Archivio mensile:settembre 2012

MotoGP: Jorge Lorenzo vola nelle qualifiche ufficiali


Jorge Lorenzo - Yamaha Factory Racing

Grande prestazione del leader del mondiale che domani difenderà i suoi 38 punti di vantaggio partendo dalla pole del Gran Premio Iveco de Aragón. Secondo Pedrosa, terzo Crutchlow.

Sabato, 29 settembre 2012
Cielo coperto, nuvoloni e temperature basse. Ecco gli ingredienti che “condiscono” la giornata di prove ufficiali del Gran Premio IVECO al Motorland di Aragon. Le condizioni non promettono nulla di buono ai Top Riders della classe regina decidono di scendere in pista con l’intenzione di realizzare subito il tempo, prima dell’eventuale arrivo della pioggia. Questo vuol dire riuscire a mandare subito in temperatura gli pneumatici con un asfalto dalla temperatura molto bassa, per poter subito azzardare un giro veloce. Purtroppo il primo a fare le spese è il pilota del Team Repsol Honda Daniel Pedrosa, che inaugura le prove ufficiali con una bella scivolata senza conseguenze per lui, ma costretto ad utilizzare la seconda moto. Certo non è un bel modo per festeggiare al meglio il giorno del suo compleanno.
Qualche giro dopo, lo emulano Yonny Hernandez ed anche Valentino Rossi che, come al solito, perde l’anteriore della sua Desmo16; probabilmente la gomma non era ancora entrata in temperatura, ed inoltre il pilota di Tavullia avrebbe affrontato l’ingresso in quella curva con una traiettoria di circa 40cm più larga.
Nulla da dire invece per Jorge Lorenzo. Il numero 99 realizza giri veloci uno dietro l’altro, portandosi a casa l’ennesima Pole Position. Il suo rivale nella lotta al campionato, chiude in ogni caso in seconda posizione a soli 88 millessimi di secondo…e conosciamo bene le partenze che Camomillo è in grado di fare. Sarà sicuramente una lotta all’ultima curva.

Daniel Pedrosa - Team Repsol Honda

A chiudere, in terza posizione, troviamo un Cal Crutchlow (Yamaha Monster Tech3) in forma smagliante. Anche il pilota inglese non sbaglia praticamente nulla, portandosi a casa la terza casella in griglia di partenza. La quarta posizione in griglia verrà invece occupata dall’ americano Ben Spies, anch’egli in grande forma. Seguono nell’ordine Stefan Bradl (Team Honda LCR), e l’altro pilota del Team Yamaha Tech3, Andrea Dovizioso, un pò in ombra nella sessione di qualifiche ufficiali, e probabilmente poco a suo agio su questo circuito. Ottima la prestazione di Jonathan Rea, che anche in questa gara sostituisce l’infortunato Casey Stoner. Il pilota inglese, che porta sulle spalle anche il peso del Mondiale SuperBike, chiude le qualifiche ufficiali con un fantastico sesto posto, precedendo meritatamente le due Ducati ufficiali. Valentino Rossi chiude settimo in griglia ed il compagno di squadra Nicky Haiden lo affiancherà partendo dall’ottava casella.

Cal Crutchlow - Yamaha Monster Tech3

MotoGP Qualifying Practice Classifica 2012
1. Jorge Lorenzo SPA – Yamaha Factory racing Yamaha – 1’49.404
2. Daniel Pedrosa SPA – Repsol Honda Honda – 1’49.492
3. Cal Crutchlow GBR – Yamaha Monster Tech3 Yamaha – 1’49.576

Fantastica la prestazione in Moto2 di Simone Corsi (Came IodaRacing Project), che acciuffa la pole proprio al limite delle prove ufficiali.

Simone Corsi - Came IodaRacing Project

Nella categoria minore sarà Jonas Folger (Mapfre Aspar Team Moto3) a partire dalla prima casella sulla griglia.

Jonas Folger - Mapfre Aspar Team Moto3

FONTE: FANPAGE.IT MotoGP: Jorge Lorenzo vola nelle qualifiche ufficiali
ARTICOLO e FOTOGRAFIE: Felice Monteleone

Fanpage è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n. 57 del 26/07/2011.

Annunci

MotoGP: Aragon, prove libere. Il maltempo colpisce ancora


Valentino Rossi - Ducati Team

Anche ad Aragon, come a Misano due settimane fa, il maltempo condiziona la prima giornata di prove libere.Poca attività per la classe regina. Rossi, secondo nella prima sessione a 860 millesimi dal compagno di scuderia, viene rallentato da un problema al cambio durante la seconda tornata.

Venerdì, 28 Settembre 2012
A distanza di due settimane dalla gara di Misano Adriatico, è ancora il maltempo a dettare legge durante la prima giornata di prove libere.
Siamo ad Aragon, in Spagna, Gran Premio Iveco,sul circuito disegnato dall’architetto tedesco Hermann Tilke. Sono i “cuccioli” della Moto3 ad aprire le danze, inaugurando il tracciato nella prima sessione di prove libere del mattino. La pista, reduce dalla pioggia della notte, è in condizioni difficili, tanto da regalare subito le prime scivolate che si susseguono numerose durante tutta la sessione. La presenza di olio sulla pista, a seguito di una caduta, costringe la direzione di gara ad esporre la bandiera rossa.

Il più veloce è Miguel Oliveira, che nonostante una scivolata rimane in testa al gruppo della classe minore. Maverick Viñales, diretto inseguitore del leader della classifica iridata Sandro Cortese, non trova il giusto feeling con il tracciato e chiude al decimo posto.

Miguel Oliveira - Team Estrella Galicia 0,0

Moto3 Free Practice Nr. 1 Classifica 2012
1. Miguel Oliveira POR – Team Estrella Galicia 0,0 Suter Honda2’11.415
2. Luis Salom SPA – Team RW Racing GP Kalex KTM2’12.770
3. Jonas Folger GER – Mapfre Aspar Team Moto3 Kalex KTM2’12.839

Moto3 Free Practice Nr. 2 Classifica 2012
1. Miguel Oliveira POR – Team Estrella Galicia 0,0 Suter Honda2’16.726
2. Danny Kent GBR – Team Red Bull KTM Ajo KTM2’16.909
3. Zulfahmi Khairuddin – MAL – Team AirAsia-Sic-Ajo KTM2’16.997

L’interruzione della Moto3 ritarda la partenza della classe regina, che vede però pochi partecipanti a darsi battaglia sul circuito. Le condizioni poco interpretabili dell’asfalto fanno preferire alla maggior parte dei Top Riders il box, anzichè l’umido asfalto. A fine sessione i primi due posti sono occupati dalle due Ducati ufficiali. L’americano Nicky Hayden stacca di 806 millesimi il compagno di squadra Valentino Rossi, reduce dal podio di Misano Adriatico. Segue la CRT di Aleix Espargaró.

Nicky Hayden - Ducati Team

Diversa la seconda sessione di prove che propone un asfalto completamente bagnato, adatto quindi a testare il setup “RAIN”. Avremmo dovuto vedere il Dottore e la sua Desmo16 a loro perfetto agio in queste condizioni, ma stranamente il pilota di Tavullia si ritrova, a fine turno, relegato in ottava posizione con un ritardo di oltre due secondi da Ben Spies, leader della seconda sessione.

Ben Spies - Yamaha Factory Racing

A cosa imputare un risultato del genere, quando è risaputo che la rossa di Borgo Panigale adora le condizioni “anfibie”? Da notare che Nicky Hayden chiude comunque la sua giornata al quarto posto con un tempo di tutto rispetto e non troppo distante dal leader. Ma allora cosa è successo al Dottore? Con tutta questa pioggia avrà preso un raffreddore? Le nuove modifiche testate la scorsa settimana hanno migliorato la situazione in condizioni di asciutto, ma le hanno peggiorate sul bagnato?… No, nulla di tutto ciò.
Un problema al cambio, probabilmente di natura meccanica (la marce saltavano e spesso si ritrovava in folle), ha rallentato Valentino Rossi nella seconda tornata di prove, senza riportare fortunatamente danni al motore.
La seconda moto, però, non ha restituito a Valentino il feeling della rossa ufficiale. Ma nulla di preoccupante…per le prove ufficiali, la prima moto tornerà “in forma”.
Valentino ha però confermato le buone sensazioni date dal nuovo telaio e dal nuovo forcellone anche sul bagnato, aspettando l’asciutto per tratte le conclusioni definitive.
I due spagnoli in lotta per il Mondiale, Daniel Pedrosa e Jorge Lorenzo chiudono il secondo turno di libere, rispettivamente al secondo ed al terzo posto.

Daniel Pedrosa - Team Repsol Honda

Jorge Lorenzo - Yamaha Racing Factory

MotoGP Free Practice Nr. 1 Classifica 2012
1. Nicky Hayden USA – Ducati Team Ducati2’04.890
2. Valentino Rossi ITA – Ducati Team Ducati2’05.750
3.Aleix Espargarò SPA – Team Power Electronics Aspar ART2’07.378

MotoGP Free Practice Nr. 2 Classifica 2012
1. Ben Spies USA – Yamaha Factory Racing Yamaha2’00.219
2. Daniel Pedrosa SPA – Repsol Honda Team Honda2’00.285
3. Jorge Lorenzo SPA – Yamaha Factory Racing Yamaha2’00.746

In Moto2, l’italiano Andrea Iannone chiude la prima tornata di libere in testa alla classifica, seguito da Gine Rea e Thomas Luthi.
La seconda sessione vede come leader Johann Zarco, seguito da un ottimo Alex De Angelis. Segue, mantenendo un passo costante, Thomas Luthi

Moto2 Free Practice Nr. 1 Classifica 2012
1. Andrea Iannone ITA – Speed Master Speed Up2’07.981
2. Gino Rea GBR – Federal Oil Gresini Moto2 Suter2’08.392
3. Thomas Luthi SWI – Interwetten-Paddock – Suter2’08.751

Moto2 Free Practice Nr. 2 Classifica 2012
1. Johann Zarco FRA – JIR Moto2 Motobi2’07.844
2. Alex De Angelis ITA – NGM Mobile Forward Racing FTR2’08.134
3. Thomas Luthi SWI – Interwetten-Paddock – Suter2’08.190

FONTE: FANPAGE.IT MotoGP: Aragon, prove libere. Il maltempo colpisce ancora
ARTICOLO e FOTOGRAFIE: Felice Monteleone

Fanpage è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n. 57 del 26/07/2011.

Superstars International Series: a Vallelunga debutta Giancarlo Fisichella


GIANCARLO FISICHELLA DEBUTTA NELLA SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES CON LA MASERATI QUATTROPORTE IL 7 OTTOBRE A VALLELUNGA

Roma, 21 settembre 2012

È sfida aperta tra gli ex campioni della F.1. L’autodromo, che il 7 ottobre ospiterà il settimo appuntamento della SUPERSTARS INTERNATIONAL SERIES, vedrà il debutto assoluto di Giancarlo Fisichella, (231 presenze nella massima categoria), attualmente impegnato in GT con i colori ufficiali Ferrari, al volante della Maserati Quattroporte schierata dallo Swiss Team, di Maserati Corse.

E’ confronto annunciato con il suo ex compagno di squadra Tonio Liuzzi, asso della Mercedes C63 AMG, schierata da CAAL Racing, team ufficiale Mercedes, attuale leader della Serie Internazionale con 149 punti, con Gianni Morbidelli, primo attore sulla Audi RS5 di Audi Sport Italia con la quale ha centrato la doppietta a Donington e Spa-Francorchamps e con Thomas Biagi, con la BMW M3 del Team Dinamic, campione 2010, pronto a puntare nuovamente al Titolo.

Ma Vallelunga sarà anche un testa a testa tra i numerosi campioni internazionali che quest’anno animano la Serie Internazionale: innanzitutto dallo svedese Johan Kristoffersson, di Audi Sport by KMS, rivelazione dell’anno e attualmente secondo in classifica assoluta nonchè leader del Rookie of the Year 2012; il possibile rientro dell’indonesiano Ananda Mikola, volto noto al mondo delle ruote scoperte ed emblema” del nuovo assetto geografico della Serie; il giovane Thomas Shoffler, classe 1993, portacolori dell’Audi Sport by MTM Motorsport, che nonostante l’età si trova nella “top ten” della classifica SUPERSTARS, dimostrando di avere le carte in regola per puntare sempre più in alto; Camilo Zurcher, pilota di Bogotà, tra i protagonisti assoluti del weekend dell’Hungaroring, pronto a puntare al podio con la sua Mercedes C63.

«Essere in SUPERSTARS rappresenta per me un’ulteriore sfida. – ha commentato Fisichella – La Maserati si è già dimostrata vincente nel 2011 con Andrea Bertolini. Mi piacerebbe fare altrettanto bene già a Vallelunga, anche se per me si tratterà di una “chance” unica. Correre sul mio circuito di casa, a pochi chilometri da casa, è un motivo in più per puntare alla vittoria davanti ad un pubblico amico e ai molti tifosi richiamati da questa sfida. Non sarà facile perché le Mercedes, le Audi e le BMW mi daranno filo da torcere, ma ce la metterò tutta».

L’arrivo di “Fisico”, non fa altro che accrescere il parterre delle stelle che si sono avvicendate nella serie quest’anno, come Mika Salo, considerato uno dei talenti nordici della F.1, il brasiliano Christian Fittipaldi, con i suoi 40 Gp disputati, l’inglese Johnny Herbert, con le sue 160 presenze nella massima serie e il giovane austriaco Christian Klien, con ben 4 stagioni in Formula 1 e 49 Gran Premi.

Ecco dunque un altro fuoriclasse che si accinge a sfidare i campioni della SUPERSTARS, dando un motivo di interesse in più a questo movimentato epilogo di stagione 2012, su un tracciato che lo scorso anno fece registrare la presenza di ben 28.000 spettatori.

MotoGP: 60 immagini per raccontare un’emozione…e per ricordare il SIC


Malesia – Domenica 23 Ottobre 2011.
Sulla griglia di Sepang Marco aveva un asciugamano in testa, ed in mano un cartello che riportava l’indirizzo del suo nuovo sito web, Kate era al suo fianco. Lui, sereno e sorridente come sempre, con la sua simpatia che lo ha sempre contraddistinto.

Semaforo verde…appena due giri. Ciao Marco…

Credetemi quando dico che ho i brividi in questo momento. Ho scritto queste prime righe provando la stessa identica sensazione di quasi un anno fa…si è passato quasi un anno, ma Marco è sempre nel mio cuore, e nel cuore di tutti noi.

Italia – Venerdì 14 Settembre 2012.
Siamo a Misano Adriatico, 11 mesi dopo, sul circuito che porta il nome di Marco Simoncelli. E’ la prima volta dopo il tragico evento che il circus della MotoGP approda sulla pista della riviera romagnola, culla del motociclismo italiano, e la presenza del SIC è forte e tangibile ovunque. Il paddock si riempie pian piano di anime che portano nel cuore il suo ricordo, il suo sorriso, le sue partite a scopone scientifico. Ho provato a contare i cappellini con il numero 58 e le magliette con la sua “capoccia” piena di capelli che non so neanche come entrassero in quel casco, ma non ci sono riuscito, erano tantissime le persone che portavano un suo segno.

In poche parole…Misano si riempie di Marco.

Il compito di noi fotografi è di documentare un evento attraverso le nostre immagini, di far sentire chi le osserva parte integrante di quel mondo; ma è anche compito nostro far emergere quelle emozioni, quelle sensazioni e quei ricordi, che sono legate ad una particolare gara…e questa è proprio una di quelle gare. Il weekend finisce con un podio meraviglioso, che al SIC sarebbe sicuramente piaciuto tantissimo. Dietro Jorge finiscono, in ordine, il suo grande amico ed idolo di sempre Valentino Rossi, ed Alvaro Bautista, pilota del Team Gresini con il quale Marco ha corso, e con il quale ha portato la Honda al secondo posto sul podio in Australia.

Anche Michele Pirro, altro pilota del Team Gresini, dedica a Marco il suo secondo posto nella graduatoria delle CRT, definendo “FANTASTICA” la giornata… E guarda caso…lo scorso anno a Valencia Michele vince anche l’ultima gara della Moto2.
Quando si dice… il destino, vero?

Michele Pirro - Team Honda Gresini

Ed è per questo che ho deciso, a distanza di quasi un anno, e nel circuito a lui intitolato, di dedicare una galleria di immagini alla gara di Misano Adriatico, con la speranza ed il desiderio che possano raccontare quello splendido weekend, e che ci facciano portare sempre nel nostro cuore il ricordo di quel ragazzo con il numero 58, umile, sempre con il sorriso in volto, sempre disponibile…e che amava quello che faceva.

Ciao SIC…sempre nel cuore

GALLERIA IMMAGINI

Questo slideshow richiede JavaScript.

ARTICOLO e FOTOGRAFIE: Felice Monteleone

MotoGP: a Misano continuano i test per la Ducati


Lunedì 17 Settembre 2012 – Misano Adriatico:
Per la casa di Borgo Panigale si è conclusa un’intera giornata di test nell’autodromo intitolato a Marco Simoncelli. Il Team ha girato sia con i piloti ufficiali che con il collaudatore Franco Battaini.

Dopo l’ottimo secondo posto di Valentino Rossi, la casa di Borgo Panigale è rimasta in quel di Misano per affrontare un’intera giornata di test concentrandosi su alcune modifiche dedicate al telaio ed al forcellone.

Nicky Hayden ha provato telaio e forcellone usati la domenica in gara, mentre Valentino Rossi ha testato una variante del telaio modificata nella rigidezza (a dire il vero non molto apprezzato) ed un forcellone posteriore completamente nuovo. Il collaudatore Franco Battaini invece ha dedicato la giornata a prove di sviluppo dell’elettronica.

Queste le parole e le sensazioni dei protagonisti:

Valentino Rossi (53 giri effettuati)

“E’ stata una buona giornata: abbiamo provato un telaio dalle rigidezze diverse ma, onestamente, non mi è piaciuto tanto. Era migliore sotto certi punti di vista ma peggiore sotto altri quindi alla fine non era un passo in avanti. Poi invece abbiamo provato un forcellone diverso, che mi è piaciuto molto perché mi aiuta un po’ in accelerazione e rende la moto più stabile in uscita di curva. Quindi delle due novità una ha funzionato. Lo useremo ad Aragon e vedremo se anche lì, su una pista diversa, potremo confermare queste buone sensazioni”.

Nicky Hayden (14 giri effettuati)

“Per non forzare troppo la mano oggi abbiamo fatto solo due uscite, una con la moto che ho usato in gara e una con la nuova ciclistica. E’ stato positivo potersene fare un’idea. Ho potuto percepire le differenze più di quanto mi fossi aspettavo e sicuramente il “feeling” è migliore, mi da più fiducia perché il “grip” in frenata è migliore e di conseguenza lo è anche il “turning”. Penso sia un passo nella direzione giusta e sono contento del lavoro fatto dalla Ducati in questo senso. Dovrò probabilmente aumentare un po’ la rigidezza della molla della forcella ma in ogni caso già così è uno “step” positivo. Sono soddisfatto e ad Aragon cominceremo a lavorare sul set-up”.

Anche le parole di Filippo Preziosi danno la sensazione che si stia andando verso la direzione giusta. Ad Aragon, riferisce Preziosi, porteranno il nuovo forcellone testato da Valentino Rossi il quale ha riportato ottimi feedback. Per quanto riguarda Nicky Hayden, ha fatto solo una comparativa tra la configurazione della gara di Misano e le modifiche provate dal pilota di Tavullia. Le prime impressioni del campione americano sembrano essere positive, ma bisognerà attendere che le condizioni fisiche siano migliori, per trarre le giuste conclusioni.

ARTICOLO E FOTOGRAFIE: Felice Monteleone

MotoGP: tutto facile per Lorenzo, Pedrosa out


Gara particolare quella di Misano Adriatico, che anche prima della partenza regala forti emozioni. Daniel Pedrosa che scatta dalla Pole accusa qualche problema tecnico ed è costretto a schierarsi a fine griglia. Allo start è il maiorchino Jorge Lorenzo a prendere la testa della gara, posizione che manterrà “facilmente” fino alla fine dei 27 giri in programma. Il suo diretto antagonista Daniel Pedrosa, dopo poche curve viene toccato da Hector Barbera finendo nella ghiaia della Quercia (una delle curve del circuito) la sua rincorsa al leader della classifica iridata. Dopo qualche giro è anche il turno dell’Inglese Cal Crutchlow, che abbandona la gara per una caduta

Ma non finisce qui. Un telaio leggermente rinnovato e nuovi accorgimenti tecnici, portano la Ducati DesmoSedici ed il suo cavaliere Valentino Rossi sul secondo gradino del podio. Per parecchi giri dopo il via, il pilota di Tavullia è stato tallonato dal Tedesco Stefan Bradl che però ha visto vanificarsi tutti i suoi tentativi di attacco, cedendo la terza piazza al pilota Spagnolo del Team Gresini Alvaro Bautista che nel frattempo si era sbarazzato anche di Andrea Dovizioso;

Dopo questa vittoria Jorge Lorenzo porta a 38 punti il vantaggio sul suo diretto inseguitore Daniel Pedrosa. A sole cinque gare dalla fine del campionato, la lotta al titolo iridato rimane aperta e sicuramente le sorprese non mancheranno.

GP APEROL DI SAN MARINO E RIVERA DI RIMINI
Classifica dopo 27 giri:

1° Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – 42’49.836
2° Valentino Rossi – Ducati Team – 42’54.234 + 4.398
3° Alvaro Bautista – San Carlo Honda Gresini – 42’55.891 + 6.055

Marco Simoncelli sarà sicuramente felice di vedere sul podio del circuito a lui intitolato, il suo idolo ed amico, e la moto con la quale ci ha regalato tantissime emozioni.
Ciao SuperSIC…….

GALLERIA IMMAGINI

Questo slideshow richiede JavaScript.

ARTICOLO E FOTOGRAFIE: Felice Monteleone

MotoGP: a Misano nella prima giornata di prove libere vince il maltempo


Tredicesima tappa del Motomondiale a Misano Adriatico: La mancanza del SIC si avverte forte nell’aria, ed il meteo non favorevole condiziona le prima giornata di prove libere. La pioggia intermittente, ed il forte vento hanno di fatto reso inutili le due sessioni di prove. I Top Rider della MotoGP hanno girato pochissimo.

 

Venerdì 14 Settembre 2012
E’ stata una di quelle giornate da dimenticare, una di quelle nelle quali saresti voluto rimanere a letto al caldo sotto le coperte, una di quelle giornate praticamente inutili. Siamo nella riviera romagnola, a Misano Adriatico, e questa è l’analisi, ed il risultato finale, della prima giornata di prove libere della tredicesima tappa della MotoGP.
Al Misano World Circuit Marco Simoncelli pioggia e vento, veri protagonisti dell’intera giornata, hanno di fatto reso inutile le due sessioni di prove libere, durante le quali i Top Rider della MotoGP sono rimasti quasi tutti nei box. Solamente alcuni rappresentanti della categoria maggiore sono scesi in pista, più che altro per avere un primo contatto con la pista, lasciando il viscido asfalto ai piloti di Moto2 e Moto3, che hanno dato vita a due interessanti e combattute sessioni di prove.

Durante la prima sessione di prove della mattina, un timido Valentino Rossi si affaccia sulla pista di Misano, percorrendo pochissimi giri per poi rientrare ai box. Anche il suo compagno di squadra Nicky Hayden, reduce dall’incidente di Indianapolis, ha percorso pochi chilometri per poi rientrare; insieme a loro fanno capolino anche Ben Spies del Team Yamaha Racing Factory, e Karel Abraham con la sua Ducati del Team Cardion AB Motoracing.
Nella seconda sessione del pomeriggio, anche Stefan Bradl (Team LCR Honda), Alvaro Bautista (Team Gresini Honda) e Jonathan Rea (che sostituisce l’infortunato Casey Stoner), fanno la loro apparizione,seppur per pochissime tornate, sul circuito di Misano. I due contendenti al titolo mondiale (Jorge Lorenzo e Daniel Pedrosa) non sono scesi in pista in nessuna della due sessioni di prove.

In ogni caso, gli spettatori paganti hanno senza dubbio potuto apprezzare la “bagarre” tra i piloti delle due categorie inferiori.
Al momento le previsioni meteo fanno ben sperare per la giornata di domani, e sicuramente avremo modo di assistere a duelli molto interessanti.

ARTICOLO e FOTOGRAFIE: Felice Monteleone

Superstars International Series: nei test di Vallelunga Francesco Sini è il più veloce


È stata la pioggia a condizionare in parte la giornata dei test che si sono tenuti sull’autodromo di Vallelunga mercoledì 5 settembre. Meteo pertanto incerto, ma tante le novità viste per l’occasione sul circuito romano, prossimo ad ospitare la SUPERSTARS nel fine settimana del 6 e 7 ottobre.
Da evidenziare la presenza delle due BMW M3 E92 del team Durango schierate dalla squadra veneta, portate in pista da Giovanni Berton (il quale aveva già completato uno “shake-down” sul nuovo circuito di Cremona a fine luglio) e lo svizzero Davide Durante.
Una prima vera presa di contatto con la pista, nell’ottica di un probabile ingresso nella categoria già a partire dal prossimo round del calendario ed in vista di un impegno costante nella stagione 2013. «Ci possiamo ritenere molto soddisfatti. – è stato il commento di Berton, autore di un significativo responso di 1’44”912 – Sebbene sia io che il mio compagno di squadra non abbiamo potuto girare con la gomma nuova, dal momento che l’ultimo turno si è svolto con il bagnato». Da segnalare inoltre che lo stesso Durante era stato costretto a saltare il primo turno del mattino a causa di un problema alla pompa della benzina.

A fare segnare il miglior tempo in assoluto è stato invece Francesco Sini, che ha fermato il cronometro su 1’42”054 con la sua Chevrolet Lumina. L’abruzzese della Solaris Motorsport si è detto particolarmente entusiasta dello sviluppo della vettura, che ha beneficiato di un’inedita taratura del differenziale. Da evidenziare la presenza del finlandese Antti Buri (autore di due secondi posti a Spa-Francorchamps nella GTSprint International Series) e dell’esperto Simone Iacone, i quali si sono alternati al volante della seconda “supercar” americana.

In azione anche la nuova Mercedes C63 AMG Coupè del Roma Racing Team, sulla quale si sono dati il cambio Nico Caldarola e Luca Rangoni.

Purtroppo, a causa della pioggia, abbiamo potuto portare a termine solamente due turni e mezzo dei quattro in programma. – ha commentato Caldarola – Troppo pochi per mettere a posto la vettura, che necessita ancora di uno sviluppo per ciò che riguarda il set-up generale e una ottimale distribuzione dei pesi. Abbiamo comunque potuto testare un nuovo tipo di ammortizzatori ed il 21 svolgeremo un altro test sempre qui a Vallelunga, per proseguire nel nostro lavoro.

Articolo Completo: Superstars® – International Series News.

SOURCE & CREDITS: EUROSUPERSTARS.COM

MotoGP – Misano Adriatico, un weekend all’insegna dell’emozione


lunedì, 10 settembre 2012
Tante sfide e tanti piloti a confronto in questo tredicesimo appuntamento mondiale. Lorenzo cerca la vittoria, Pedrosa vuole recuperare ancora punti e poi l’assalto di tutti gli altri al podio.

Partiamo dalle novità di questo Gran Premio Aperol di San Marino e Riviera di Rimini che saranno due: Jonathan Rea e David Salom. Il nord irlandese, pilota regolare nel campionato superbike è stato il prescelto dai vertici di Repsol Honda per sostituire l’infortunato Casey Stoner e arriva a Misano con le idee un po’ più chiare dopo aver provato sia nei test ufficiali di Brno post gara che nella due giorni di Aragon della scorsa settimana. Per quanto riguarda il mallorquino, cugino del più giovane Luis pilota Moto3, è notizia di qualche giorno fa che sarà il nuovo pilota da qui alla fine della stagione per il team Avintia Blusens CRT, al posto di Ivan Silva, che rimarrà al seguito della squadra spagnola come collaudatore e pilota di riserva.

Detto questo, è ovvio e naturale che tutti gli occhi saranno puntati sull’accoppiata spagnola formata da Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa che dal GP di Assen, non perde occasione per dividere il podio ad ogni appuntamento mondiale. Il 99 e il 26 non si sono risparmiati la scorsa settimana in occasione dei test di Motorland (scenario del prossimo appuntamento) mantenendo alta la tensione e continuando lo sviluppo di M1 e RC213V in vista di un finale di stagione a dir poco incandescente.

Difficile che qualcuno possa inserirsi nella lotta per la vittoria anche se è innegabile che le Monster Yamaha Tech3 di Andrea Dovizioso e Cal Crutchlow possano considerarsi alla pari delle ufficiali e sicuramente entreranno nella lotta per il podio dalla quale non vorrà sottrarsi nemmeno Ben Spies (Factory Yamaha), in cerca di riscatto in una stagione con più ombre che luci.

Importante appuntamento anche per Stefan Bradl (LCR Honda) e Alvaro Bautista (San Carlo Honda Gresini). I due, oltre a giocarsi la sesta piazza mondiale in classifica (divisi da appena tre punti) vogliono alzare il target: il tedesco punta ormai dichiaratamente al podio, mentre lo spagnolo cerca una riconferma nel San Carlo Gresini Team, unica moto tra le satelliti ancora in attesa di un pilota per la stagione 2013.

Capitolo Ducati che si apre con il rientro dell’americano Nicky Hayden (Ducati team) e dello spagnolo Hector Barberá (Pramac). Difficile che i due possano essere competiti quanto Valentino Rossi che qui la scorsa settimana ha provato per due giorni e dovrebbe partire con dei settaggi già collaudati. Per Karel Abraham (Cardion AB) l’occasione di trovare un po’ di continuità in un’annata difficile.

In CRT, già detto della novità Salom, sarà il compagno di squadra Yonny Hernandez il vero antagonista delle ART di Aleix Espargaró (Power Electronics Aspar). Per Colin Edwards (NGM Mobile Forward Racing) sarà il momento di trovare il feeling giusto con la sua Suter BMW dopo tante speculazioni. Con lo stesso prototipo ci sarà Danilo Petrucci (Iodaracing Project), mentre Mattia Pasini (Speed Master) e James Ellison (Paul Bird Motorsport) si contenderanno il terzo posto tra le ART. Con grandi motivazioni infine Michele Pirro, fresco di test con la Ducati, che tornerà sulla sua Honda FTR targata Gresini.

ARTICOLO COMPLETO:

motogp.com · MotoGP™ a Misano, riparte l’emozione.

SOURCE & CREDITS: MOTOGP.COM

========================================================================

Monday, 10 September 2012
The Gran Premio Aperol di San Marino e della Riviera di Rimini welcomes the MotoGP™ grid to Misano this coming weekend with the fight at the top of the premier class turning into a breath-taking spectacle with Yamaha Factory Racing’s Jorge Lorenzo and Repsol Honda Team’s Dani Pedrosa both on blistering form heading into this weekend.

With Pedrosa only 13-points adrift off his Spanish rival, he will undoubtedly be looking to claw back further points with only six races left in the season. Yet Lorenzo will have his say in the matter, having taken the win at Misano last year in dominant fashion. Repsol Honda’s Casey Stoner is still recovering from his ankle surgery two weeks ago, and will be replaced by SBK Ten Kate Honda rider Jonathan Rea of Northern Ireland. He has had a total of three test days on the Honda RC213V machine, and will he aiming to put on a good show in his first MotoGP™ outing.

Lorenzo’s teammate Ben Spies, who last time out had a weekend to forget, will be hoping for a trouble-free outing at the track, and get back to challenging for the podium. He will as usual face the challenge from Monster Yamaha Tech 3’s Andrea Dovizioso and Cal Crutchlow. The British rider not only took his first GP podium last time out; he also topped the timesheets in the official Brno test, making himself known as a serious threat at the Misano round. His Italian teammate will not wish to be beaten at his home round however, and will most certainly look to get the upper hand once more.

Ducati Team’s Valentino Rossi, who held a private test at the track two weeks ago, will be looking for a positive result at his local circuit, as he seeks to improve the Desmosedici for a good finish to the season. His American teammate Nicky Hayden, who missed the last race due to injury, will be back for the Italian race. He has never finished a race there since joining the Ducati Team in 2008. The factory Ducati pair will be gunning to finish ahead of the satellite Hondas of Stefan Bradl and Álvaro Bautista. LCR Honda MotoGP’s Bradl, who last week tested a factory RC213V, came second in the Moto2™ race last year, and will be hoping to challenge for a podium at the team’s home race, albeit with his current satellite machine. San Carlo Honda Gresini’s Álvaro Bautista will however have the same intentions and is likely to try and spoil the party.

The satellite Ducati machines will be back at full strength once more with Pramac Racing Team’s Héctor Barberá returning to the frame after recovering from his fractured vertebra, and Cardion AB Racing’s Karel Abraham buoyed by his ninth place finish in Brno. The CRT contingent has undergone some changes since Brno, with Spaniard David Salom replacing Iván Silva in the Avintia Blusens team, and Came IodaRacing Project’s Danilo Petrucci lining up on a Suter-BMW machine. NGM Mobile Forward Racing’s Colin Edwards will continue to race on his Suter bike, and will line up against the regular CRT grid of Power Electronics Aspar duo of Randy de Puniet and Aleix Espargaró, San Carlo’s Michele Pirro, Speed Master’s Mattia Pasini, Avintia’s Yonny Hernandez and Paul Bird Motorsport’s James Ellison.

FULL ARTICLE:

motogp.com · Lorenzo vs Pedrosa hots up as MotoGP™ heads to Misano.

SOURCE & CREDITS: MOTOGP.COM

WORLDSBK.COM – Chaz Davies vittoria di forza in Gara 2


Chaz Davies (ParkinGo MTC Racing Aprilia) ha vinto di forza gara 2 del round tedesco del Campionato Mondiale eni FIM Superbike davanti a 46 mila spettatori, approfittando dei passi falsi compiuti da Max Biaggi (Aprilia Racing Team) e Marco Melandri (BMW Motorrad Motorsport) entrambi scivolati.

Max Biaggi è però riuscito a ripartire, salvando un tredicesimo posto che gli permette di consolidare il primato in classifica riconquistato a spese di Melandri al termine della vittoriosa gara 1. L’Aprilia ha piazzato di nuovo sul podio anche l’irlandese Eugene Laverty riconquistando la vetta anche nel Mondiale Costruttori, sempre a spese della BMW, che nella gara di casa ha perso per caduta anche Leon Haslam.

Terzo posto per il britannico Leon Camier che ha riportato la FIXI Crescent Suzuki sul podio iridato dopo una lunga assenza. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), protagonista delle battute iniziali, ha fatto ancora il gambero terminando quinto, preceduto anche da Jonathan Rea (Honda World Superbike Team).

A due round dal termine (100 punti in palio) il Mondiale diventa più appassionante che mai: Biaggi è tornato leader con 318 punti, Melandri è di nuovo secondo a quota 308,5 mentre Sykes resta terzo incomodo con 291,5 punti.

ARTICOLO COMPLETO:

WORLDSBK.COM | NEWS.

SOURCE & CREDITS:WORLDSBK.COM

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: