monster Tech3

Al via tutti ci saremmo aspettati la solita partenza “a fionda” di Dani, ma allo start le posizioni rimangono invariate. Il primo errore in gara arriva proprio da Valentino Rossi (Team Ducati), che in fondo al rettilineo va lungo in staccata per evitare Jonathan Rea; per fortuna l’italiano trova una via di fuga, ma al suo rientro in pista si ritrova purtroppo in ultima posizione, costretto ad affrontare un’improbabile rimonta. Ma per la Ducati oggi i problemi non finiscono qui. Dopo qualche giro anche Nicky Hayden va lungo e finisce contro i cartelloni lungo la pista e vola letteralmente fuori dal circuito. Immediatamente portato al centro medico, al pilota americano non viene diagnosticato nessun problema, ma rimarrà a riposo per tutto il resto della gara. Più o meno la stessa sorte tocca al pilota tedesco Stefan Bradl. I primi due viaggiano insieme quando, a 17 giri dal termine, arriva l’attacco di Dani Pedrosa al connazionale. Il sorpasso avviene in staccata con le due moto piegate; il maiorchino, probabilmente in ottica mondiale, non oppone nessuna resistenza.
Dani si impadronisce quindi della prima posizione, che manterrà in tutta tranquillità fino a fine gara, complice anche una brutta imbarcata della Yamaha M1 di Jorge che probabilmente da un forte segnale di usura della gomma posteriore al suo pilota, costringendolo ad essere cauto sulla manopola del gas!
Nel frattempo nelle retrovie, Valentino Rossi è autore di una bella rimonta portando la sua Ducati fino all’ottavo posto. Ormai Dani ha un cospicuo vantaggio su Jorge, e l’attenzione si sposta giustamente sulla lotta per il terzo gradino del podio che vede coinvolti ben tre piloti: Ben Spies (Yamaha Racing Factory), ed i compagni di squadra Cal Crutchlow e Andrea Dovizioso (Yamaha Monster Tech3). Dopo qualche giro di studio, Andrea passa il suo compagno di box e si lancia all’inseguimento del pilota americano, che raggiunge e sorpassa. Dopo qualche curva Ben Spies verrà superato anche da Cal Crutchlow. I due piloti del Team Yamaha Monster Tech3 daranno poi vita ad una splendida bagarre fino all’ultima curva, ma sarà l’italiano a spuntarla riuscendo a salire sul terzo gradino del podio.

Quindi una vittoria di carattere per Daniel Pedrosa, che dimostra il suo momento di splendida forma, e che riduce a 33 le lunghezze di distacco da Jorge Lorenzo, oggi costretto ad ammettere la netta superiorità dell’accoppiata Daniel/Honda HRC. Con questo risultato Dani festeggia nel migliore dei modi il suo 27° compleanno, dimostrando di essere il pilota più in forma del momento.

Io però una cosa me la chiedo ugualmente. Come già detto, ad oggi Daniel Pedrosa è sicuramente il pilota da battere, ma al rientro di Casey Stoner (che molto probabilmente avverrà nel Round di Motegi in Giappone), Dani continuerà a dimostrare quanto fatto fino ad ora? Il canguro australiano, potrebbe aiutare il compagno di squadra “camomillo” (mica tanto in queste ultime gare…) nella conquista del titolo iridato, oppure vorrà lasciare le corse con una grande prova di forza?

Lascio a voi lettori tutto il resto.

FONTE: FANPAGE.IT MotoGP: Aragon, Pedrosa c’è
ARTICOLO e FOTOGRAFIE: Felice Monteleone

Fanpage è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n. 57 del 26/07/2011.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: