Superstars International Series: dove l’agonismo è l’ingrediente principale


Fotografie di Felice Monteleone

LA STORIA: Il campionato Superstars International Series nasce nell’anno 2007, ed è riservato esclusivamente a vetture di derivazione di serie con motori V8 e cilindrate comprese tra i 4.0 ed i 7.2 litri, ed arrivano ad avere fino a 500cv di potenza massima. Il campionato è organizzato e gestito dalla divisione sportiva di Gruppo FG (Flammini Group), e precisamente da FGSport.
Ai suoi albori la competizione aveva il nome Campionato Italiano Superstars e prevedeva solamente tappe italiane; ma nel 2007 ha fatto la comparsa, affiancandola, il Superstars International Series, i cui calendari in parte di sovrapponevano; non per ultima, nell’anno 2010 si è aggiunta la categoria GT Sprint International Series, riservata alle gran turismo e facendo da supporto alla gara principale.
Come già detto, all’inizio il campionato aveva solamente tappe italiane, ma l’avvento della Superstars International, ha aggiunto al calendario circuiti dai nomi blasonati come il Nurburging in Germania nel 2007 e Valencia nel 2008. Negli anni successivi hanno fatto la loro apparizione anche i circuiti di Monza, Imola, Mugello e Vallelunga per quanto concerne le tappe Italiane, e Donington Park, Hungaroring, SPA Francorchamps, Portimao, e Sentul, per quanto concerne i Round esteri, insomma un gran bel campionato.

Fotografie di Felice Monteleone

Le vetture che si contendono il titolo, non hanno nessun ausilio dell’elettronica, quindi il totale controllo della vettura e delle sue reazioni, è del tutto demandato al pilota ed alle sue capacità.

PILOTI e VETTURE: è doverosa una parentesi proprio per i piloti; infatti nel circus della Superstars International Series sono presenti nomi che hanno fatto la storia dell’automobilismo sportivo. Solo per ricordarne qualcuno. sono presenti gli ex F1 Vitantonio Liuzzi, Mika Salo, Gianni Morbidelli, Christian Klien e Johnny Herbert.
Decisamente blasonati anche i brand delle vetture che si contendono il titolo. In pista sono presenti vetture come Audi, Mercedes AMG, Maserati, BMW e molti altri.

REGOLAMENTO: Il regolamento prevede due sessioni di prove libere, ed una sessione di qualifiche ufficiali da 30′; le gare sono due da 25 minuti più un giro; lo spettacolo è assicurato.
Ho avuto il piacere di seguire come fotografo accreditato, direttamente in pista all’autodromo internazionale del Mugello, la quarta tappa del campionato Superstars International Series, e non esagero quando dico che “se le danno di santa ragione”; il grande equilibrio tecnico delle vetture, le eccellenti capacità dei piloti e la bellissima cornice offerta dal Mugello, mi hanno regalato delle sensazioni molto forti e l’adrenalina è rimasta tale dal primo all’ultimo giro delle due gare.
Da ricordare che l’organizzazione mette a disposizione dei proprio Fan il cosìdetto Free Ticket, ovvero ragala un numero di biglietti per i suoi amanti ed estimatori, e per la gara di SPA Francorchamps che si terrà il 15 Luglio sarà disponibile anche un numero limitato di accessi al paddock per vivere le emozioni insieme ai proprio campioni.
Per maggiorni informazioni sulla competizione e per conoscere meglio Team e Piloti vi rimando al sito web ufficiale della Superstars International Series:

Official web Site: “Superstars International Series”
Articolo di Felice Monteleone: “Fanpage D’Autore – Felice Monteleone”

Pubblicato il 12 luglio 2012 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: